MotoE | Cambiamenti in vista per il 2021

La Coppa del Mondo MotoE, giunta ormai alla terza edizione, andrà incontro a dei piccoli cambiamenti per il 2021.

MotoE

La seconda stagione di MotoE, serie che accompagna il motomondiale dal 2019, ha visto trionfare a sorpresa Jordi Torres, pilota del team Pons Racing al debutto nella categoria. Lo spagnolo ha conquistato la corona proprio nell’ultimo round della stagione a Le Mans. Il direttore esecutivo della MotoE Nicolas Goubert ha commentato così la competitività dei nuovi arrivati nella categoria elettrica.

“La buona notizia è che fin dalla prima tappa a Jerez molti piloti nuovi alla categoria erano già a giocarsi le posizioni di vertice. Questo vuol dire che la nostra è una moto alla quale è relativamente facile adattarsi. Certamente non è come guidare le altre moto, ma sicuramente è più semplice da guidare rispetto allo scorso anno.”

Un’altra buona notizia per la categoria elettrica è senza dubbio l’abbassamento dei tempi sul giro a distanza di un anno.

“Siamo molto contenti del miglioramento dei tempi sul giro, è stato uno step enorme. Stiamo parlando di 1.5 o addirittura 2 secondi a giro più veloce dello scorso anno. Questo è frutto del grande lavoro di Energica nel migliorare le proprie moto, così come di Michelin ed Ohlins. Quest’anno tutto il pacchetto era molto più competitivo.”

Dorna ha deciso di premiare la MotoE concedendo ben sei appuntamenti per la stagione 2021: si passa dai quattro eventi del 2019, ai cinque del 2020 fino ad arrivare a sei. Tutte le gare della stagione elettrica saranno in Europa.

Cambieranno leggermente le gomme nella nuova stagione, con un impegno rinnovato da parte di Michelin, che porterà delle gomme fatte in parte da materiale riciclato.

“Le gomme saranno il cambiamento più importante per il prossimo anno: Michelin continuerà a lavorare per noi, portando in pista delle gomme molto simili a quelle della MotoGP. In più le nostre gomme saranno in parte fatte di materiale riciclato, per essere più eco-friendly.”

Un’altra novità saranno i caricatori, forniti da Enel X, che saranno più potenti a partire dal 2021. Questo permetterà ai piloti di percorrere un giro di pista in più, inoltre questi nuovi caricatori chiederanno meno energia elettrica all’impianto.

“Riguardo la moto in sé non cambierà nulla: questa è un’opportunità per i piloti ed i team di migliorare con il mezzo che già dispongono. Crediamo che si possa ancora migliorare molto con questo pacchetto: questo non vuol dire che Energica abbia smesso di lavorare. La casa italiana sta migliorando le moto ogni giorno.”

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote.

MotoGP | Gresini Racing continua fino al 2026 ma da team indipendente

Aggio Valentino

19 anni, amante di MotoGP e Superbike.