Moto2 | Sintesi GP Catalunya: Marini vince e allunga in classifica. Solo sesto Bastianini

Luca Marini, dopo un duello con Sam  Lowes, vince il GP di Catalunya Moto2. Chiude in terza posizione Fabio Di Giannantonio. Fuori dai primi cinque Bezzecchi e Bastianini.

Foto: proflo Twitter @SkyRacingTeam

La Moto2 partirà per questo GP di Catalunya con Marini primo nella classifica generale con soli 5 punti di vantaggio su Bastianini, e con 20 sul compagno di squadra. Jorge Martìn, dopo aver saltato le due gare di Misano per via del Covid, è rientrato in pista questo weekend con la quinta posizione nel mondiale, e 46 punti di distacco dalla vetta.

Le qualifiche di ieri hanno consegnato la pole ad un super Luca Marini. Il pilota del Team Sky ha mantenuto la prima posizione nella classifica dei tempi per tutta la sessione. Ad affiancarlo in prima fila ci saranno Navarro e Lowes.

Leggi anche:

Moto3 | Mercato in fermento, Arbolino passa in Moto2

La pista spagnola favorisce molto le Speed Up. Insieme a Navarro, anche Di Giannantonio ha mostrato ottime prestazioni e si è qualificato quarto. A completare la seconda fila ci sarà la sorpresa Dixon, e Bezzecchi.

Invece, le qualifiche del GP di Catalunya non sono state felici felici per Bastianini e Martìn. Il diretto inseguitore di Marini nella classifica generale partirà undicesimo, mentre il futuro pilota del team Pramac scatterà solamente dalla quattordicesima casella della griglia.

Sintesi GP Catalunya Moto2


Alla partenza parte bene Marini e le due Speed Up che si mettono all’inseguimento del pilota del team VR46. Tuttavia, la migliore partenza è di Bastianini. Il pilota Italtrans, partito undicesimo, si mette subito in quinta posizione.

Al termine del primo giro, i primi tre hanno subito messo qualche decimo dal terzetto di inseguitori composto da Bezzecchi, Lowes e Bastianini. I tre del secondo gruppo si stanno scambiando rapidamente le posizioni, lasciando spazio al terzetto di testa.

Al secondo giro, Navarro si vede sorpassato da Di Giannantonio che si mette subito negli scarichi di Marini.

Dopo un grande scatto, Bastianini sembra essere rientrato nella crisi di feeling con il tracciato che ha sofferto anche in qualifica. L’inseguitore di Marini nella classifica generale, al terzo giro è scivolato fino in ottava posizione.Sempre al terzo giro arriva anche una doppia caduta alla 10. I piloti coinvolti sono Manzi e Dallaporta.

Dura solo quattro giri la corsa di Bulega. Il pilota di Gresini stava correndo un buon weekend, ma è stato costretto al ritiro per dei problemi tecnici.

Dopo i primi due giri di studio, Sam Lowes è riuscito a staccarsi da Bezzecchi e, al quinto giro, ha raggiunto il terzetto di testa. Nello stesso giro Roberts ha sorpassato Bezzecchi alla 6, prendendosi la quinta posizione.

Lowes è il più veloce in pista nei primi giri. L’inglese, dopo aver rapidamente agganciato il gruppo dei primi tre, ha velocemente sorpassato Navarro, e si è subito messo negli scarichi dei primi due.

Al sesto giro  si spegne la moto di Jake Dixon. Il pilota stava navigando nelle posizioni intorno alla decima e stava correndo un’ ottima gara.

Navarro è entrato definitivamente in crisi dopo il sorpasso subito da Lowes. Lo spagnolo ha perso il contatto con i primi ed è stato raggiunto da Roberts.

Alla curva dieci dell’ottavo giro, Lowes tenta la staccata della vita e va lungo rischiando di travolgere Di Giannantonio. Il tentativo finisce con un nulla di fatto, e ad approfittarne è Marini che mette un secondo e tre dai due inseguitori.

Nel nono giro cade, rovinosamente, Xavi Vierge. Il pilota, nonostante la brutta caduta, sta bene.

Bezzecchi si complica la vita con un lungo alla 10. L’italiano, che era quinto, ha perso sei posizioni ed è costretto a ripartire in undicesima posizione.

Se alcuni piloti soffrono per le gomme, altri risalgono la classifica. Si tratta di Canet e Bastianini che, in pattuglia, si trovano in quinta e sesta posizione.

Dopo il tentativo di sorpasso fallito, Lowes ha acceso nuovamente il turbo e si è messo nuovamente a caccia di Marini. Tre giri dopo l’errore, l’inglese si è portato a quattro decimi dal leader del Mondiale.

L’undicesimo giro vede un lungo per Canet. Peccato per lo spagnolo che occupava la sesta posizione e, dopo il lungo alla 10, si ritrova nono.

Un giro più tardi si accende un duello tra Bastianini (6°) e Fernandèz. L’italiano, nonostante gli attacchi del pilota KTM, si difende bene e mantiene la posizione. Nello stesso giro arriva un lungo di Martìn. Lo spagnolo non sta vivendo il miglior weekend di carriera e, dopo questo errore, si trova in ventesima posizione.

Nonostante il grande impegno, Lowes non riesce a richiudere gli ultimi decimi di distacco da Marini.

Dopo quattordici giri completati, la classifica recita Marini in testa con 3 decimi di vantaggio su Lowes. Lo spagnolo gode, a sua volta, un secondo e sei di vantaggio su Di GIannantonio che vanta 1 secondo sul duo composto da Roberts e Navarro.

Al quindicesimo giro termina la gara di Jorge Martìn. Il futuro pilota Ducati non è mai stato competitivo nel weekend e, dopo l’errore di pochi giri prima, era scivolato nelle ultimissime posizioni, Nello stesso giro si ritira anche Chantra.

Sul rettilineo che da inizio al sedicesimo giro, Lowes infila Marini e, nelle curve successive, ha continuato a mantenere il grande ritmo che gli ha permesso di mettere subito qualche decimo tra lui e Marini. Nello stesso giro arriva il sorpasso di Fernandèz su Bastianini, e Canet si prende l’ottava posizione su Bezzecchi.

Lowes, dopo aver messo pochi decimi da Marini, non è più riuscito a guadagnare tempo. Il pilota del Team Sky ha ripreso a segnare grandi giri e si è messo subito al lavoro per studiare il sorpasso sull’inglese.

Alla curva dieci del ventesimo giro Lowes sbaglia totalmente la staccata e apre la strada a Marini che prende la scia dell’inglese sul rettilineo finale e, alla staccata della uno, svernicia il pilota del Marc VDS.

Lowes non ci sta e non si fa distaccare da Marini. Tuttavia, nel giro successivo, Lowes va ulteriormente lungo e spiana la strada per la vittoria di Marini. Nello stesso giro cadono Chantra e Fernandèz alla 2.

All’ultimo giro, mentre Marini si prende la vittoria, Bastianini raggiunge il duo formato da Roberts e Navarro. Bastianini, in questo modo, vede la possibilità di prendere la quarta posizione.

Luca Marini vince il GP di Catalunya Moto2! Il pilota passa trionfalmente sul traguardo davanti a Sam Lowes che va subito a congratularsi con l’avversario.

Il podio viene chiuso da Di Giannantonio. Niente da fare per Bastianini che chiude sesto, dietro a Navarro e Roberts. Settima e ottava posizione per, rispettivamente, Bezzecchi e Canet. Chiudono la top ten  Ramirèz e Schrotter.

In classifica generale Marini allunga su Bastianini che, dopo la gara, accusa un ritardo di venti punti. Peggio va a Bezzecchi che si porta a quota -36 e, contemporaneamente, si vede avvicinare Sam Lowes.

motogp.com

La Moto2 tornerà in pista, come tutto il Motomondiale, tra due weekend sul circuito di Le mans.

Seguici su Telegram

MotoGP | Rossi – Petronas, c’è la firma!

Mattia Lisa

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico