Maserati MC20 Cielo: la spider che farà toccare il cielo con un dito

Maserati svela il nome della versione aperta della supersportiva del tridente: la MC20 Cielo debutterà in anteprima mondiale il 25 maggio

Maserati MC20 Cielo

La Maserati MC20 aperta si chiamerà Cielo. La nuova supersportiva alla quale la casa del tridente ha dato il nome si mostrerà in anteprima mondiale il 25 maggio.

L’annuncio arriva nella giornata odierna, il 16 maggio, Giornata Internazionale della Luce. Questa giornata è stata  istituita dall’Unesco dal 2015 e cade  nel giorno dell’anniversario del primo laser funzionante realizzato nel 1960 dal fisico ed ingegnere Theodore Maiman. Il nome racchiude suggerisce la chiave di lettura di questa spider. MC rappresenta l’acronimo di Maserati Corse, 20 fa riferimento al 2020, l’anno in cui è iniziata la nuova era del Brand, e Cielo perché la vettura sarà aperta e basterà alzare lo sguardo per ritrovarsi con la testa tra le nuvole.

Secondo quanto riportato da Maserati, la vettura manterrà tutte le prerogative da vera super sportiva. La nuova spider è un modello 100% made in Italy: sviluppata presso il Maserati Innovation Lab di Modena, sarà prodotta nello storico stabilimento di Viale Ciro Menotti, così come la coupé.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Non si conoscono ancora dati tecnici ufficiali ma Maserati così come nella supersportiva “classica”, anche quella aperta sarà spinta da un  V6 da 3,0 litri, capace di erogare 621 CV di potenza complessiva e 730 Nm di coppia massima. Il V6 permetterà uno scatto da 0 a 100 km/h in soli 2,9 secondi e una velocità di punta pari a 325 km/h. La trazione dovrebbe essere posteriore e il cambio automatico doppia frizione a 8 rapporti.

Alla gamma si aggiungerà oltre che la versione aperta anche una  variante 100% elettrica, nettamente più potente di quella termica: non è chiaro però se anche la supersportiva a batteria sarà cabrio.

Per conoscere tutti i dettagli di questa vettura bisognerà attendere il 25 maggio!

 

Raffaella Pappa

Studentessa di Giurisprudenza presso LUISS Guido Carli, amante dei motori e responsabile della redazione Automotive di F1ingenerale