MotoGP | Conferenza stampa GP Spagna – Piloti impazienti di tornare in pista: “La competitizione è alta”

I test a Jerez e la conferenza stampa hanno ufficialmente dato il via alla stagione 2020 di MotoGP. Molti gli argomenti trattati dai piloti dalla lunga pausa e le sue conseguenze, ai movimenti di mercato piloti e la penalità che dovrà scontare Fabio Quartararo. Motogp conferenza GP spagna

Motogp conferenza gp spagna
Credits: Monster Energy Yamaha, Twitter

Marquez, Viñales, Rins, Rossi, Quartararo, Miller e Pol Espargarò hanno presenziato alla prima conferenza stampa. In questo contesto la MotoGP ha lanciato il progetto “WeRaceForThem”, il cui messaggio è di vicinanza a coloro che hanno sofferto a causa del Covid e tutti i medici e volontari coinvolti in questa lotta. I due fratelli Marquez proprio a questo proposito correranno a Jerez con un casco molto speciale. Motogp conferenza GP spagna

Marc si è detto contento di poter tornare a correre e vivere la normale vita della MotoGP, tuttavia i suoi pensieri vanno alle persone affette dal virus.

“Ciò a cui penso costantemente sono le persone affette dal virus, che al momento sono tantissime e purtroppo ce ne saranno altrettante prossimamente. Sento la necessità di fare qualcosa per loro e supportarle.”

Valentino Rossi ha poi continuato parlando di come la pausa abbia scombussolato la normalità e quanto abbia influito sulla sua scelta di proseguire in MotoGP.

“Il Covid ha scombussolato i miei piani: ho dovuto scegliere se continuare a correre nel 2021 senza aver effettivamente corso nel 2020. Non è stata una scelta semplice, ho parlato a lungo con Yamaha e Petronas. Non ho ancora firmato però, ci sono molte persone che lavorano con me e che si dovrebbero spostare e voglio assicurarmi che sia tutto sistemato.”

Anche Miller ha condiviso il pensiero di Rossi sulla scelta del suo futuro senza nemmeno aver percorso un km in pista. L’Australiano si è detto molto contento di aver firmato con Ducati e non vede l’ora che la sfida abbia inizio, poiché i team sembrano molto competitivi.

Come affermato da Valentino, anche a Maverick Viñales mancano i fan e parte della squadra che era solita lavorare nel loro team.

“È strano uscire dal motorhome e non vedere alcun tifoso e alcuni membri del team. Noi però siamo felici di poter tornare in pista, Dorna e IRTA stanno facendo un ottimo lavoro per garantire sicurezza.”

Pol Espargarò ha parlato del suo addio con KTM per approdare in Honda.

“Sono stati degli anni fantastici con KTM e mi dispiace lasciarli. Ma poter correre con il miglior pilota della griglia era un’offerta imperdibile che ho colto subito. Voglio finire in bellezza con KTM, siamo molto vicini a poter vincere una gara e spero di poter raggiungere questo traguardo.”

Il pilota francese Quartararo non si è espresso molto sulla penalità che dovrà scontare, il cui ricorso è stato respinto.

“Non ho nulla da commentare a proposito della sanzione, è una scelta della FIM e la rispetto. Io ero sceso in pista con una moto normale proprio per concentrami sulla guida, più che sulle performance della moto stessa.”

Rins positivo: Suzuki ha fatto grandi passi avanti

Alex Rins ha avuto un buon feeling con la moto durante i test di Jerez: il team ha lavorato molto sul chassis e sul motore. Lo spagnolo ha infatti notato grandi cambiamenti rispetto al 2019, in cui il team faceva fatica nel trovare buone performance, soprattutto verso fine campionato.

Seguici su Telegram, FacebookInstagram e Twitter

MotoGP | Valentino Rossi: “Al 99% correrò con Petronas nel 2021”

Simona D.

Studentessa di lingue appassionata di motori che spera, un giorno, di poter trasformare la sua passione nella sua professione.