Moto2 | GP Emilia Romagna – Sintesi Gara: Doppietta Marc VDS con Lowes e Fernandez. Cadono Raul Fernandez e Bezzecchi

Sam Lowes e Augusto Fernandez regalano una doppietta al team Marc VDS nel GP dell’Emilia Romagna Moto2. Il podio viene chiuso da Canet. Bezzecchi cade e dice addio al Mondiale. Cade anche Raul Fernandez che regala a Gardner il primo match point Mondiale sulla pista di Portimao.

GP Emilia Romagna Moto2
Credit: Twitter

La Moto2 corre il GP dell’Emilia Romagna con una lotta per il mondiale quantomai aperta. Remy Gardner, dopo essere stato rimontato da Raul Fernandez nelle ultime gare, gode di soli nove punti di vantaggio su quest’ultimo. Ancora ufficialmente in lotta per il Mondiale anche Marco Bezzecchi. Il pilota dello Sky Racing Team VR46, promesso pilota MotoGP con lo stesso team, è chiamato a un miracolo per arrivare in corsa anche a Portimao. Il pilota, infatti, accusa un passivo di 65 punti sull’australiano di KTM.

Questo weekend vede alcune novità nello schieramento della Moto2. Tommaso Marcon corre con il team NTS, mentre Mattia Casadei sostituisce il lungodegente Dalla Porta in Italtrans. Casadei sarà l’unico pilota in pista per il team bergamasco che, nelle FP2, ha perso Joe Roberts per una caduta che gli ha comportato la frattura della clavicola.

Le tre sessioni di Prove Libere hanno premiato, come ormai tradizione, le due KTM Ajo, capaci di segnare i due migliori tempi nella classifica combinata delle sessioni. Situazione inversa, invece, per Bezzecchi. L’alfiere del team VR46 ha faticato durante tutto il weekend, ed è dovuto schierarsi in pista per il  Q1 del sabato pomeriggio.

Le tragiche Qualifiche del sabato pomeriggio, caratterizzate dalle basse temperature e dal grande numero di cadute, hanno premiato Sam Lowes, che precede i compagni di prima fila Jorge Navarro e Augusto Fernandez. Hanno strappato il pass per la partenza dalla seconda fila: Canet, Vietti e Ramirez. Manzi, Arenas e R. Fernandez partiranno solo dalla terza, mentre la quarta fila sarà composta da: Chantra, Luthi, Bendsneyder. Il leader del Mondiale Gardner partirà dalla quattordicesima casella e rischia seriamente di perdere ulteriori punti a favore del compagno di team.

Tanti gli esclusi eccellenti nel Q1, tra cui Bezzecchi (24° in griglia), Di Giannantonio (20°) e Schrotter (21°). Tanti piloti, per via delle cadute, non sono riusciti a segnare un giro utile e partiranno dal fondo della classifica. Questi piloti sono, in ordine: Bulega, Arbolino, Roberts, Corsi e Casadei

Sintesi GP Emilia Romagna Moto2


La Gara del GP dell’Emilia Romagna, classe Moto2 si è corsa sotto un cielo finalmente sereno, con temperature di 20° per l’aria, e di 22°C per l’asfalto.

La partenza premia le deu Marc VDS che si mettono in testa. Alla variante del Parco Canet supera A. Fernandez per la seconda posizione. Il pilota del team belga, nei giri successivi, ha dovuto scontare un Long Lap Penalty inflittogli dopo le Qualifiche di ieri.

Giro 2 – Buon primo giro per Gardner, salito fino alla dodicesima posizione, Chantra e Vierge, non si può dire la stessa cosa per Arenas (che ne perde sette) e Aldeguer (cinque). Fernandez sconta il Long Lap Penalty rientrando quattordicesimo. Bezzecchi, invece, passa diciassettesimo.

Giro 3 – Sul traguardo la classifica era la seguente: Canet (che supera Lowes nel giro precedente), Lowes, Navarro, R.  Fernandez, Chantra, Ramirez, Vietti, Manzi, Vierge, Gardner, Bendsneyder, Garzo, A. Fernandez, Luthi, Beaubier, Arenas Dixon e Bezzecchi. Alla Otto Navarro supera in staccata Lowes e prende la seconda posizione. Vietti, invece, supera Ramirez al Tramonto per la sesta posizione.

Giro 4 – Alla Quercia Navarro supera Canet per la leadership, mentre Gardner supera Vierge ed entra in top ten. Al Carro Canet entrasu Navarro portandolo largo, ad approfittarne è Lowes che, passando stretto, in trazione infila entrambi e si riporta in testa.

Giro 5 – Sul traguardo Gardner si prende l’ottava posizione su Ramirez. Lowes, davanti a tutti, imprime subito il suo ritmo e mette quattro decimi sul duo Canet-Navarro.

Giro 6 – Augusto Fernandez gira più veloce di tutti in dodicesima posizione. Il compagno di squadra gira in 1.36.577 e mette sette decimi in cascina sulle due Boscoscuro. Alla Quercia Raul Fernandez rompe gli indugi su Canet e Navarro e si mette all’inseguimento dell’inglese di MarcVDS. Al curvone anche Vietti entra su Navarro e prende la quarta posizione.

Giro 7 – Primi giri interessanti per Di Giannantonio e Bezzecchi che, partiti nelle retrovie, salgono fino ai margini della zona punti. Dalla Quercia si accende una bagarre forte tra Chantra e Gardner per la settima posizione. Al Carro ingresso kamikaze di Garnder su Chantra. Il contatto tra i due è fatale per Chantra che viene scaricato a terra. Gardner viene subito posto sotto investigazione.

Giro 8 . R. Fernandez rosicchia due decimi su Lowes, prima di perderli nel T1. A. Fernandez, invece, aggancia Gardner e, vedendo il ritmo intenso del primo, dovrebbe avere la meglio.

Giro 9 – Alla Quercia, A. Fernandez esce dalla scia della KTM Ajo, ma non riesce ad affondare il colpo. Nel T4 cade Beaubier.

Giro 10 – Si va a ricucire il distacco tra Lowes e R. Fernandez e Canet. Poco distanziati dai primi tre, si trovano Vietti, Navarro e Manzi, che gode di un secondo su Gardner, A. Fernandez, Garzo e Ramirez che chiudeva la top ten.

Giro 11 – Alla Quercia Navarro ri-infila Vietti. Alla stessa curva, A. Fernandez infila definitivamente Gardner. Nel corso del giro arriva il ritiro per Marcon che navigava nelle retrovie. Bezzecchi, che segna il giro più veloce, arriva ad occupare la dodicesima posizione, davanti a Di Giannantonio.

Giro 13 – A. Fernandez saluta Gardner e si porta a tre decimi da Manzi. Alla Quercia Raul si porta a un passo da Lowes e si mette fuori dalla scia in staccata senza riuscire ad affondare il sorpasso. Alla Misano 1 arriva la caduta di Garzo, che occupava la nona posizione.

Giro 14 – Augusto Fernandez si aggancia al posteriore di Manzi, mentre alla seconda del Rio, R. Fernandez supera Lowes e si prende la vetta della classifica. Al Tramonto, invece, a. Fernandez supera anche Manzi.

Giro 15 – Giro da incubo per il team Ajo. Gardner riceve il Long Lap Penalty per il sorpasso su Chantra, e Raul Fernandez è protagonista di una caduta spaventosa e molto strana alla Quercia, dove perde la moto al momento in cui tocca i freni. Per lui gara finita con una moto distrutta.

Giro 16 – Nonostante il Long Lap Penalty, Gardner sorride perché esce dalla gara quantomeno mantenendo i nove punti di vantaggio. Nello stesso giro l’australiano sconta la penalità e rientra in settima posizione, davanti a Bezzecchi che è salito fino all’ottava posizione.

Giro 17 – Viene comminato un Long Lap Penalty a Gardner e Schrotter, cade Vierge ala prima del Rio, Arbolino, nelle retrovie, cade alla Misano 2 e Bezzecchi si mette negli scarichi di Gardner.

Giro 18 – Sul traguardo la classifica era la seguente: Lowes, Canet, Navarro, Vietti, A. Fernandez, Manzi, Gardner, Bezzecchi, Ramirez, Ogura, Di Giannantonio, Arenas, Bendsneyder, Dixon, Luthi, Aldeguer, Bulega, Schrotter, Corsi, Baldassarri e Baltus. Al Tramonto Lowes va lungo e Canet passa e ringrazia, prendendosi la vetta della classifica.

Giro 19 – Dopo i vari avvenimenti in testa alla gara, la lotta per la vittoria si assottiglia ai soli Canet e Lowes, più indietr, Alla Uno, Bezzecchi prende la settima posizione su Gardner, e arriva, incredibilmente, ad essere il pilota di vertice con più punti guadagnati in gara.

Giro 20 – RIschio di Lowes in uscita dal Tramonto, dove perde il posteriore aprendo il gas. Errore nel T4 per Navarro che esce dal podio, e viene superato da Vietti e A. Fernandez.

Giro 21 – Navarro subisce il sorpasso anche di Manzi in staccata alla Quercia. Vietti, superato da Augusto Fernandez, non demorde e si mette subito negli scarichI.

Giro 22 – Dopo aver guadagnato sette decimi nel giro precedente, Lowes attacca e supera Canet in percorrenza della variante del Parco. Lowes, dopo aver sopravanzato Canet, mette subito del margine di sicurezza.

Giro 23 – Nonostante gli sforzi, Vietti si stacca di qualche decimo da Augusto Fernandez. Mentre Augusto Fernandez paga un secondo da Canet. Alla Misano 2 arriva l’ennesimo colpo di scena: Bezzecchi perde l’anteriore alla Misano 2, cade e dice addio alle ultimissime speranze mondiali.

Giro 24 – Scende a sette decimi il vantaggio di Canet sul secondo pilota Marc VDS. Il pilota Aspar, però, accusa otto decimi sul leader Sam Lowes.

Ultimo giro – Lowes inizia il giro con un secondo su Canet che, a sua volta, vede diminuire il vantaggio su Augusto Fernandez a cinque decimi. Alla Misano 2 Canet finisce la benzina e regala la seconda posizione ad Augusto Fernandez che timbra una doppietta per il team Marc VDS.

dopo la seconda prova in Qatar, Sam Lowes torna a vincere nel GP dell’Emilia Romagna Moto2. L’inglese conclude davanti al compagno di squadra e ad Aron Canet che chiude il podio.

Medaglia di legno per Celestino Vietti, capace di insidiare Augusto Fernandez, e di chiudere davanti a Navarro, Manzi, Gardner e ad uno straordinario Di Giannantonio. Ogura e Ramirez chiudono la top ten, mentre vanno a punti Arenas, Bendsneyder, Dixon, Luthi e Schrotter. A chiudere lo schieramento al traguardo Aldeguer, Bulega, Baltus, Corsi e Baldassarri.

La Moto2 tornerà in pista a Portimao nel weekend del sette novembre.

Seguici su Telegram

MotoGP | GP Emilia Romagna – Warm-Up: Takaaki Nakagami è in testa

Mattia Lisa

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico