F1 2020: Il calendario Europa-centrico ha contribuito alla riduzione del 70% delle emissioni

La Pandemia di Covid-19, come purtroppo sappiamo, ha rivoluzionato totalmente il modo di vivere globale. Nel 2020 la riduzione degli spostamenti ha contribuito ad una riduzione del 7% delle emissioni globali di CO2 rispetto all’anno precedente, secondo quanto pubblicato dalla rivista Earth System Science Data. Logistica F1 2020 calendario F1 2021

Anche la Formula 1, con un calendario totalmente rivisitato, ha contribuito ad una riduzione delle emissioni soprattutto nella componente più gravosa in termini di emissioni: la logistica.

Con solamente 17 gare, 2 delle quali non in territorio Europeo, i camion dei team e del circus nel 2020 hanno macinato poco meno di 24.000km (18.300km in linea d’aria). Al fine di ridurre costi di team in difficoltà economica, spostamenti e quindi emissioni è stata inoltre efficace la scelta di proporre una doppia gara allo Spielberg, Silverstone e nel circuito del Sakhir.

Logistica F1 calendario 2020 spostamenti F1

Nel 2021 tutti si augurano un lento ritorno alla normalità con gli spostamenti che, secondo l’attuale calendario, torneranno a superare i 100.000 chilometri.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Interessante notare gli spostamenti che i team prevedono per le prime tre gare della stagione 2021. Se confermati*, con sole tre tappe si andrebbe ad eguagliare il chilometraggio dell’intera stagione 2020!

Logistica F1 2020 calendario F1 2021

Il 2020 un’eccezione che non potrà diventare normalità

Per una F1 che vuole rimanere un Campionato Mondiale ed è costretta a rispettare i vincoli meteorologici,;in condizioni normali non sarà possibile ridurre i chilometri percorsi durante una stagione come nell’anno appena trascorso.

La Federazione sta però lavorando strenuamente per trovare nuovi modi per incrementare l’efficienza della logistica e ridurre quindi l’impatto ambientale. Con così tanti viaggi “indispensabili” durante la stagione, la F1 con un team di ingegneri meccanici ed esperti di design;sta investendo su nuovi materiali molto più leggeri che consentono di ridurre le emissioni negli spostamenti intorno al globo.

Uno dei primi risultati ottenuti è stato quello di realizzare strutture con materiali compositi a;nido d’ape che hanno ridotto il peso di dei container della F1 di oltre il 60%.

Il prossimo ambizioso obbiettivo sarà quello di ridurre ancor di più il peso dei container di ulteriori 45 tonnellate in modo da trasportare tutto su un Boeing 777 invece di un Boeing 747.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Un libro su Senna per sostenere la sua fondazione

Logistica F1

mm

Marco Talluto

Ingegnere Gestionale appassionato di Formula 1. Social Media Manager dal 2009 con la voglia di trasmettere la mia passione per il motorsport.