A TCFormula 1

F1 | Andretti in Formula 1 nel 2026: arriva il clamoroso verdetto definitivo

Nonostante l’iniziale approvazione della FIA, Andretti non ha ricevuto il via libero definitivo da parte di Liberty Media e non sarà quindi in griglia nel 2026, con ancora uno spiraglio in vista del 2028

Nonostante l’iniziale approvazione della FIA,  Andretti non ha ricevuto il via libero definitivo da parte di Liberty Media. Il colosso statunitense, che aveva già assunto parecchie figure chiave da Mercedes, McLaren, Ferrari e Red Bull e che si stava preparando ad effettuare dei test in galleria del vento con un modello in scala per un possibile ingresso già il prossimo anno, non sarà quindi in griglia nel 2026.

La porta non è stata però chiusa definitivamente, con Andretti che ha ancora una speranza in ottica 2028, quando General Motors entrerà in F1 come motorista.

Andretti Liberty Media 2026
Liberty Media respinge la candidatura di Andretti: non sarà in griglia nel 2026 © Getty Images

Un breve riepilogo

Lo scorso 22 Marzo, la FIA aveva pubblicato un bando per presentare domanda di partecipazione alla ricerca di nuovi possibili entranti nel 2026, anno in cui debutteranno i nuovi regolamenti tecnici sulle Power Unit.

Al tender avevano risposto quattro scuderie (Andretti, Hitech GP, Rodin e LKYSUNZ), con la federazione che, dopo un’attenta revisione, aveva scartato tre delle quattro candidature, approvando solamente quella di Andretti Global in data 2 Ottobre, decretando che la richiesta ”soddisfaceva i criteri di selezione sotto tutti gli aspetti”.

Tuttavia, il lasciapassare da parte della FIA non garantiva l’ingresso in griglia automaticamente, in quanto il colosso statunitense, supportato da General Motors, avrebbe dovuto trovare un accordo per i diritti commerciali con Liberty Media, con quest’ultima che avrebbe avuto l’ultima parola in merito.

Liberty Media respinge la candidatura di Andretti: non sarà in griglia nel 2026

”Il nostro processo di valutazione ha stabilito che la presenza di un’undicesima squadra non apporterebbe, da sola, valore al campionato”, si legge nel comunicato emesso da Formula 1 pochi minuti fa

”Il modo più significativo in cui un nuovo partecipante apporterebbe valore è quello di essere competitivo. Non riteniamo che il Richiedente possa essere un partecipante competitivo. La necessità per qualsiasi nuova squadra di accettare una fornitura obbligatoria di Power Unit, potenzialmente per un periodo di diverse stagioni, sarebbe dannosa per il prestigio e la posizione del Campionato”.

”Sebbene il nome Andretti sia riconosciuto dai fan della F1, le nostre ricerche indicano che la F1 apporterebbe valore al marchio Andretti piuttosto che il contrario. L’aggiunta di un undicesimo team comporterebbe un onere operativo per gli organizzatori delle gare, sottoporrebbe alcuni di essi a costi significativi e ridurrebbe gli spazi tecnici, operativi e commerciali degli altri concorrenti”.

Sempre secondo il comunicato, Liberty avrebbe contattato Andretti in data 12 dicembre 2023 ”per invitarlo a un incontro di persona presso i nostri uffici per presentargli la sua domanda, ma il richiedente non ha accettato l’offerta”.

Discorso rimandato al 2028

”Sulla base della domanda nella sua forma attuale, non riteniamo che il Richiedente abbia dimostrato di poter aggiungere valore al Campionato. Concludiamo che la domanda di partecipazione del Richiedente al Campionato non dovrebbe essere accolta”.

”La Commissione esaminerebbe in modo diverso la richiesta di iscrizione al Campionato 2028 di una squadra con un propulsore GM, sia come squadra di lavoro GM che come squadra di clienti GM che progettano internamente tutti i componenti consentiti”.


Leggi anche: F1 | Alonso senza filtri: dalle bordate a Ron Dennis all’anticipazione sul rinnovo


”In questo caso ci sarebbero ulteriori fattori da considerare in relazione al valore che il richiedente apporterebbe al campionato, in particolare per quanto riguarda l’ingresso di un nuovo prestigioso produttore in questo sport come fornitore di PU”.

Per il momento, la scuderia americana non ha commentato pubblicamente la bocciatura da parte di Formula 1, anche se è attesa sicuramente una risposta nelle prossime ore. Da capire anche se Andretti deciderà di appellarsi alla decisione, con il team che potrebbe ancora entrare nel 2026 anche senza il via libera di Liberty Media.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.