MotoGP | Alex Marquez ha come obiettivo diventare rookie dell’anno

Il nuovo pilota Repsol Honda, Alex Marquez, punta a diventare rookie dell’anno, come obiettivo della sua prima stagione in MotoGP.

credits: Honda Racing Corporation

Alex Marquez veste per la prima volta i colori della sua nuova squadra e afferma che il suo obiettivo principale è quello di essere il rookie dell’anno nel mondiale 2020 di MotoGP, nella sua prima apparizione ufficiale come pilota Repsol Honda.

Il più grande colpo di scena della MotoGP del 2019 è stato senza dubbio il passaggio di Alex Marquez alla Honda HRC, come sostituto di Jorge Lorenzo; dopo che il cinque volte campione del mondo ha sbalordito il paddock annunciando che si sarebbe ritirato dalle corse. La stagione 2020 vedrà il campione del mondo in carica della Moto2 spostarsi nello stesso garage di suo fratello, nonché l’attuale campione del mondo della MotoGP, Marc Marquez.

Dopo aver acquisito la sua prima esperienza con la Honda RC213V ai test di fine stagione a Valencia e Jerez, a novembre; Marquez si è mostrato per la prima volta nei colori della sua nuova squadra, in coincidenza con l’inizio ufficiale del suo contratto HRC. In questa cornice ha risposto ad alcune domande, ammettendo di avere molto da imparare in breve tempo nel 2020, ma di avere come obiettivo diventare il miglior debuttante della stagione.

 

Le parole di Alex Marquez:

Posso dire che voglio essere il rookie dell’anno, questo è il primo obiettivo. Ma per mettere un obiettivo su posizioni o qualcosa del genere bisogna aspettare, in questo momento mi concentro sulla comprensione della moto e sul tentativo di avere più sensibilità per costruire la mia fiducia. Prima della gara del Qatar, sarò in grado di vedere un po’ meglio qual’è la nostra posizione reale e cosa possiamo fare dalla prima gara.”

“Penso che per ogni debuttante sia un sogno far parte di una squadra factory. Dopo aver vinto il campionato Moto2 il tuo obiettivo è quello di essere un pilota ufficiale, e questo è diventato realtà per me. Far parte del Repsol Honda Team, è un onore. So che è una sfida, ma è una bella sfida. Dal primo momento ho detto che volevo questa opportunità, al 100% e ora provo a godermela.”

 

Con Alex Marquez che si trasferisce nella singolare situazione di avere suo fratello come compagno di squadra, per la prima volta due fratelli saranno nella stessa squadra in MotoGP. Il giovane Marquez ha parlato anche del suo rapporto col fratello Marc; da cui vede molti vantaggi, ma vuole ancora formare “una situazione normale”, sia come compagni di squadra, che come rivali con Marc in pista come.

Alex Marquez dovrebbe avere vita facile nel raggiungere il titolo di rookie dell’anno, visto che i suoi avversari, Iker Lecuona e Brad Binder, guidano rispettivamente una KTM Tech3 e una KTM factory, non proprio le moto più veloci del campionato.

MotoGP | Lorenzo potrebbe diventare collaudatore Yamaha

Simone Frigerio

Vivo per scrivere, mi nutro di MotoGP e Formula 1