Moto2 | Incredibile salvataggio di Alex Marquez nelle prove libere [VIDEO]

Salvataggio incredibile di Alex Marquez, fratello di Marc, durante le prove libere del GP del Giappone di Moto2. Il video fa il giro del mondo.

credits: Instagram MotoGP

Ad una ventina di minuti dal termine delle terze prove libere di Moto2 , il leader della classifica del Mondiale, Alex Marquez, è stato protagonista di un numero da brividi. Il campione del mondo Marc Marquez ci ha abituato a salvataggi impensabili, ma qua suo fratello si supera: Alex stava affrontando l’ultima curva del circuito di Motegi quando perde il posteriore della sua Kalex, rischia un highside, ma riesce a evitare la caduta salvando sé stesso e la moto, fino a portarla al traguardo praticamente camminando sull’acqua. Un vero e proprio miracolo. Il video sta già facendo il giro del mondo. Una mossa incredibile, che ricorda quella del grande Randy Mamola nel 1985 a Misano. Marquez salvataggio Giappone video

“E’ stato un buon salvataggio, siamo riusciti ad evitare la caduta” ha spiegato in seguito Alex Marquez ai microfoni di DAZN, scherzando su un aiutino… dal cielo: “E’ scesa la Madonna e ha detto ‘No, tu oggi rimani in sella'”.

Alex Marquez che “cammina sull’acqua” credits: Twitter Alex Marquez

Il commento del fratello, Marc Marquez

Un’acrobazia di cui ha parlato anche il fratello Marc, poleman di oggi nella MotoGP, in conferenza: “E’ stato impressionante, questa volta mi ha davvero superato. Gli è riuscito perché è concentrato, vuole vincere il titolo; ed è anche fortunato, lo hanno ripreso benissimo. L’ho già visto cinquanta volte e non mi stanco di rivederlo, sono cose che ti succedono una o due volte nella vita. E’ rimasto sulla moto ed è riuscito ad evitare una possibile lesione. Mi sarebbe piaciuto vedere la sua faccia da panico dentro il casco…“.

L’allievo ha superato il maestro?

 

 

Seguici anche su Instagram

 

ESCLUSIVA | Auto contro moto: perché le quattro ruote scarseggiano di talenti italiani? Lo abbiamo chiesto a un pilota

Simone Frigerio

Vivo per scrivere, mi nutro di MotoGP e Formula 1