MotoGP | Ciabatti su Bagnaia: “La Desmosedici è più complicata per un rookie”

Il direttore sportivo di Ducati Corse Paolo Ciabatti ha fatto alcune considerazioni sulla molto discussa situazione di Pecco Bagnaia. Dopo un 2019 e un 2020 al di sotto delle aspettative, quali sono le sensazioni per quest’anno? Ciabatti Bagnaia

Ciabatti Bagnaia
foto Corriere dello Sport

Non è più un segreto, ormai, che le attese sia del team che dei tifosi nei confronti di Francesco Bagnaia non siano state soddisfatte nel corso delle passate due stagioni. Ecco, però, lo spunto di riflessione offerto da Ciabatti: “prendete il 2019, quando Bagnaia era un rookie. Ha avuto una stagione davvero difficile, ma se lo paragoniamo – ad esempio – a Quartararo, vedremo che non solo Pecco ha vinto molto di più in Moto2, ma dobbiamo anche riconoscere che un rookie sulla Ducati fa molta più fatica di un rookie su una moto come la Yamaha. Ciabatti Bagnaia

Un altro fattore da non tralasciare, secondo Ciabatti, è quello della sfortuna, o del trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato. Parlando della stagione appena conclusa, spiega: “al primo GP a Jerez, Bagnaia arrivò settimo. Il weekend successivo, se non fosse stato per un guasto al motore, sarebbe arrivato secondo. Poi ci fu l’incidente a Brno e uno stop di tre gare; a Misano Vinales non l’avrebbe mai preso, ma purtroppo ci fu la caduta. Nel complesso non si può dire che l’inizio di stagione di Pecco non sia stato fantastico: guidava benissimo la Ducati. Dopo Misano, invece, è crollata la fiducia nella moto e non si è mai riusciti a recuperarla al 100%”.

“Sappiamo che è un pilota con un grande talento – conclude Ciabatti – “e crediamo che quest’anno potrà aspirare al podio e anche a qualche vittoria.


Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote

MotoGP | Danilo Petrucci e KTM: “Voglio vincere ancora”

mm

Martina Andreetta

Laureata in Lingue, comunicazione e media, sono attualmente una studentessa di Scienze della comunicazione pubblica e d'impresa con una grande passione per il motorsport. Su F1inGenerale gestisco la redazione di MotoGP.