Moto3 | GP Stati Uniti – Sintesi Gara: Guevara vince una gara caratterizzata da bandiere rosse e polemiche

Izan Guevara conquista il GP degli Stati Uniti della Moto3. Lo spagnolo precede sul podio Dennis Foggia e John McPhee in una gara caratterizzata da due bandiere rosse e da una lunga discussione per decidere la classifica finale. Moto3 Stati Uniti Gara

Moto3 Stati Uniti Gara
Credit: Profilo Instagram: @izanguevara28

Rocambolesca vittoria per Izan Guevara nella gara del Gp degli Stati Uniti della Moto3. Il pilota della GasGas vince la sua prima gara in carriera, grazie alla doppia bandiera rossa sventolata sul circuito di Austin. Guevara aveva chiuso infatti in testa la prima parte di gara, salvo poi ritirarsi dopo la ripartenza. La bandiera rossa esposta al secondo giro della seconda gara, hanno fatto sì che la stessa non venisse considerata e che, per convalidare i risultati della gara, venissero presi i risultati della prima parte del GP.

Lo spagnolo porta così a casa la vittoria  e precede sul podio Dennis Foggia e John McPhee. Podio dall’importanza doppia per Foggia che porta a soli trenta punti il suo distacco da Pedro Acosta, ottavo al traguardo, in classifica generale. Festeggia del risultato di Acosta anche Sergio Garcia che perde soli otto punti dal pilota spagnolo.

SINTESI DELLA GARA

Alla partenza un buono scatto premia Xavier Artigas che, forse anche grazie ad una partenza anticipata, gira in testa alla Curva 1. Lo spagnolo finisce leggermente largo alla staccata e viene passato da Jaume Masia, scattato dalla pole.
Alla staccata della Curva 12 Artigas e Izan Guevara passano Masia. Alle loro spalle è salito Jeremy Alcoba con i primi quattro che stanno cercando di allungare sul resto del gruppo.

La gioia per l’ottimo spunto di Artigas, nel box del Team Leopard dura però solo qualche secondo: lo spagnolo è infatti partito prima dello spegnimento dei semafori e dovrà eseguire due Long Lap Penalty.. Alle spalle del gruppo di testa è salito intanto Dennis Foggia che ha passato alla staccata della Curva 20 Deniz Öncü.

Continua la lotta in testa tra Artigas e Guevara, con lo spagnolo del Team Leopard che va però a scontare la prima delle due penalità e rientra nella traiettoria canonica in tredicesima posizione.

Dopo i primi tre giri i primi tre piloti hanno guadagnato mezzo secondo di vantaggio su Foggia. Il pilota italiano, con il giro veloce della gara, sta provando a ricucire il gap, portandosi dietro il resto del plotone. Completa il suo secondo Long Lap Penalty Artigas che rientra nel secondo gruppo in quindicesima posizione.

Lavoro completato, intanto, per Dennis Foggia che dopo tre giri all’inseguimento ha ricucito il suo gap con il terzetto di testa. Il pilota italiano non perde tempo e nel rettilineo che porta alla staccata della Curva 12 passa sia Masia che Alcoba e si porta in seconda posizione.

A dodici giri dal termine primo tentativo di fuga di Izan Guevara che ha guadagnato sei decimi su Foggia. Alle spalle del pilota italiano è risalito McPhee che alla staccata della Curva 12 passia sia Alcoba che Masia.

All’ottavo giro di gara nuovo tentativo di fuga per Guevara, Foggia, McPhee e Masia. Si accorge di questo Pedro Acosta che nella staccata della Curva 1 passa tre piloti per salire in quinta posizione. La Direzione Gara ferma però la gara nel corso dello stesso giro a causa di un caduta con Filip Salac coinvolto.

La bandiera rossa è una fortuna per Nicolò Antonelli che era caduto alla staccata di Curva 1 qualche secondo prima dello stop alla corsa.

La gara, come previsto da regolamento, non è conclusa. La direzione gara opta così per una sprint race: saranno solamente cinque i giri da percorrere alla ripartenza.

LA RIPARTENZA

Alla seconda partenza è Izan Guevara mantiene la prima posizione girando in testa alla Curva 1 davanti a Deniz Öncü e John McPhee. Scivola in quarta posizione Dennis Foggia. Alla staccata della Curva 12 lo posizioni si mescolano nuovamente: Darryn Binder sale in terza posizione mentre Acosta, intruppato nel gruppo, scende nono.

Guevara prova nuovamente ad allungare il gruppo tirandosi dietro, nell’ordine Binder e McPhee. Dietro alla coppia del Team Petronas Öncü e Masia, con un ottimo gioco di squadra, rallentano la rimonta di Foggia, sorpassandolo. Alla Curva 12 un problema tecnico blocca la rincorsa di Guevara alla prima vittoria in carriera: il pilota spagnolo è costretto al ritiro. ù

Al terzultimo passaggio sul traguardo a passare in testa al gruppo è John McPhee. Nel rettilineo che porta alla Curva 12 incidente terribile che vede coinvolti Alcoba, Migno e Acosta. Il pilota del Team Gresini tampona in piena velocità Deniz Öncü, colpevole di aver cambiato traiettoria in pieno rettilineo. Migno e Acosta, che seguivano lo spagnolo, centrano in pieno la moto e cadono a loro volta. Nessuna conseguenza per i tre piloti, mentre la direzione gara ferma ancora la gara.

Tra le polemiche di piloti e Team Manager e il poco tempo a disposizione, la direzione gara sceglie di non far riprendere la gara. La classifica al traguardo è quella della prima bandiera rossa.

Stando quindi ai risultati presi i considerazione dalla Direzione Gara, Izan Guevara è il vincitore del GP degli Stati Uniti. Lo spagnolo porta a casa meritatamente la sua prima vittoria in carriera.

Seconda posizione per Dennis Foggia che guadagna tanti punti in classifica nei confronti di Pedro Acosta, che chiude ottavo. Completa il podio John McPhee.

RISULTATI GARA GP STATI UNITI

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote.

Superbike | GP Portogallo – Sintesi Gara2: Rea vince a Portimao! Fuori Razgatlioglu

Riccardo Orsini

Marchigiano classe '99, sono cresciuto tra una pista di kart e una di motocross. Il motorsport è sempre stato parte integrante della mia vita e spero di condividere la mia passione ai lettori.