Formula 1Interviste

F1 | La W15 è realta: le “surreali“ impressioni di Hamilton sulla sua ultima Mercedes

Lewis Hamilton ha rilasciato le primissime impressioni sulla nuova W15, l’ultima monoposto targata Mercedes della sua pluridecennale avventura a Brackley

Hamilton Mercedes W15
W15, le prime impressioni di Hamilton sulla sua ultima Mercedes © Virgilio Sport

Dopo il gran giorno della presentazione della Ferrari SF24, che ha monopolizzato tutte le prime pagine nella giornata di ieri, i riflettori oggi sono puntati sulla nuova W15, l’ultima monoposto targata Mercedes con cui Lewis Hamilton spera di chiudere alla grande la sua avventura a Brackley.

Il britannico, che dal prossimo anno passerà clamorosamente in Ferrari, è reduce da un 2023 decisamente positivo a livello di prestazioni e di risultati (escludendo lo strapotere Red Bull), nonostante non sia arrivata alcuna vittoria. 

Presentata ufficialmente la nuova vettura, queste sono state le primissime impressioni del sette volte campione del mondo: ”È stato ovviamente emozionante. È davvero surreale essere qui, visto che sono arrivato nel 2013, 11 anni con la squadra, e sto iniziando il mio dodicesimo anno”.

“È un privilegio lavorare con un gruppo di persone che vedono il lavoro che fanno durante l’inverno. Abbiamo affrontato questo processo negli ultimi due anni. All’inizio dell’anno si vede una macchina che si sta mettendo a punto. È la parte più emozionante della stagione, quando si vedono i lanci di tutti”.

“È la prima volta che vedo la macchina nel suo insieme, ma sapere tutto quello che c’è sotto il cofano – che la gente non potrà vedere, ma che io e George sperimenteremo in pista...è emozionante”.


Leggi anche: F1 | McLaren, presentata la MCL38: Norris e Piastri fissano gli obiettivi


E poi ha aggiunto: “L’obiettivo di tutta la preparazione invernale è quello di riportare la squadra al punto di partenza. Abbiamo avuto un paio d’anni difficili, che credo siano stati davvero fondamentali per noi. Ci ha aiutato a riorganizzarci”.

“Abbiamo dovuto rivedere le cose. Ora si tratta solo di seguire un processo importante: essere davvero diligenti nel lavoro, capire i dati, capire la macchina, massimizzare le prove. Anche il solo giro che potremmo fare oggi sotto la pioggia potrebbe dare a me e a George un’idea di quello che ci aspetta”.

In attesa di trasferirsi a Maranello tra dodici mesi, Hamilton ha ancor 24 gare da disputare con i colori Mercedes, e si aspetta tanto dal nuovo progetto. A differenza delle ultime due stagioni, i tecnici hanno tenuto in grande considerazione le linee guida del britannico, con la W15 che effettuerà il primo shakedown a Silverstone tra poche ore.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter