MOTO2 | GP AMERICA SINTESI GARA – Vince Thomas Luthi ma l’eroe di giornata è Mattia Pasini

Il pilota svizzero vince il GP delle Americhe davanti al compagno di squadra Marcel Schrotter e a Jorge Navarro. Gara stupenda di Mattia Pasini che chiude in 4a posizione.

Credit: GPOne.com

Per la prima volta in questa stagione 2019 in Moto2 non suona l’inno di Mameli. È infatti Thomas Luthi a vincere il GP di Austin dopo una gara gestita in maniera perfetta. Il pilota elvetico ha infatti lasciato sfogare Alex Marquez nei primi giri di gara per poi superarlo e creare un gap incolmabile con i suoi avversari.

In seconda posizione conclude il compagno di squadra di Luthi, il tedesco Marcel Schrotter che completa così la doppietta del Team Dynavolt Intact GP.

Terza piazza per lo spagnolo Jorge Navarro che porta sul podio la SpeedUp e conquista il suo primo podio di carriera in Moto2.

Emozionante anche la gara di Mattia Pasini, che al ritorno nel Motomondiale come sostituto dell’infortunato Augusto Fernandez, porta a casa una splendida 4a posizione dopo una gara che lo ha visto in lotta per il podio fino all’ultima curva.

CRONACA GARA

Ottima partenza di Marcel Schrotter che gira in testa alla prima curva davanti a Alex Marquez e Thomas Luthi.
Brutta caduta nel frattempo in Curva 1 che vede protagonisti Xavi Vierge, Joe Roberts e Fabio Di Giannantonio.
Alla seconda curva Marquez passa in testa, mentre scivola il leader del mondiale Lorenzo Baldassarri che tampona Jorge Martin che era uscito male dalla curva e abbandona così la gara.
Nel corso del secondo giro Sam Lowes si porta in 4
a posizione e si mette a caccia del terzetto alla guida della corsa.
Al terzo giro Luthi si porta in testa alla gara sorpassando alla staccata del lungo rettilineo del circuito di Austin. Marquez però risponde subito, incrociando la traiettoria e riportandosi in testa.
Si ritira intanto per un problema tecnico Brad Binder.
Quando mancano undici giri alla fine della gara Luthi prova a sopravanzare Marquez in curva 1. L’attacco sembra riuscire ma anche questa volta il pilota spagnolo incrocia e si riprende la 1
a posizione. Luthi però non demorde e riesce finalmente a guadagnare la testa del GP alla staccata di curva 12.
Jorge Navarro intanto si prende la 4a posizione con un sorpasso preciso in staccata su Lowes.
Nel frattempo Luthi firma due giri veloci consecutivi e porta ad 1 secondo il suo vantaggio su Marquez.
Marquez che sembra essere un po’ in crisi e subisce l’attacco anche da Schrotter che lo sorpassa all’ultima curva.
Nello stesso giro Luca Marini si libera di Lowes prendendosi la 5
a posizione.
Anche Lowes sembra essere in debito con le proprie gomme e viene passato da Mattia Pasini che guadagna la 6
a posizione al suo ritorno nel Motomondiale.
Al quartultimo giro Navarro tenta l’attacco su Marquez in curva 12. Il pilota della Speed Up fin
isce però lunghissimo e viene così superato da Marini. Lo stesso Marini commette però un errore in uscita dall’ultima curva consentendo a Navarro di ritornare in 4a posizione.
Al terzultimo giro di gara si accende la battaglia per la 3
a posizione. Marquez finisce lungo in curva 11, ne approfitta Navarro che lo supera. Nel lungo rettilineo anche Marini tenta l’attacco su Marquez. Lo spagnolo però resiste e i due perdono tempo favorendo così il rientro di Pasini che li infila tutti e due alla curva 16 e si porta in 4a posizione.
Il giro successivo è Marini a commettere un errore con il quale perde la possibilità di attaccare Pasini per la 4
a posizione e anzi, viene superato anche da Marquez.
Nell’ultimo giro le posizioni non cambiano. La gara viene così vinta da Thomas Luthi che precede il suo compagno di squadra Marcel Schrotter e lo spagnolo Jorge Navarro al primo podio nella categoria. Quarto un epico Mattia Pasini che al ritorno nel Mondiale, come sostituto di Fernande
z, arriva ad un passo dal podio.

Per quel che riguarda gli altri italiani chiude 6o Marini che non riesce a passare Marquez all’ultimo giro. 8o al traguardo un consistente Simone Corsi, che precede Enea Bastianini, ancora una volta miglior rookie di giornata, e Andrea Locatelli.

 

Riccardo Orsini

Marchigiano classe '99, sono cresciuto tra una pista di kart e una di motocross. Il motorsport è sempre stato parte integrante della mia vita e spero di condividere la mia passione ai lettori.