Mazda CX-3 2020 – Il trucco c’è, ma non si vede

Mazda semplifica la gamma CX-3, da oggi disponibile solo con la nuova motorizzazione benzina da 121 CV Skyactiv-G, ora dotata della disattivazione dei cilindri.

Foto di Motorbox
Foto di Motorbox – La nuova Mazda CX-3, cosi simile alla vecchia versione eppure così diversa sotto al cofano

Le forme, le linee interne ed esterne della Mazda CX-3 sono identiche alla vecchia versione, e a prima vista sembrerebbe una macchina come tante altre. Ma le novità sono tutte sotto la scocca. Il motore, con l’aggiunta di soluzioni tecniche di alto livello che la portano in diretta concorrenza con il resto dei SUV compatti da città, come Fiat 500X e Renault Captur.

Ricordiamo intanto le misure. La lunghezza complessiva è di 4,27 m mentre l’ingombro laterale, esclusi gli specchietti è di 1,76 m. Non si pone il problema di passare sotto le traverse dei parcheggi, ammesso che non si monti il portapacchi sul tettuccio, perché l’altezza ammonta a 1,53 m. Leggermente inferiore alla media il volume utile nel bagagliaio, che conta 350 litri nel normale assetto di marcia, mentre sale a 1260 litri con i sedili posteriori abbattuti. : a vuoto e senza conducente 1.184 kg (Executive), 1.187 kg (Exceed); massa complessiva 1.692 kg.

Motori e infotainment

Foto di TheCarSpy
Foto di TheCarSpy – Gli interni della nuova Mazda CX-3, sobri ed eleganti, qui in colorazione grigia e nera, a contrasto con i sedili chiari

Non ci sono più le versioni Diesel, sparisce il cambio automatico e dite addio anche alla trazione integrale. Da oggi l’unica motorizzazione disponibile per la nuova Mazda CX-3 è l’unità benzina 2.0L 121 CV, abbinata al cambio manuale 6 rapporti denominato Skyactiv-MT e alla trasmissione 2WD. Un motore che all’occorrenza può anche disattivare due dei 4 cilindri, in condizioni di guida a basso carico, con evidenti miglioramenti in termini di consumi ed efficienza.

Foto di NewsAuto
Foto di NewsAuto – Il nuovo motore SkyActiv G da 121 cavalli non fa rimpiangere le altre motorizzazioni

All’origine dell’eliminazione dei due altri propulsori, ovvero il vecchio diesel 1.8 da 116CV e il benzina 2.0 da 150 CV , sembrano esserci le strette delle direttive europee sull’inquinamento. Il livello di emissioni NEDC è di 121 g/km, mentre i consumi si attestano sui 5,3 litri di benzina per 100km, con un incremento di efficienza nei consumi del 15% rispetto al modello precedente. Parlando di prestazione pura, la nuova CX-3 raggiunge i 100Km/h in poco più di 9 secondi, con una velocità di punta di ben 192km/h.

L’infotainment da 7″ MZd Connect, coadiuvato dall’assistente Human Machine Interface, prevede in dotazione anche l’interfaccia Apple CarPlay e Android Auto. Lo schermo non è ampio come sulla concorrenza, ma il sistema è reattivo, funziona bene e non si riscontrano rallentamenti, neppure in situazioni di stress o di utilizzo continuativo della navigazione.

Allestimenti

La nuova Mazda CX-3 segue i dettami filosofici giapponesi, che prevedono il fatto di offrire al cliente un assortimento decisamente ricco di dotazioni ed accessori, in modo da presentare ai clienti vetture pressoché complete. Per questo, le versioni disponibili sono soltanto due: la Executive e la più interessante Exceed. Quest’ultima aggiunge una cromatura sulla fascia laterale sottoporta, la videocamera posteriore, l’Active Driving Display, il Lane Assit e la Smart Key.

Foto di Mazda
Foto di Mazda – La linea laterale della nuova Mazda CX-3 rientra perfettamente nei canoni del segmento dei SUV compatti da città

Oltre a questo, sono disponibili anche i fari full led e una nota di personalizzazione per gli interni, con i rivestimenti in misto pelle e tessuto. Quattro le colorazioni disponibili sul mercato italiano, con i colori Soul Red Crystal, Deep Crystal Blue, il grigio Machine Gray e il bianco pastello Arctic White.

La nuova Mazda CX-3 in versione 2020 viene venduta in Italia a tiratura limitata, con prezzi a partire da 22.900€ per la Executive e 24.750€ per la versione Exceed. Tra tutte le agevolazione, spicca il progetto di Mazda chiamato “Back to Drive Pack”, l’estensione della garanzia “Mazda Best 5” e il programma di manutenzione ordinaria “Mazda Service Plus”.

Seguici anche su Instagram

Land Rover Defender – La Regina dell’Off Road

Emanuele Gorgone

Diplomato in elettronica, ho seguito diversi corsi di formazione negli ambiti più disparati. Audiofilo e bassista, posso parlarti per ore di meccanica applicata ad auto e motoveicoli. A fine 2018 approdo al mondo del giornalismo. Sono CEO e Content Creator del progetto PassionEndotermica e collaboro da giugno 2020 con F1InGenerale.