MotoGP | Analisi inizio stagione: Ducati giovane e veloce

ducati jack miller pecco bagnaia motogp 2021 test qatar analisi inizio stagione record velocità motore desmosedici pramac zarco martin
credits: motogp.com

È una Ducati che fa paura quella vista nei test in Qatar, e i due giovani Miller e Bagnaia la fanno volare a suon di record, ma la Rossa riuscirà ad essere competitiva anche nei circuiti dove il motore non fa la differenza? analisi ducati inizio stagione test motogp

Record del circuito, e record di velocità per una Ducati che nei test ha messo in mostra tutto il potenziale, spaventando gli avversari. Jack Miller ha siglato il miglior tempo dei test con un 1:53.183, mentre Bagnaia si è accontentato del quinto tempo più veloce. Entrambi i piloti hanno dichiarato di non aver mai guidato così bene una Ducati, qualcosa vorrà pur dire. Tra i due Ducati troviamo le tre Yamaha di Quartararo, Vinales e Morbidelli, tutti in due decimi e mezzo. Con la differenza che Ducati riesce ad avere anche 10 km/h in più rispetto a Yamaha, in rettilineo. Se la Ducati riuscirà a dimostrare un buon passo anche nei circuiti in cui il motore non fa la differenza, come invece è in Qatar, allora la Rossa di Borgo Panigale potrebbe davvero tornare a lottare per un Mondiale piloti che manca da 14 anni.

MotoGP | Arriva l’ok dei medici, Marquez può tornare in moto, obiettivo Qatar?

Jack Miller scatenato

Un Miller carichissimo arriverà al primo GP della stagione in Qatar, con l’obiettivo di essere sin da subito davanti a tutti. “Ho tanta fiducia nella parte anteriore. Posso rilasciare i freni più facilmente, lasciare che la moto vada in curva e portare con me una discreta velocità. Non ho mai avuto questa fiducia, soprattutto nelle curve veloci. È fantastico ed è sicuramente il più grande vantaggio per me.“

Attenzione a Bagnaia

Se Miller potrebbe sembrare la prima guida Ducati, per esperienza, e velocità mostrata in questi test, forse è il caso di non sottovalutare Francesco Bagnaia. “Sono in top ten senza aver fatto un time attack, e questa è un’ottima notizia. Penso che abbiamo fatto un ottimo lavoro. Mi sono sentito a mio agio sulla moto sin dall’inizio, abbiamo lavorato su due diverse opzioni di set-up e poi ne abbiamo selezionata una. Penso che siamo pronti per la prima gara.“

MotoGP | Test Qatar, Rins ha provato il motore Suzuki 2022: “Simile, ma già più veloce”

I test della Ducati Pramac analisi motogp

In un’analisi di Ducati, nei test MotoGP, va aggiunta l’ottima forma di Johann Zarco, nel team Pramac, autore della più alta velocità mai registrata sul rettilineo del Qatar (358 km/h). Il francese quest’anno avrà a disposizione una Ducati ufficiale, e visti i tempi registrati durante questi test, c’è da scommetterci che sarà uno dei protagonisti del 2021 di MotoGP. Da non dimenticare anche il buon feeling già trovato dal rookie Jorge Martin, che ha definito la Ducati: “Più semplice di quanto mi aspettassi“.

Nei prossimi giorni analizzeremo nel dettaglio il pre stagione degli altri due rookie Ducati: Enea Bastianini e Luca Marini. Nel frattempo qui potete trovare l’analisi di inizio stagione della Yamaha.

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote.

Simone Frigerio

Vivo per scrivere, mi nutro di MotoGP e Formula 1