Moto2 | GP Spagna – Sintesi Qualifiche: Gardner, al primo tentativo, segna subito il tempo da Pole. Bezzecchi e Di Giannantonio completano la prima fila

Il primo tempo segnato nelle Qualifiche del GP di Spagna Moto2 vale subito la Pole Position che va in mano a Remy Gardner. A nulla sono valsi i tentativi di Bezzecchi e Di Giannantonio che partiranno in prima fila. In seconda fila Raul Fernandez, Lowes e Vierge.

Qualifiche GP Spagna Moto2
Foto: profilo Twitter @MotorcycleSP

Il weekend del  GP di Spagna ha visto il rientro in pista dei nostri Simone Corsi e Tommaso Marcon, che si sono ripresi, rispettivamente, dalla frattura del polso e dal Covid. Invece, non sarà ancora in pista Barry Balthus che è stato sostituito con il giapponese Taiga Hada.

La giornata di venerdì ha visto Remy Gardner tornare in grande spolvero, chiudendo la prima sessione in testa, e la seconda a soli due decimi dal mostruoso 1.41.515 di Sam Lowes. Nonostante una prestazione non entusiasmante nelle FP2, Bezzecchi ha dimostrato uno dei piloti più in forma. Il pilota della VR46 Accademy ha chiuso le FP1 in seconda posizione, mentre nella seconda si è concentrato sul passo gara raccogliendo ulteriori buoni riscontri.

Leggi anche:

MotoGP | GP Spagna – Qualifiche: Quartararo in pole a Jerez

Nella mattinata di oggi ha mostrare i muscoli è stato, invece, Sam Lowes che, a inizio sessione e con gomma dura, ha segnato il nuovo record della pista.

Sono rimasti, fino ad ora, in ombra piloti di alto calibro come i due Fernandez, Roberts e Di Giannantonio. Solo l’italiano e lo statunitense, nella terza sessione, sono stati capaci di mettersi in mostra chiudendo nelle posizioni di vertice.

Insieme a Bezzecchi, anche Lowes e un ritrovato Navarro sono apparsi tra i migliori in pista e passeranno direttamente alla Q2. Gli altri qualificati alla seconda sessione sono: Gardner, Roberts, R. Fernandez, Schrotter, A. Fernandez, Dixon, Arenas, Vierge, Canet e Ogura.

Sintesi Qualifiche GP Spagna Moto2


Le condizioni meteo a Jerez vedevano un cielo leggermente nuvoloso con 18°C di temperatura e un fastidioso vento di 20 Km/h di media che può creare qualche problema ai piloti.

Q1

I piloti che dovranno lottare per le quattro caselle libere delle Q2 sono: Bulega, Bendsneyder, Garzo, Baldassarri, Ramirez, Dalla Porta, Luthi, Chantra, Manzi, Corsi, Beaubier, Montella, Arbolino, Vietti, Syahrin, Marcon, Hada.

Al termine del primo tentativo lanciato erano Beaubier, ManzI, Garzo e Bendsneyder a strappare virtualmente il pass per la Q2. Il tempo dello statunitense era di 1.41.308. Gli italiani, eccetto il pilota del team Pons, gli altri italiani non apparivano nelle condizioni di qualificarsi.

A 3 minuti dal termine scivola alla undici dell’out lap e termina la sua qualifica anzitempo. Al momento della caduta, il pilota Speed Up era in undicesima posizione.

Stefano Manzi, che ha scelto di non scendere in pista per il secondo tentativo, paga la sua scelta e viene scalzato dalla top 4 da un Nicolò Bulega che, dopo un primo tentativo opaco, trova il giro giusto e si qualifica per la Q2 insieme a Beaubier, Ramirez e Bendsneyder.

Q2

Il primo giro cronometrato lo segna subito un pilota di rilievo come Gardner che, giustamente, segna un tempo altrattanto di rilievo: 1.40.667 che vale come nuovo record della pista. gli unici capaci di rispondere a Gardner sono Di GIannantonio che si mette a soli 7 centesimi dall’australiano di KTM, e Bezzecchi a otto centesimi.

A metà sessione la Pole rimaneva virtualmente in mano a Gardner che precedeva i due italiani Di Giannantonio e Bezzecchi. La seconda fila virtuale era composta da Lowes, Vierge e Raul Fernandez. A completare la top ten c’erano Roberts, Ogura e Dixon.

a sette minuti dal termine scivola alla 13 Aaron Canet che, rialzando la moto, entre velocemente ai box e riesce a riprendere la sessione. Al momento della caduta lo spagnolo aveva l’undicesimo miglior tempo.

Un minuti più tardi cade, questa volta alla sei, Joe Roberts. Il pilota Italtrans riesce a riprendere anche lui il lavoro di time attack.

La terza caduta di giornata è di Jake Dixon che, in coda alla moto di Gardner, scivola alla 7 e, a tre minuti dal termine, chiude anzitempo le sue qualifiche.

Nonostante dei tempi da paura, Lowes perde due volte l’appoggio alla moto e, alla due, cade e, a soli quaranta secondi dal termine, dice addio alla possibilità di prendersi la Pole Position. A sessione scaduta arriva anche la caduta di un Arenas apparso in difficoltà lungo tutta la sessione e che occupava la diciottesima posizione.

Remy Gardner, con il primo tempo segnato nel corso della sessione, conquista una grande Pole Position nel corso delle Qualifiche del GP di Spagna Moto2. A nulla sono valsi i tentativi di Di Giannantonio, Bezzecchi, Raul Fernandez e Lowes di battere il tempo del pilota australiano di KTM.

A concludere la top ten Vierge, Augusto Fernandez, Joe Roberts, Ai Ogura e Jake Dixon. Bulega, unico altro italiano in Q2, partirà dalla tredicesima posizione.

La Moto2 tornerà in pista domani mattina per il Warm Up, e alle 12:20 per la gara del GP di Spagna.

Seguici su Telegram

Moto3 | GP Spagna – Sintesi Qualifica: Suzuki ancora in pole a Jerez. Male Acosta

Mattia Lisa

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico