MotoGP | Aprilia tratta con Lorenzo e pensa a Crutchlow per il 2021

In Aprilia vogliono avere in squadra un nome importante per il 2021: si tratta con Lorenzo per un ruolo da collaudatore. Per sostituire Iannone invece il nome più caldo è quello di Crutchlow.

 

Aprilia Lorenzo 2021
Credits: Moto.it

A Noale si lavora senza sosta per costruire un progetto vincente per il futuro. Fondamentale per l’Aprilia sarà la scelta dei piloti per il 2021 e i nomi che orbitano intorno alla casa italiana sono importanti: si tratta di Jorge Lorenzo e Cal Crutchlow. Per il primo si prospetta un ruolo da test rider, mentre per Crutchlow sarebbe pronta la moto per affiancare Espargaro.

Già in conclusione di questo 2020 Aprilia sta lavorando sulle line-up del 2021, concedendo a Lorenzo Savadori di correre gli ultimi 3 GP della stagione al posto di Bradley Smith. Il giovane italiano il prossimo anno sarà collaudatore per Aprilia proprio al posto del britannico e queste tre gare saranno un’occasione per fare esperienza. Ma a Noale chiedono 2 test rider e al fianco di un giovane che vuole imparare, sarebbe perfetto affiancare un pilota esperto, magari anche campione del mondo. Qui entra in scena Jorge Lorenzo.

Un campione del mondo per Aprilia

A Lorenzo l’esperienza non manca, con 5 titoli vinti nel motomondiale è ancora uno dei piloti più appetibili per qualunque costruttore. Il maiorchino attualmente è sotto contratto con Yamaha, ma i rapporti tra il pilota e la casa di Iwata sono diventati abbastanza freddi, tant’è che in giappone stanno pensando di sostituirlo con Dovizioso.

Aprilia Lorenzo 2021
             Lorenzo ha già corso con Aprilia in 250. Credits: Unknown

Secondo Speedweek, il matrimonio tra Aprilia e Lorenzo sarebbe già cosa fatta, ma la realtà è che i contatti tra le parti sono appena cominciati. Un pilota del calibro di Lorenzo sarebbe un innesto fondamentale per una squadra che vuole arrivare a vincere. Ingaggiare un campione del mondo ha però un costo elevato: il fattore economico potrebbe essere uno scoglio difficile da superare, ma in casa Aprilia c’è la volontà di provarci fino in fondo.

Se la coppia di collaudatori sembra essere almeno sulla carta decisa, diversa è la situazione per i piloti che dovranno competere nel mondiale. Aleix Espargaro è sicuro del suo posto, ma al suo fianco non si sa ancora chi ci sarà. Il rinvio della decisione finale sul caso Iannone da parte del TAS a metà novembre, ci costringe ad attendere ancora un po’ prima di conoscere il nome del secondo pilota Aprilia.

Crutchlow al 90% se non torna Iannone

Ma a Noale si stanno guardando intorno, per non farsi cogliere impreparati in caso di squalifica di Iannone. In realtà, anche se il pilota abruzzese dovesse venire assolto, non è sicuro di trovare ancora il suo posto in MotoGP il prossimo anno, perchè tra i piloti senza una sella nel 2021 ci sono dei top rider come Dovizioso e Crutchlow. Lo stesso Massimo Rivola ha confermato che sono questi i due nomi da considerare papabili per un posto in Aprilia nel 2021.

Con Dovizioso a dirla tutta i contatti ci sono stati, ma la fumata bianca non è arrivata. Dovi chiede troppi soldi secondo Aprilia, mentre il forlivese stesso non è convinto di sposare un progetto che non gli permetterebbe di essere subito competitivo. Trovare un accordo sembra praticamente impossibile.

Crutchlow invece non ha mai nascosto di essere interessato al posto in Aprilia. L’inglese sarebbe disposto a dedicarsi allo sviluppo della RS-GP, anche senza la certezza di essere competitivo. Al di là dei guai fisici che hanno minato la sua stagione, Crutchlow si è dimostrato ancora veloce conquistando due prime file, quindi al 90% se non ci sarà Iannone, in Aprilia nel 2021 troveremo l’inglese.

L’ingaggio di Lorenzo e Crutchlow sarebbe un importante sviluppo nel piano di rilancio di Aprilia. Rivola in questi mesi ha costruito una solida base portando nel reparto corse volti nuovi, anche dalla Formula 1, e due piloti esperti e vincenti nel team sarebbero il tocco finale perfetto.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

MotoGP | Jack Miller duro sui tempi cancellati per bandiere gialle: “È una regola stupida”