Moto3 | GP Stati Uniti – Sintesi Qualifiche: Ancora uno-due italiano. Migno precede Foggia e Artigas

Parlano italiano le Qualifiche del GP degli Stati Uniti Moto3. Migno precede nuovamente Foggia di soli sei centesimi. Artigas scatterà dalla terza casella. Deludono i due piloti Aspar.

Qualifiche Stati Uniti Moto3
Credit: Twitter

La Moto3 corre arriva le Qualifiche del GP degli Stati Uniti con diverse defezioni nelle line up. Infatti, non saranno in pista ancora McPhee e Munoz. Il primo, infortunatosi in allenamento dopo il Qatar, verrà sostituito da David Salvador che torna dopo qualche fugace apparizione lo scorso anno con Snipers. Munoz, in attesa che compia i sedici anni, viene ancora sostituito da Gerard Riu Male.

La classifica generale dopo la tappa argentina proietta Garcia in testa con 58 punti, quattro in più di Dennis Foggia. Guevara, terzo in classifica, gode di 28 punti, ben 30 in meno rispetto a Garcia.

Leggi anche:

MotoGP | GP Stati Uniti – Sintesi FP3: Quartararo il più veloce della sessione

Le FP1 di ieri hanno visto un uno-due tutto italiano, con Migno a precedere Foggia di tre decimi e otto. Tatay ha colto il terzo tempo, facendo meglio di Masia, Artigas e il rookie Moreira. Lo stesso risultato, con piloti invertiti è stato quello finale delle FP2. Foggia ha preceduto il pilota Snipers sempre di tre decimi e otto. I distacchi sono stati pressoché uguali nelle due sessioni, con la differenza limitata a soli due millesimi.

Al di fuori dei giochi dati dal destino e dai numeri, oggi il programma in pista è proseguito con le FP3, dove la miglior prestazione, ancora una volta, è andata nelle mani di Foggia. Il secondo tempo è stato ad appannaggio di Masia, con un distacco di quattro decimi e sei; il terzo, invece, l’ha segnato Masia. Indubbiamente sono stati loro i grandi protagonisti di queste Qualifiche.

Sintesi Qualifiche GP Stati Uniti Moto3


Le Qualifiche del GP degli Stati Uniti Moto3 si sono svolte sotto un cielo sereno, con temperature di 29°C per l’asfalto e oltre 35 per l’asfalto. Il vento promette di dare fastidio ai piloti della classe minore visti i 30km/h a cui soffia.

Q1

I piloti che hanno preso parte alla Q1 sono: Bertelle, Bartolini, Artigas, Ortola, Nepa, Fellon, Fernandez, Ogden, Salvador, Furusato, Riu Male, Yamanaka, Aji, Carrasco e Whatley. Surra è stato dichiarato unfit in seguito alla rottura dello scafoide subita nella caduta nel corso delle FP3.

Nei primissimi secondi di sessione cade Mario Aji alla undici. Artigas segna il primo tempo assoluto in 2.17.390. Il tempo si rivela valido per il primo tentativo e, infatti, resiste agli attacchi di Bertelle, Ogden e Fernandez

Il secondo tentativo vede Artigas migliorare il proprio riferimento di oltre quattro decimi. Si migliorano anche Bartolini, che si mette secondo a sei decimi, e Nepa, secondo a solo un decimo da Artigas.

A metà sessione la classifica vedeva virtualmente promossi Artigas, Nepa, Bartolini e Fernandez. Bertelle era quinto, seguito da Ogden, Ortola, Salvador, Furusato, Riu Male, Carrasco e Whatley. Risultavano senza tempo Fellon e il caduto Aji.

A tre minuti dal termine viene cancellato il giro di Artigas per essere andato sul verde. Lo spagnolo, da primo con un decimo di vantaggio su Nepa, scende in seconda posizione a quattro decimi dall’italiano.

Nel penultimo tentativo si accende Ogden che, però, trova traffico nel T4. Nonostante il traffico, l’inglese si mette davanti a tutti e scalza Fernandez dai migliori quattro.

L’ultimo tentativo vede Artigas come unico protagonista. Lo spagnolo di Prustel chiude il giro lanciato in 2.16.719 e si prende la migliore prestazione finale. Artigas, Ogden, Nepa e Bartolini. I restanti piloti partiranno, al netto di penalità date da impeding che non mancheranno, in questo ordine: Fernandez, Bertelle, Yamanaka, Ortola, Riu Male, Salvador, Furusato, Carrasco, Whatley, Fellon (che ha visto due giri rovinati dal traffico nel T4) e Aji.

Q2

I piloti che hanno preso parte alla seconda sessione di Qualifiche del GP degli Stati Uniti sono: Fogia, Migno, Holgado, Masia, Guevara, Oncu, Toba, Tatay, Suzuki, Sasaki, Garcia, Rossi, Moreira e Kelso. Ai già citati, vanno aggiunti i quattro piloti qualificatisi dal Q1.

Sin dal via della sessione iniziano le tattiche per avere il traino giusto, con tutti i piloti che cercano di desistere dal fornire il traino agli altri.  Masia ferma per primo il cronometro su un deludente 2.16.856 che viene facilmente sopravanzato da Toba, Oncu e Guevara. Il tempo del pilota Aspar è l’unico a essere competitivo rispetto ai riferimenti segnati dagli altri piloti nei primi tentativi.

Nel secondo tentativo si migliorano in molto, ma soprattutto, Migno che, al T3, passa con quattro decimi di vantaggio. Sul traguardo Migno si prende la Pole in 2.16.216, quasi quattro decimi meglio del tenoi segnato da Oncu. Difficoltà, invece, per Foggia che, dopo due tentativi, si classifica con il dodicesimo tempo. Il terzo giro lanciato vede Foggia rialzarsi e prendere il quarto crono.

Leggi anche:

MotoGP | GP Stati Uniti – Sintesi Qualifiche: Martin conquista la Pole su una griglia che vedrà cinque Ducati nelle prime sei

A metà sessione la classifica era la seguente: Migno, Oncu, Masia, Foggia, Holgado, Guevara, Moreira, Nepa, Toba, Ogden, Bartolini, Garcia, Artigas, Sasaki, Suzuki, Rossi, Kelso e Tatay.

Foggia opta per non fermarsi e, nel giro che sarebbe dovuto essere di rientro, non si migliora e rimane quarto. I due piloti Ajo, invece, escono dai box in solitaria.

Nel penultimo tentativo, dopo un giro passato a due decimi dal tempo di Migno, guadagna tre decimi nel T4 e si prende la Pole provvisoria in 2.16.158. In un mare di caschi grigi, Foggia continua ad accendere caschi rossi e si migliora di ulteriori due centesimi.

A tempo scaduto, Migno si prende la Pole per tre decimi su Artigas che, per pochi centesimi, si era preso la Pole. Foggia prova a rispondere e, dopo avere un rosso nel T3 per sei millesimi, taglia il traguardo con soli sei centesimi di ritardo da Migno.

Andrea Migno conquista la Pole Position al termine delle Qualifiche del GP degli Stati Uniti Moto3. Il pilota romagnolo precede il romano Foggia e Artigas, partito dal Q1. La seconda fila vedrà partire Oncu, Masia e Moreira, mentre la terza sarà composta da Holgado, Toba e Sasaki. i restanti piloti partiranno in questo ordine: Guevara, Nepa, Ogden, Bartolini, Tatay, Garcia, Suzuki, Rossi e Kelso.

 

La Moto3 torna in pista domani alle 21:30 per la gara del GP degli Stati Uniti.

Seguici su Telegram

 

Mattia Lisa

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico