Monaco e-prix | Da Costa in esclusiva nel post gara “Il problema è la qualifica”

Dopo il Monaco e-prix, Antonio Felix Da Costa ha rilasciato in esclusiva a F1ingenerale le sue impressioni dopo la corsa. Il portoghese ha tagliato il traguardo in sesta posizione, ma è stato squalificato nel dopo gara per un eccesso del limite di potenza nei minuti finali di gara. Queste le sue dichiarazioni prima della squalifica.

Antonio Felix Da Costa. Foto: Marco Borgonovo per F1ingenerale
Com’è stata la gara dal tuo punto di vista?

“E’ stata una gara molto difficile, perché eravamo veloci ma avevamo davanti delle macchine molto lente. Buemi era lentissimo e chiudeva la porta come se non ci fosse un domani e allora arrivano gli altri dietro e diventa molto difficile gestire. Ti prendi delle botte dell’altro mondo.
Il problema è la qualifica, perché facciamo un bel lavoro tutta la giornata, fai il primo tempo del tuo gruppo, però gli altri solo perché vengono dopo si qualificano davanti a te, anche se poi non vanno forte in gara. In questo circuito poi dove non c’è tanto da fare ed è difficile sorpassare, va a finire così.” Da Costa Monaco

A cosa hai pensato quando hai visto Robin Frijns fuori dalla gara, visto che era il leader in classifica?

“A niente, non l’ho nemmeno visto. Quindi era lui fermo in curva 1…”

La scorsa settimana hai disputato la 6 ore di Spa. Com’è passare dal correre a Spa, con la neve, nel  traffico, a un circuito cittadino con una monoposto elettrica?

“Già le macchine sono tanto diverse. E’ una cosa talmente diversa che alla fine anche la tua mentalità si diversifica e allora non è difficile passare da una macchina all’altra. E’ stata anche una gara bellissima e mi sono divertito un sacco.”

Vergne ha detto che per lui è più importante vincere il campionato di Formula E piuttosto che la 24 ore di Le Mans. Per te invece?

“Uguale, ma abbiamo il tempo per fare entrambi”.

Seguici anche su Telegram

Monaco e-prix | Edoardo Mortara in esclusiva nel post gara: “Una giornata difficile”

mm

Carlo Platella

Nato e cresciuto a Torino, studio ingegneria dell'Autoveicolo nel Politecnico della mia città. Ho una grande passione per il motorsport in tutte le sue forme che mi piace trasmettere negli articoli. Lavoro nella Squadra Corse della mia università con la speranza un giorno di entrare in Formula 1.