MotoGP | Bagnaia: “Non sono in Ducati per essere secondo”

Pecco Bagnaia, nonostante un compagno di squadra scomodo come Jack Miller, non si sente indietro nelle gerarchie della Ducati. L’australiano è uno dei candidati al Mondiale, quindi Bagnaia dovrà dimostrare di poter lottare insieme ai migliori.

Bagnaia Ducati
Foto: MotoGP.com

Per Pecco Bagnaia si avvicina l’inizio della sua prima stagione da pilota ufficiale, in una Ducati tutta nuova, dato che a completare la line-up ci sarà Jack Miller. Proprio l’australiano, dopo i test in Qatar dove è stato il più veloce, si è preso di forza la candidatura ad uno dei pretendenti al titolo iridato. Ma in una Ducati che sembra decisamente migliorata rispetto all’anno scorso, Pecco non vuole nascondersi all’ombra del suo compagno di squadra. Nei test l’italiano si è fermato a 0.281” dietro al tempo di 1:53.183 di Miller, ma il corso della della stagione potrebbe prospettarci qualcosa di diverso.

“Sono alla pari con Miller”

Mi sento allo stesso livello di Jack [Miller] all’interno della squadra” ha detto Bagnaia.Non lo sento davanti a me nelle gerarchie della Ducati. Sicuramente con i risultati che ha ottenuto lo scorso anno, partirà con più pressione. Ma la Ducati non mi ha mai fatto sentire il secondo pilota per il momento.”

Guardando anche ai risultati dello scorso anno, Pecco ha tracciato quelli che saranno i suoi obiettivi per questa stagione. La moto che guiderà durante il 2021 avrà delle piccole differenze rispetto alla GP20 dello scorso anno, ma il campione di Moto2 2018 si sente al meglio.

Riflettendo sulle ultime gare dello scorso anno, credo che un obiettivo realistico per me sia quello di rimanere tra i primi cinque” ha detto Bagnaia. “Ho concluso la stagione faticando, quindi preferisco pensare alla top 5 e niente di più. Il mio passo è buono, quindi dico top 5, ma vedremo durante il weekend.”

“Feeling con la GP21 ottimo”

Le sensazioni sulla moto sono molto buone, migliori rispetto allo scorso anno, le cose mi vengono più facili” ha spiegato Bagnaia. “I test lo scorso anno erano stati buoni per me, ma quest’anno sono più veloce di un secondo sia nel passo gara che nel time attack. Ho fatto un passo avanti con la fiducia sulla moto.

So che la moto è molto simile allo scorso anno” ha continuato Bagnaia, “ma credo di aver migliorato il mio stile di guida e il mio feeling con la moto. Sono molto felice, perchè non sono mai stato così a mio agio con questa moto.

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote.

MotoGP | Il punto della situazione sulle line up per la stagione 2021