MotoGP | Calendario 2021, a rischio le tappe di Austin e Argentina

Il Covid-19 continua a tormentare il Motomondiale. Le prime gare del prossimo anno sono a rischio, ma sarebbe già pronto un calendario di riserva per la stagione 2021 di MotoGP. Tornerebbe Portimao, possibile anche il debutto dell’ Igora Drive.

 

Calendario MotoGP 2021
foto motogp.com

 

La stagione 2020 si è appena conclusa, ma sono già iniziati i problemi per organizzare la prossima. La causa è sempre la stessa che ormai tormenta il mondo da inizio anno, il Covid-19. Nonostante si sia finalmente iniziato a parlare di un vaccino, il suo avvento non sembra ancora così imminente e così, le prime gare del prossimo anno sembrano a rischio. Ma vediamo in dettaglio in che modo il calendario della MotoGP 2021 potrebbe cambiare.

Due gare in Qatar e il ritorno a Portimao

Secondo The Race, il primo evento a rischiare la cancellazione sarebbero i test di Sepang che si dovrebbero svolgere a fine febbraio. Le voci nel paddock parlano addirittura di un annuncio che potrebbe arrivare durante questa settimana. Le stringenti norme vigenti in Malesia in merito ai viaggi, impedirebbero al personale del Motomondiale di entrare nel paese asiatico. Se così fosse, la stagione potrebbe iniziare direttamente con i test in Qatar, a meno che la Dorna non riesca a trovare un’altra soluzione.

La tappa qatariota del Motomondiale, che è prevista per l’ultimo weekend di marzo, sembra per il momento salva. Il discorso per le due gare successive, invece, è diverso: in calendario ci sarebbero le due tappe nel continente americano, il GP d’Argentina e il GP delle Americhe. La gara sul circuito texano di Austin potrebbe venire cancellata a causa del grande impatto che il Covid-19 continua ad avere negli Stati Uniti.

Se ciò dovesse accadere, è facile pensare anche ad una cancellazione della tappa di Termas de Rio Hondo. Organizzare una trasferta oltreoceano per una sola gara avrebbe un costo altissimo, senza contare i problemi logistici che creerebbe. I due GP in questione sono organizzati come back-to-back, ovvero due gare in due domeniche consecutive e dipendono quindi l’uno dall’altro.

Ma la Dorna è già corsa ai ripari, mettendo in calendario alcune piste di “riserva” e studiando la possibiltà di organizzare due gare sullo stesso circuito. Proprio il circuito di Losail potrebbe ospitare sia la prima che la seconda gara della stagione 2021, sostituendo la tappa argentina. Il Motomondiale potrebbe poi anticipare il suo arrivo in Europa, sostituendo la gara texana con un nuovo GP in Portogallo.

Questa soluzione semplificherebbe gli spostamenti delle squadre, dato che Portimao dista circa 350 chilometri da Jerez, che ospiterà la quarta tappa del Campionato Mondiale a inizio maggio. Da quel momento, la MotoGP rimarrà in Europa per altri 10 Gran Premi, fino a metà settembre, quando si correrà a Misano. Le successive gare si disputerebbero poi tra l’Asia e l’Australia e la speranza è che per quel momento la situazione pandemica potrà essere migliore.

Brno a rischio, possibile GP in Russia?

L’ultimo nodo da sciogliere è quello riguardante il GP di Brno, che dovrebbe disputarsi tra la fine di luglio e l’inizio di agosto. In questo caso, il problema non è il virus, ma i soldi: il circuito Ceco ha bisogno di un rinnovamento per ottenere il via libera per organizzare una gara del mondiale. Per il momento gli organizzatori non sembrano avere la disponibilità economica per sostenere i costi dei lavori, che si aggirano intorno ai 10 milioni di euro.

Anche in questo caso, la soluzione arriverebbe da uno dei circuiti di riserva. La prima opzione per sostituire il GP Ceco è l’Igora Drive, in Russia. Questa pista, che si trova nei dintorni di San Pietroburgo, sarebbe una novità per il Motomondiale. L’aspetto logistico, che abbiamo capito essere molto importante, sarebbe dalla parte degli organizzatori. Il circuito russo si trova a circa 240 chilometri dal Kimyring, circuito finlandese che dovrebbe ospitare la tappa precedente.

Il calendario provvisorio della stagione 2021 di MotoGP

Vediamo quindi come potrebbe apparire il nuovo calendario, se i cambiamenti dovessero avvenire.

  • 28 marzo: Qatar 1
  • ? Qatar 2 o Argentina
  • ? Austin o Portogallo
  • 2 maggio: Jerez
  • 16 maggio: Francia
  • 30 maggio: Italia
  • 6 giugno: Catalunya
  • 20 giugno: Germania
  • 27 giugno: Olanda
  • 11 luglio: Finlandia
  • ? Repubblica Ceca o Russia
  • 15 agosto: Austria
  • 29 agosto: Gran Bretagna
  • 12 settembre: Aragona
  • 19 settembre: San Marino
  • 3 ottobre: Giappone
  • 10 ottobre: Thailandia
  • 24 ottobre: Australia
  • 31 ottobre: Malesia
  • 14 novembre: Valencia

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

MotoGP | Aprilia, comunicati i nomi dei piloti per la stagione 2021