Moto2 | Bo Bendsneyder guiderà nel Mandalika SAG Team

L’olandese Bo Bendsneyder rinuncia alla Supersport 600 per correre nel Mandalika SAG Team in Moto2, al fianco dell’esperto Thomas Luthi.

Bo Bendsneyder Mandalika SAG Team

Un colpo a sorpresa per il mondiale Moto2, stagione 2021. Clamorosamente, il Mandalika SAG Team ha deciso di non continuare con il malese Kasma Daniel Bin Kasmayudin, nonostante il contratto che li legasse fino alla fine del 2022. Così la squadra acquista l’olandese (con origini indonesiane) Bo Bendsneyder, reduce da due anni con la NTS del team RW Racing.

Come spiega il team nel comunicato, i nonni paterni del pilota olandese sono partiti dai Paesi Bassi nel 1956 per emigrare in Indonesia. Ovviamente, data la partnership tra il team e lo sponsor Mandalika, Bendsneyder è il pilota ideale per questa avventura. Il team principal Edu Perales commenta così il nuovo acquisto.

“Bendsneyder è un pilota dal talento eccezionale e lo stiamo seguendo da più di qualche tempo ormai. Tutto il team è entusiasta del suo arrivo. Siamo certi che insieme raggiungeremo degli ottimi risultati. Ci teniamo anche a fare un grosso incoraggiamento per Kasma Daniel, siamo sicuri che otterrà degli ottimi risultati da pilota professionista.”

Bo Bendsneyder ha vinto la Red Bull Rookies Cup nel 2015, guadagnandosi così una delle selle più prestigiose per la stagione 2016: il Red Bull KTM Ajo. Affiancato da Brad Binder (che vincerà il campionato quell’anno), l’olandese classe 1999 conquista due podi: Silverstone e Sepang, chiudendo così l’anno d’esordio al 14° posto con 78 punti.

Nel 2017 continua con lo stesso team, chiudendo il campionato al 15° posto con 65 punti, battendo il compagno di squadra Niccolò Antonelli. Nel 2018 Bendsneyder decide di passare in Moto2 con il team Tech 3: la stagione d’esordio è quasi disastrosa, con solo due punti conquistati nel Gran Premio di Thailandia.

Per il 2019 Bendsneyder decide di appoggiare il progetto NTS, moto giapponese affidata al team RW Racing insieme al sudafricano Steven Odendaal. Con quattro risultati in zona punti, l’olandese chiude il campionato al 26° posto con 7 punti. Nel 2020 la situazione migliora: nel primo GP stagionale chiude 11°, ma dopo la pausa forzata causata dal Coronavirus le cose peggiorano. La moto non è affatto competitiva, ma Bendsneyder riesce a metterci una pezza, specialmente nelle ultime gare. Al Gran Premio della Comunità Valenciana il classe ’99 chiude 8°, il miglior risultato stagionale. Chiude l’annata al 23° posto, con 18 punti conquistati.

“Sono davvero felice di poter guidare per il Petramina Mandalika SAG Team il prossimo anno! È un’ottima squadra, lo si vede dai risultati che hanno ottenuto, non vedo l’ora di cominciare a lavorare con loro. Ci tengo a ringraziare la squadra e gli sponsor per questa opportunità.”

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote.

Moto3 | Arbolino: “Non ho mollato fino alla fine”

 

Aggio Valentino

18 anni, amante di MotoGP e Superbike.