L’IMPORTANZA dei pneumatici! Ci parlano – basta saperli ascoltare!

Quando si parla di performance di un veicolo siamo soliti parlare di potenza e coppia di un motore; importanza fondamentale ricoprono gli pneumatici. A modo loro ci parlano, basta solo saperli ascoltare.

I pneumatici sono l’unico contatto che la nostra vettura ha con l’asfalto. Il loro corretto funzionamento determina non solo la performance e il comfort ma tutto ciò che un veicolo può avere: dalla meccanica all’elettronica. E’ importante che questi siano sempre in ottimo stato ed a volte per capire la loro salute guardarli ad occhio nudo ed a vettura ferma non è sufficiente.

pneumatici

A volte dobbiamo andare forte

Prima di tutto, e non mi stancherò mai di dirlo, bisogna trovare la giusta pressione a FREDDO. La pressione a freddo non è un valore universale, va adattata alle condizioni dell’asfalto compresa la sua temperatura. Come vi anticipavamo, i pneumatici ci parlano, ma lo fanno solo dopo essere stati stressati.
Dopo la nostra “sessione” in strada iniziamo a rallentare qualche km prima del nostro punto di arrivo, diamo il tempo alla mescola di raffreddarsi gradualmente. Una volta fermi, armati di manometro elettronico controlliamo la pressione a caldo e confrontiamo il dato con la pressione a freddo. Cerchiamo di stare, a caldo, nei valori previsti dal costruttore. Valore che troverete solitamente sulla carrozzeria nella zona dello sportello lato guidatore.

pneumatici

Una gomma troppo gonfia non lavora per tutta l’ ampiezza del battistrada, è per questo motivo che dobbiamo guardare la spalla dello pneumatico che deve essere “usata” sino al bordo, ne più, ne meno. Se siamo lontani dal limite del bordo è perché o la gomma è troppo gonfia o perché stiamo andando troppo piano per farla lavorare. E qui sorge un problema: più una gomma è pensata per l’uso sportivo più deve lavorare in un range preciso di temperatura per esprimere la sua prestazione. Questo è un problema che sorge spesso a chi monta pneumatici semi-slick come delle Michelin Pilot Sport Cup 2 o delle Pirelli P Zero. Un loro uso lontano dalla pista o dai passi di montagna rovinerà le gomme anche andando piano.

pneumatici

Guardiamo il battistrada

Una volta fermi guardiamo anche il battistrada che deve essere ben usato, senza parti stracciate, parti sollevate o buccia d’arancia. Se troviamo la buccia d’arancia vuol dire che abbiamo iniziato a spingere senza aver scaldato la gomma. Non abbiamo dato il tempo alla mescola di raggiungere la sua temperatura di esercizio con il risultato di far scivolare la gomma contro l’asfalto. Se il colore della mescola è blu vuol dire che abbiamo superato la temperatura prevista dal costruttore magari perché la gomma è troppo gonfia oppure perché l’asfalto sporco ha fatto scivolare la vettura e come sappiamo l’attrito genera calore.

Leggi anche: Cambio automatico DSG – COME FUNZIONA il cambio di Volkswagen?

pneumatici

Gomme che non lavorano nelle giuste condizione fanno lavorare male i sistemi di elettronica (ABS, ESP o Traction Control). I sistemi di protezione passivi come airbag, o montanti, sono sicuramente passi avanti rispetto ad anni fa ma non per questo andare a sbattere è bello. Avere un assetto piatto e sportivo, rende i limiti si più elevati ma con gomme consumate diventano meno prevedibili con eventuali reazioni dinamiche della vettura quali sottosterzi e sovrasterzi, o effetto pendolo che possono manifestarsi in qualsiasi momento.

Sostituire anche quando non sono usurati

Abbiamo capito che un pneumatico può usurarsi anche senza richiedere performance, ma ancor più importante è ricordare che un pneumatico può essere apparentemente nuovo ma inadatto. Questo accade perché dopo un non uso prolungato (vettura ferma per troppo tempo) causa un indurimento della mescola. E’ bene comunque sostituire gli pneumatici ogni quattro anni anche se questi presentano un battistrada perfetto. Un altro importante dato da osservare è l’ anno di fabbricazione. Solitamente sulla spalla viene indicato attraverso due coppie di numeri. Il primo indica il numero della settimana di un preciso anno, quest’ultimo indicato con la seconda coppia di numeri. E’ sempre bene evitare pneumatici troppo vecchi per gli stessi motivi visti poco fa.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Aerodinamica delle auto stradali: è veramente necessaria?