Moto2 | GP Qatar – Sintesi Gara: Prima vittoria in carriera per Tetsuta Nagashima

La prima gara della stagione 2020 del Mondiale Moto2 vede la vittoria di Tetsuta Nagashima. Per il pilota giapponese primo successo in carriera. Completano il podio due italiani: Lorenzo Baldassari è secondo, Enea Bastianini è terzo. Gara sfortunata per Luca Marini che dopo essere stato in testa per più di metà gara complice un crollo della gomma scivola nelle retrovie e all’ultimo giro viene steso da Dixon. Moto2 gara Qatar

Credit: MotoGP.com

Alla settantesima gara nel Motomondiale e dieci anni dopo la vittoria in Qatar del compianto Shoya Tomizawa, anche lui giapponese, arriva la prima vittoria di carriera per Tetsuta Nagashima. Il pilota giapponese, scattato dalla quattordicesima casella, grazie ad una perfetta gestione delle gomme e ad una splendida rimonta porta a casa i 25 punti del GP del Qatar. Moto2 gara Qatar

Gestione gomme che ha giocato un ruolo fondamentale nell’arco di tutta la gara, con Jorge Martin prima e Luca Marini poi, estromessi dalla lotta per la vittoria a causa di questo fattore. Alle spalle del pilota giapponese ci sono però due italiani: Lorenzo Baldassari e Enea Bastianini chiudono infatti rispettivamente in seconda e terza posizione dopo una lotta tra di loro che è durata quasi tutta la gara. Moto2 gara Qatar

SINTESI GARA

La prima partenza della stagione 2020 vede un ottimo stacco di Luca Marini, che dopo essere partito dalla seconda posizione affronta in testa la prima curva seguito da Enea Bastianini e dal poleman Joe Roberts. Poco prima della fine del primo giro Bastianini infila Marini per la prima posizione, mentre Jorge Martin passa Roberts per la terza. Usufruendo della scia nel lungo rettilineo alla Curva 1 le posizioni si invertono nuovamente.

Nel secondo giro Martin passa nuovamente l’americano Roberts alla Curva 2 e successivamente affonda una staccata profondissima su Bastianini alla Curva 1, salendo così in seconda posizione. Al quartetto di testa cerca di ricongiungersi anche Lorenzo Baldassarri, che firma il giro veloce della gara. Caduta nel frattempo per Augusto Fernandez che abbandona anzitempo la prima gara della stagione. Nuovo passaggio sul rettilineo del traguardo e nuovo attacco subito da Bastianini: questa volta è Roberts ad infilarsi sul pilota romagnolo.

Continua il momento di difficoltà del pilota del Team Italtrans che viene sorpassato anche da Baldassarri nella staccata della Curva 6. Questa volta però Bastianini tira fuori l’orgoglio e ripassa alla Curva 1 del sesto giro. La lotta tra i due piloti italiani continua imperterrita con Baldassarri che ripassa davanti a Bastianini attaccandolo alla staccata della Curva 1. Ancora una volta Bastianini si riporta davanti attaccando il marchigiano all’ultima curva. Questa mossa fa sì che Baldassarri possa poi usufruire della scia. Cosa che infatti accade con il pilota numero #7 che si infila nuovamente alla staccata della Curva 1.

Arrivati a metà gara Marini prova ad allungare su Roberts che a sua volta allunga sul gruppo in lotta per la terza posizione. Gruppo del quale Bastianini ha preso il comando approfittando di un leggero contatto tra Baldassarri e Martin, con lo spagnolo che scivola addirittura in decima posizione.

Il giro successivo Baldassarri riguadagna nuovamente la terza posizione. Così facendo i due italiani  perdeno contatto con la coda di Joe Roberts, che tenta la fuga per la seconda posizione.

Ad otto giri dal termine anche Tetsuta Nagashima inizia la sua rimonta andando a sopravanzare Bastianini per la quarta posizione. Nel frattempo Baldassarri si è riportato sulla coda di Roberts portandosi dietro lo stesso Nagashima e Bastianini.

Il giro successivo il pilota giapponese prova a passare Baldassarri alla Curva 10. I due si toccano con Nagashima che finisce leggermente lungo e si fa infilare da Bastianini.

Nello stesso giro Roberts riprende e passa Marini che sembra ora in crisi con le gomme. Della situazione ne approfittano anche Baldassarri e Bastianini che fiutato il pericolo, si gettano sulla coda di Roberts. Continuano invece le difficoltà di Marini che cede il passo anche a Nagashima e Jorge Navarro. A quattro giri dal termine Baldassarri e Bastianini continuano la loro scalata in coppia della classifica. I due italiani superano infatti Roberts e si mettono così a condurre la gara. Alle loro spalle prova la rincorsa anche Nagashima che a sua volta si libera del pilota americano.

Il pilota giapponese, a tre giri dalla fine passa Bastianini in Curva 1 e nel cambio di direzione che porta a Curva 2 passa anche Baldassarri. Nello stesso giro anche Bastianini si libera del pilota marchigiano infilandosi all’interno in Curva 12. All’inizio del penultimo giro Nagashima continua ad incrementare il suo vantaggio mentre alle sue spalle Baldassarri passa ancora una volta Bastianini alla Curva 1. Sotto la bandiera a scacchi è quindi Nagashima a passare per primo. Alle sue spalle Lorenzo Baldassarri che vince la sua personale sfida con Enea Bastianini che chiude terzo.

Caduta invece all’ultima curva per Luca Marini che viene atterrato da Dixon che stava cercando di superarlo. Gli altri italiani a punti: Marco Bezzecchi è dodicesimo, Fabio Di Giannantonio è tredicesimo e Stefano Manzi è quindicesimo.

Prima vittoria in carriera per Tetsuta Nagashima che alla sua prima gara con il Team Red Bull KTM (con telaio Kalex) fa bottino pieno nella gara inaugurale della stagione 2020. Una vittoria che sembra anche un po’ voluta dal destino: proprio dieci anni fa, infatti, sul circuito qatariota, Shoya Tomizawa, grande amico di Nagashima, conquistava la sua prima e purtroppo ultima vittoria in Moto2.

Nuovamente a podio in Qatar, dopo la vittoria dello scorso anno, Lorenzo Baldassarri. Rammarico invece per Enea Bastianini che nonostante il podio può recriminare per un sorteggio sfortunato che gli ha affidato un motore meno prestazionale rispetto agli altri.

Moto2 gara Qatar
Credit: MotoGP.com

Il prossimo appuntamento per il mondiale Moto 2, dopo il rinvio del GP di Thailandia, dovrebbe essere quindi ad Austin per il GP delle Americhe. È lecito però l’uso del condizionale dato il continuo evolversi della situazione legata al Coronavirus e i provvedimenti messi in atto dai vari Stati per emarginare questa emergenza sanitaria. Moto2 gara Qatar

SEGUI IL NOSTRO CANALE TELEGRAM PER RIMANERE AGGIORNATO SUL MONDO DELLE DUE RUOTE.

mm

Riccardo Orsini

Marchigiano classe '99, sono cresciuto tra una pista di kart e una di motocross. Il motorsport è sempre stato parte integrante della mia vita e spero di condividere la mia passione ai lettori.