Moto3 | Sasaki dimesso dall’ospedale di Barcellona

Dopo il ricovero in ospedale causato dell’incidente di domenica, Sasaki è stato dimesso dall’ospedale di Barcellona. Nessuna grave conseguenza per lui.

Sasaki Barcellona
Credits: corsedimoto

Dopo il brutto incidente che ha coinvolto Sasaki insieme a Foggia ed Artigas, l’ospedale di Barcellona ha dimesso il giovane giapponese. La dinamica dell’incidente aveva lasciato tutti senza fiato, ma fortunatamente sia il giovane giapponese che i piloti Leopard se la sono cavata senza nulla di grave. Sasaki ha rimediato un ematoma alla testa e una piccola frattura nella zona del sopracciglio sinistro.

Sul comunicato che ha rilasciato il Team Tech3 si può leggere : “In seguito all’incidente Ayumu era stato trasferito nell’ospedale locale. Tenuto in osservazione a causa di un ematoma rilevato nella testa e di una piccola frattura nella zona occipitale dell’occhio sinistro. Dopo ulteriori controlli neurologici i medici lo hanno dimesso oggi e continuerà il recupero a casa.”

Soltanto una settimana prima, Sasaki era rimasto coinvolto nel tragico incidente che è costato la vita a Jason Dupasquier. Dopo i due weekend del Mugello e di Barcellona, la direzione gara della Moto3 ha deciso di iniziare a cambiare le cose. Migno era stato molto duro nell’attaccare i commissari, rei di essere troppo leggeri nelle sanzioni, e si è riservato un attacco anche nei confronti dei suoi colleghi. Ma il pilota del Team Snipers non è l’unico a ritenere la Moto3 troppo pericolosa: anche Paolo Simoncelli, Valentino Rossi e Pecco Bagnaia sono stati duri nel commentare la categoria. Ora i rappresentanti di FIM, IRTA e Dorna hanno deciso di intevenire sul regolamento, applicando cambiamenti sin da subito.

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote.

Classifica MotoGP, Moto2, Moto3 e MotoE dopo il GP di Catalogna a Barcellona