MotoGP | Bradl: “Sono pronto a valutare eventuali offerte”

Stefan Bradl, attualmente collaudatore e terzo pilota di Honda HRC, si è reso disponibile a valutare eventuali offerte da parte dei team MotoGP per la prossima stagione. MotoGP Bradl eventuali offerte

MotoGP Bradl eventuali offerte
Foto: Twitter Stefan Bradl

Nel corso di una recente intervista, con il sito tedesco Speedweek.com, Stefan Bradl ha parlato di essere disponibile sul mercato per la prossima stagione. Il pilota tedesco è attualmente collaudatore e terzo pilota Honda. Durante la stagione 2020 e delle fasi iniziali del campionato 2021 di MotoGP, Stefan Bradl è stato chiamato a sostituire un infortunato Marc Marquez. Il suo miglior risultato nel 2020 è stato un settimo posto ottenuto durante il Gran Premio conclusivo in Portogallo. Nelle prime gare della stagione, sempre al posto di Marc Marquez, ha ottenuto tre piazzamenti nella zona punti. MotoGP Bradl eventuali offerte

Al momento le selle disponibili per la stagione 2022 sono quelle appartenenti ai team Aramco VR46, Aprilia, Yamaha Petronas, KTM Tech-3. Con l’annuncio del divorzio di Maverick Viñales da Yamaha, si è resa disponibile la sella di quest’ultimo. Attualmente il pilota tedesco non ha ricevuto alcuna offerta, ma si è detto disponibile ad ascoltare le eventuali proposte da parte dei vari team,

Stefan, stiamo cercando piloti MotoGP. Sei un candidato tra i primi dieci in ogni gara e alla migliore età a 31 anni. Perché Dovizioso all’epoca non aveva in tasca uno dei suoi tre titoli vice-mondiali. Un ritorno come pilota normale è un problema per te?

“Sono stato l’ultimo in Sassonia e ad Assen per ServusTV nel paddock. E non era che un nuovo contratto MotoGP fosse diventato un problema per me”.

Forse alcuni team principal pensano che tu sia legato all’HRC a lungo termine. Ma il tuo contratto come collaudatore dura solo un anno? MotoGP Bradl eventuali offerte

“Sì. Le richieste sono comunque molto gestibili”.

Alcune delle squadre idonee hanno accordi di sponsorizzazione con Monster. Sei stato un atleta red bull con brevi pause per più di 15 anni. Potrebbe essere un altro ostacolo?

“Sì, comunque non mi farei questa domanda finché non arriva un’offerta. Prima di allora, non ha davvero senso pensarci”.

Quando cadono nomi come Jake Dixon o Joe Roberts, devi ancora chiederti? Dopotutto, sei venuto in MotoGP come campione del mondo di Moto2. Come Marc e Alex Márquez, Pol Espargaro, Zarco, Morbidelli, Bagnaia e Bastianini.

“Se ci fosse interesse da parte di una squadra, darei un’occhiata da vicino e la ascolterei. Ma al momento non credo che sia rilevante”.

Jake Dixon ha segnato due volte in nove gare di Moto2 in questa stagione. Una volta settimo, una volta come 14.

“Certo, non riesco a stare al passo con questo. Ho fatto solo tre gare quest’anno e ho segnato tre volte”.

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote.

Moto2 | Aron Canet firma un biennale con Pons Racing

mm

Silvia Maestrelli

Ragazza appassionata del motor sport da sempre, in particolare di Moto Gp, Moto 2, Moto 3 e F1. Sono uno degli amministratori del gruppo Facebook VALENTINIANIDOC46.