MotoGP | Analisi metà stagione – Viñales: una stagione in salita

La stagione di Maverick Viñales non è iniziata come si aspettava, ma negli ultimi week end di gara la situazione è migliorata. Di seguito un’analisi gara per gara della prima parte di stagione. Analisi motogp stagione

Analisi motogp stagione
Maverick Viñales Foto: motogp.com

Maverick Viñales è arrivato alla pausa estiva come primo pilota Yamaha in classifica con 85 punti, 5 punti in più del compagno di squadra Valentino Rossi e 100 punti in meno dal leader Marc Marquez. Analisi motogp stagione

La sua stagione non è iniziata nel modo in cui si aspettava.

In Qatar, dopo essere partito dalla pole position, in gara è arrivato solo 7° con un distacco di 2 secondi e mezzo, mentre il suo compagno di squadra, partito dalla 14° posizione è arrivato 5° con un distacco di soli 6 decimi dal vincitore.

Arrivati in Argentina, il sabato Maverick si qualifica in seconda posizione. La partenza non è il suo forte, infatti appena partiti perde subito posizioni. Nel corso della gara riesce a recuperare fino ad arrivare nei primi 5, ma all’ultimo giro viene coinvolto in una caduta con Franco Morbidelli.

In Texas le cose in gara non vanno meglio. Per Viñales è stata una gara difficile e complicata fin da subito. Qualche millesimo di secondo prima che si spegnesse il semaforo rosso, lui fa un movimento che in direzione gara fu visto come partenza anticipata. Nonostante questo piccolo movimento la sua partenza non è perfetta e nelle prime curve si ritrova nelle retrovie. Dai box gli viene comunicato che avrà una penalità. Di sua spontanea iniziativa effettua un long lap penalty, ma subito dopo gli viene comunicato che la sua penalità sarebbe stato un ride through. Dopo aver scontato il passaggio a velocità ridotta in pit lane, riesce a recuperare posizioni finendo la propria gara in 11° posizione.

Arrivati in Europa, per lui le cose sembrano andare meglio.

Nella pista di Jerez, per la prima volta in questa stagione, a fine gara riesce ad essere la prima Yamaha al traguardo salendo sul terzo gradino del podio.

A Le Mans le cose non si mettono bene fin dalla qualifica. Con la pista bagnata si qualifica solo con l’undicesimo tempo. In gara, complice la sua partenza non perfetta, si ritrova nuovamente a lottare nelle retrovie. La sua gara finisce dopo pochi giri quando Francesco Bagnaia cadendo centra anche il pilota spagnolo.

Al Mugello, Yamaha sapeva che avrebbero sofferto per tutto il week end, e così è stato. Maverick si qualifica in terza fila e in gara si ritrova a lottare nelle retrovie per poi negli ultimi giri recuperare posizioni fino ad arrivare alla 6° posizione. Al traguardo è stata la miglior Yamaha.

Nella pista spagnola di Barcellona, le cose hanno preso una piega migliore.

Entrambe le Yamaha sembrano competitive per lottare per la vittoria. In qualifica, nelle prime 5 posizioni troviamo tutte e 4 le moto Yamaha. Durante il week end, Maverick è riuscito a trovare qualcosa che lo aiuti nella partenza senza dover perdere posizioni. La domenica in gara, infatti, riesce a partire bene e mantiene le posizioni di vertice. La sua gara, insieme a quella di Valentino Rossi e Andrea Dovizioso finisce al 2° giro alla curva 10 quando Jorge Lorenzo fa strike.

Il suo miglior week end arriva ad Assen. Dopo una buona qualifica, in gara si trova a lottare con Marquez e Quartararo per la vittoria. Viñales riesce ad avere la meglio e passa sotto la bandiera a scacchi per primo riportando così la Yamaha alla vittoria che mancava dalla gara dello scorso anno in Australia.

L’ultima gara prima della pausa estiva è al Sachsenring. Lottare qui per la vittoria è molto difficile, ma dopo la vittoria ad Assen ci vuole provare. Dopo pochi giri, Marc Marquez prende vantaggio, mentre Maverick si trova in lotta prima con Rins (prima della sua caduta) per la seconda posizione e poi con Crutchlow. Sotto alla bandiera a scacchi passerà secondo.

Da inizio stagione, Maverick Viñales è riuscito a risolvere il problema che aveva alla partenza, infatti nelle ultime 3 gare prima della pausa, riusciva a partire senza perdere troppe posizione come è successo nelle precedenti gare. Analisi motogp stagione 

Dati statistici di questa prima parte di stagione

Pole position: 1

Vittorie: 1

Podi: 3

MOTOGP | Jorge Lorenzo out fino a Silverstone.

mm

Silvia Maestrelli

Ragazza appassionata del motor sport da sempre, in particolare di Moto Gp, Moto 2, Moto 3 e F1. Sono uno degli amministratori del gruppo Facebook VALENTINIANIDOC46.