Mercedes GLB, la perfetta via di mezzo tra i suv della Stella

Mercedes GLB è diventato il perfetto anello di congiunzione nella gamma  della stella:a metà tra la compatta GLA e il suv più grande GLC

Mercedes GLB

Mercedes GLB diventa il suv mediano tra modelli come GLA(il crossover della stella) e suv più grandi come GLC e GLE. Grande ma non troppo, dinamico, ma soprattutto spazioso, queste le parole d’ordine quando si parla di GLB.

Le sue dimensioni sono molto simili a quelli della GLC con una lunghezza pari a 4,63 metri(solo 3 cm più piccola del suv più grande , ma con 20 cm in più della GLA),  1,83 metri di larghezza e 1,66 m di altezza. La piattaforma utilizzata è la stessa delle compatte della casa tedesca. Ha un passo di 2,82 metri (10 cm in più rispetto alla Classe B) che offre, all’interno dell’abitacolo, più spazio ai passeggeri. In configurazione normale la GLB ha una capacità di carico compresa fra i 560 litri e i 739 litri e abbattendo gli schienali si arriva a 1.755 litri. A richiesta si possono montare due sedili aggiuntivi.

Tra novità e punti fermi

Mercedes GLB

Il sistema infotainment è l’ormai conosciuto Mbux con doppio schermo e comandi vocali avanzati. In scia con le altre compatte della casa tedesca la GLB presenta alcuni sistemi di assistenza alla guida come il Cruise control adattivo distronic, abbinabile al mantenimento della traiettoria con assistenza attiva al cambio di corsia, per consentire alla vettura di seguire il flusso del traffico in determinate situazioni. Su richiesta si può avere l’Energizing Coach un sistema che suggerisce al guidatore regolazioni specifiche aumentando notevolmente in comfort della vettura.

Mercedes GLB

I motori del nuovo Mercedes GLB sono tutti a  4 cilindri, diesel o benzina. Con delle potenze che vanno dai 116 a 224 CV. Sono abbinati al cambio automatico a 7 o 8 rapporti. La variante AMG, è equipaggiata con un turbobenzina di due litri da 306 CV e 400 Nm di coppia. Per questa versione è stato irrigidito il telaio che combinato con lo sterzo parametrico si avrà maggiore precisione di guida.

Il sistema di trazione integrale è regolabile secondo tre stad dall'”Offroad”  la coppia è ripartita perfettamente tra i due assi, con delle variazioni a seconda dell’aderenza, in “Sport” il 70% della coppia si concentra sull’asse anteriore e in “Eco/Comfort” la ripartizione è in proporzione 80-20%.

Porsche Macan dice addio ai motori a benzina dal 2024

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Raffaella Pappa

Studentessa di Giurisprudenza presso LUISS Guido Carli, amante dei motori e responsabile della redazione Automotive di F1ingenerale