Formula 1Interviste

F1 | Ferrari: lottare con Red Bull nel 2024 si può, ma con Verstappen…

Luca Baldisserri, ex chief track engineer Ferrari, ritiene possibile un recupero da parte della scuderia di Maranello su Red Bull nel 2024, ma è titubante sulla possibilità di lottare con Max Verstappen.

Ammesso e non concesso che la prossima vettura Ferrari possa miracolosamente tornare a battagliare con Red Bull nel 2024, un aspetto cruciale da tenere in considerazione è il fattore Verstappen. Se dovessimo solamente prendere in considerazione la deludente annata di Sergio Perez, la stagione della SF23 risulta in realtà meno negativa di quanto sia sembrato. Tuttavia, il vero grande solco si scava quando si include il fuoriclasse olandese nell’equazione.

Ferrari Red Bull 2024 Baldisserri
Ferrari in lotta con Red Bull o con Verstappen nel 2024? © FormulaRapida.net

Ferrari in lotta con Red Bull o con Verstappen nel 2024?

“La stagione Ferrari ha avuto un andamento normale, specie per una squadra che ha cambiato il vertice della organizzazione”, afferma Baldisserri, in un’intervista concessa a La Gazzetta Dello Sport.

”Quando analizzo una monoposto lo faccio sempre considerando la performance del suo secondo pilota. In questo senso è ancora più chiaro che la performance della Ferrari non è stata tanto inferiore a quella della Red Bull di Sergio Perez. L’altra è arrivata lontana perché al volante aveva un extraterrestre”. 

L’extraterrestre in questione corrisponde al nome e cognome di Max Verstappen. L’olandese è reduce da una delle stagioni più dominate di sempre da parte di un singolo pilota, avendo infranto e/o eguagliato ben 18 primati, vinto 19 gare su 22 disputate e conquistato il terzo titolo della carriera con ben sei GP d’anticipo.

Proseguendo con l’intervista, il tecnico italiano ha sottolineato gli highlights della stagione Ferrari: “Direi la qualifica, in cui la Ferrari è stata molto vicina, se non davanti, alla Red Bull. In più, Sainz ha vinto una gara, per quanto su una pista atipica come quella di Singapore. Se non guardiamo alle cose con l’occhio del tifoso che vorrebbe vedere la Ferrari vincere sempre, non è andata male”.


Leggi anche: F1 | Horner avvisa la concorrenza: la RB20 sarà “migliore e più forte in tutti gli aspetti”


”Se è possibile raggiungere Red Bull nel 2024? Assolutamente sì, credo lo sia”, prosegue Baldisserri sbilanciadosi sulla prossima stagione. ”Anche perché c’è una stabilità di regolamento che dovrebbe essere d’aiuto per recuperare”.

”Per sapere cosa sia necessario bisognerebbe invece essere all’interno della scuderia. Un conto però è recuperare sulla Red Bull, un’altra cosa, più difficile, recuperare sulla Red Bull e Verstappen”.

Dopo i gran proclami dello scorso anno, mantenere un profilo basso e la massima umiltà è d’obbligo, anche se da Maranello filtra un certo ottimismo sullo sviluppo del progetto 676.

Tuttavia, sappiamo come la bontà di una monoposto possa essere decretata solamente in rapporto con la competitività espressa dai rivali. Per tale motivo, l’attesa di tifosi e addetti ai lavori è tanta in vista del primo gran premio in Bahrain, che darà il via ad una stagione lunga 24 gare.

F1 | “Difficile raggiungere Red Bull ma si può”, Matteo Bobbi tra il 2023 e un pronostico sul 2024

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

 

1 commento

Stefan 11/12/2023 at 14:34

Red Bull-vs Ferrari ? Impossibile o meglio non crederei ai miei occhi .
C’è da chiedersi se in Ferrari dispongono di un know how tecnico/tecnologico comparabile anche se inferiore .
Fatta eccezione del motore ,le interfacce al suolo ,allocazione dei servo-sistemi di potenza/energia e trasmissione finale siamo ai livelli della F 2004 come del resto è il concetto delle aerodinamiche in uso da anni nonostante privo di pregi .
Potrei entrare nello specifico ,ben dentro fino al dettaglio ma non è mio compito .

I commenti sono disabilitati