Moto2 | Presentato l’American Racing Team. Beaubier e Kelly i piloti per il 2022

L’American Racing Team ha svelato la squadra che parteciperà al campionato 2022 di Moto2. Al confermato Cameron Beaubier, si aggiunge il debuttante Sean Dylan Kelly che completa una line up tutta statunitense.

Moto2 American Racing Team 2022
Foto: motogp.com

A Los Angeles, l’American Racing Team ha presentato la squadra che parteciperà alla stagione 2022 del Campionato del Mondo Moto2. La squadra americana si presenta con una line up di piloti interamente statunitense, formata da Cameron Beaubier e dal debuttante Sean Dylan Kelly.

Beaubier si appresta ad affrontare la sua seconda stagione nella classe di mezzo del Motomondiale in sella alla Kalex #6. L’americano, classe 1992, è tornato nel paddock del Motomondiale nella stagione 2021, dopo aver conquistato cinque titoli nella classe Superbike del MotoAmerica. La sua stagione di esordio alla guida della Kalex del team americano, terminata al 15º posto, gli ha fruttato due piazzamenti nei primi cinque in Texas e a Portimao. Il ventinovenne di Rosenville è convinto di poter migliorare i risultati del 2021 e di potersi giocare le posizioni calde della classifica nel 2022.

Sean Dylan Kelly debutterà proprio in questa stagione in sella alla Kalex #4. Il giovane diciannovenne statunitense ha firmato un contratto con l’American Racing Team al termine di una stagione straordinaria nella categoria Supersport del MotoAmerica. Kelly ha ottenuto 12 vittorie, laureandosi campione della categoria in sella alla Suzuki del team M4 Suzuki Ecstar. Proprio con l’American Racing Team, Kelly ha preso parte al GP di Valencia di Moto2 nel 2019, sostituendo lo spagnolo Iker Lecuona, senza, però, concludere la gara.


Leggi anche: MotoGP | Presentata la livrea 2022 del Team Gresini


Le parole dei protagonisti

Cameron Beaubier: “Non sto dicendo che questa stagione non sarà dura, ma lo scorso anno è stato veramente tosto. Abbiamo avuto ottimi momenti, un paio di piazzamenti nella top 5, una manciata di piazzamenti nei primi dieci ma anche tanti incidenti. Dobbiamo ripartire da quello che è successo l’anno scorso e non vedo l’ora di farlo.”

“Sono particolarmente eccitato di avere Sean al mio fianco nel team, anche perché siamo entrambi americani. Provo una strana sensazione perché, da quando ho iniziato a correre, ho sempre avuto compagni di squadra più grandi di età. Questa stagione la situazione si è ribaltata.”

“Ho avuto Josh Hayes come compagno di squadra e l’ho sempre osservato per capire come gestire le cose. Ho imparato molto e ora la situazione è opposta. Non vedo l’ora di iniziare questa stagione e spero di rendere fiera la mia squadra.”   

Sean Dylan Kelly: “Non avendo ancora partecipato ad una stagione di Moto2, non ho possibilità di parlare delle mie stagioni passate. Per il prossimo anno spero di poter raccontare una ottima stagione. Oggi non mi sembra reale poter guardare questa bellissima moto con il mio numero sul cupolino. Correrò con il numero 4, nonostante nelle scorse stagioni io abbia sempre utilizzato il 40.”

Per me è un sogno che diventa realtà. Sto vivendo qualcosa che solo un anno fa sembrava lontanissimo. La vita e la carriera sportiva è fatta di alti e bassi. Lo scorso anno è stato incredibile. Ho coronato il sogno di diventare campione nazionale e poi ho firmato un contratto per il Campionato del Mondo. Questo è quello che ho sempre sognato, da quando, a cinque anni, ho iniziato a correre.” 

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

MotoGP | Remy Gardner operato al polso