Moto2 | GP Spagna – Sintesi Gara: Marini torna a far suonare l’inno italiano sul podio.

È Luca Marini il primo vincitore della Moto2 post Covid. Il pilota italiano, autore di una grande gara, doma gli attacchi di Tetsuta Nagashima e Jorge Martin (secondo e terzo) e porta a casa il GP di Spagna. Rammarico per la caduta di Marco Bezzecchi che si stava giocando il podio. Moto2 Spagna Gara

Credit: MotoGP.com

Quando la Moto2 corre a Jerez è l’inno italiano a risuonare per le colline andaluse. Per il quarto anno di fila (dopo Morbidelli nel 2017 e le due vittorie di Baldassarri nel 2018 e 2019) è un pilota italiano a vincere il GP di Spagna. Moto2 Spagna Gara

La vittoria questa volta porta la firma di Luca Marini che gestisce alla grande l’intera gara e riscatta il pessimo week-end del Qatar.

Alle sue spalle chiudono le “KTM” di Tetsuta Nagashima e Jorge Martin, con il giapponese che conferma la sua leadership nel mondiale.

Tanto rammarico in casa SKY Racing Team VR46 per Marco Bezzecchi, vittima di una caduta mentre si giocava il podio.

SINTESI GARA

Il primo a girare in Curva 1 è Jorge Martin che sfrutta la partenza dalla pole per curvare davanti a tutti. Alle sue spalle salgono Aron Canet e Luca Marini che precede Sam Lowes. Moto2 Spagna Gara

Caduta alla prima curva per Jorge Navarro che era indicato come uno dei favoriti per la vittoria.

I primi tre iniziano da subito a fare selezione. Alle loro spalle Lowes e Marcel Schrotter fanno a spallate in rettilineo e vengono infilati da Tetsuta Nagashima, vincitore della prima gara in Qatar.

Il giro successivo Lowes e Schrotter vengono passati anche da Marco Bezzecchi mentre Marini passa Canet alla staccata dell’ultima curva.

Nel passaggio seguente anche Nagashima infila Canet all’ultima curva con Bezzecchi che ha ricucito il distacco e si è riagganciato al quartetto in testa.

Al quarto giro cambia il leader della gara con Marini che passa Martin alla staccata di Curva 10. Il pilota spagnolo rimane sorpreso dall’attacco e viene poi infilato anche dal suo compagno di Team Nagashima.

Una volta passato in testa Marini prova a dare uno strappo al gruppo e prende qualche metro di vantaggio. Alle spalle dei primi tre, nel frattempo, Bezzecchi si libera di Canet che lo stava leggermente rallentando.

In due giri Bezzecchi riduce il distacco causatogli da Canet e si riporta su Marin. L’italiano stacca forte alla Curva 6 e si infila all’interno. Nella foga della rimonta l’italiano però esagera e perde l’anteriore all’ingresso di Curva 10 rovinando così la sua gara.

Il giro successivo anche Schrotter cade alla Curva 11 e abbandona la gara.

Arrivati a metà gara in testa Marini ha portato ad 1.5 secondi il vantaggio su Nagashima che a sua volta ha distanziato Martin. Nella lotta per la quarta posizione Lowes ha passato Canet, con il rookie spagnolo che chiude ora la Top 5.

A cinque giri dalla fine la situazione di gara non è cambiata con Marini che continua a gestire il secondo di vantaggio su Nagashima. Alle loro spalle Lowes sta cercando di ricucire il gap su Martin per salire sul podio.

Lo spagnolo è però bravo a respingere le avances dell’inglese e riesce a mantenere con fermezza il podio.

Davanti a loro il primo a passare sotto la bandiera a scacchi è Luca Marini che vince il GP di Spagna e riscatta la disastrosa gara del Qatar. Moto 2 Spagna Gara

Seconda posizione per Tetsuta Nagashima che conferma di trovarsi a suo agio su questa Kalex con carene KTM e porta a casa un altro podio dopo la vittoria del Qatar.

Terza posizione per Martin che riesce a difendersi da Lowes che deve così accontentarsi della quarta posizione. Chiude la Top 5 il rookie Aron Canet.

Tanti gli italiani a punti: ottavo Lorenzo Baldassarri, nono Enea Bastianini, undicesimo Stefano Manzi, tredicesimo Nicolò Bulega e quattordicesimo Simone Corsi.

CLASSIFICA MOTO2 GARA GP SPAGNA:

Moto2 Spagna Gara
Credit: MotoGP.com

 

SEGUI IL NOSTRO CANALE TELEGRAM CON TUTTE LE NOTIZIE SUL MONDO DELLE DUE RUOTE!

 

 

Riccardo Orsini

Marchigiano classe '99, sono cresciuto tra una pista di kart e una di motocross. Il motorsport è sempre stato parte integrante della mia vita e spero di condividere la mia passione ai lettori.