Monza Rally Show | Intervista ESCLUSIVA a Rachele Somaschini

Nella giornata di oggi, con cui si conclude il Monza Rally Show 2018, abbiamo avuto l’occasione di parlare con Rachele Somaschini: la pilota fondatrice dell’associazione #CorrerePerUnRespiro, impegnata nella lotta contro la fibrosi cistica, ci ha parlato del suo ingresso nel Campionato Italiano Rally e di molto altro. 

fonte: ilTornante.it
Dopo i dovuti complimenti per quello che fai, sia in pista che con la tua associazione, iniziamo con le domande. Sappiamo che tuo papà è molto appassionato di motori e che ha contribuito ad avvicinarti a questo mondo; oltre a lui, hai qualche altra figura a cui ti ispiri nel tuo lavoro?

“Onestamente non rivedo spesso la mia storia in quella di altri piloti per tanti motivi diversi, non solo per la mia malattia (fibrosi cistica, ndr) ma anche perché ho iniziato a correre tardi rispetto alla media. Però ovviamente ho degli idoli: sono molto appassionata di Formula Uno e Nico Rosberg è sempre stato un grande modello per me, sia come pilota che a livello umano. Lo trovo davvero una persona e uno sportivo di valore”.

Quest’anno hai esordito nel Campionato Italiano Rally: come giudichi questa stagione che si è appena conclusa?

“È stato il mio debutto nel rally, prima correvo in altre categorie. È stato un anno di prova e lo guardo positivamente perché sono arrivata fino all’ultima gara con la possibilità di vincere il titolo, cosa che non avrei mai pensato. Sono soddisfatta di quello che ho ottenuto e sicuramente cercherò di fare sempre meglio”.

Hai corso su tanti circuiti e in tante tappe diverse, soprattutto in Italia: ne hai una preferita?

“Direi Sanremo, dove ho corso ad aprile di quest’anno”.

Ultima domanda: avresti qualche consiglio per chi vorrebbe intraprendere la tua stessa strada?

“Innanzitutto bisogna dire che purtroppo il discorso budget rimane ancora oggi fondamentale: l’iscrizione da sola costa molto e per questo tanti ragazzi non si possono nemmeno avvicinare. Un consiglio è ovviamente iniziare a fare la licenza, capire come funzionano i rally e andare a vederli. Poi, se si ha la possibilità, l’ottimo sarebbe trovare qualcuno che ti dia delle dritte perché questo fa tanto: io non ho mai trovato nessuno che mi instradasse. Se ti guardi intorno vedi persone che hanno iniziato a correre da poco ma che, avendo al fianco la persona giusta, faranno ancora più strada”.

Un grazie speciale a Rachele e un grande in bocca al lupo per il futuro!

Di Martina A. e Roberto B.


Monza Rally | Rossi si aggiudica il Rally ma il Master Show va a Cairoli

Monza Rally Show | Intervista ESCLUSIVA a Rachele Somaschini
5 (100%) 1 vote
mm

Martina Andreetta

Studentessa di lingue e comunicazione con una grande passione per il motorsport. Un giorno sogno di far parte di questo mondo.