MotoGP | Danilo Petrucci e KTM: “Voglio vincere ancora”

Il nuovo arrivo del team KTM Tech 3 Danilo Petrucci svela gli obiettivi per la stagione 2021, dopo ben sei stagioni in Ducati.

Danilo Petrucci

Il 2021 ha portato una ventata di aria fresca a Danilo Petrucci: il pilota di Terni quest’anno affronterà la decima stagione in MotoGP, la prima in sella alla KTM del team Tech 3. Dopo una stagione difficile sulla Desmosedici GP-20, culminata con la vittoria nel Gran Premio di Francia a Le Mans, il classe 1990 non ha potuto provare la nuova moto nei consueti test di Valencia. Petrucci dovrà aspettare il 19 Febbraio per conoscere la RC16, nei test di Sepang. Recentemente l’ex pilota Ducati si è concesso per un’intervista riguardo gli obiettivi nella prossima stagione.

“Voglio essere il più veloce possibile: KTM è una grande moto e Tech 3 una squadra davvero competitiva. Non so se ci riuscirò, ma punto ad essere il miglior pilota KTM per avere un futuro in questa azienda. Ovviamente Brad [Binder, ndr], Miguel [Oliveira, ndr] ed Iker [Lecuona, ndr] hanno più esperienza sulla RC16 ma io sono il pilota che corre in MotoGP da più tempo. Spero di far fruttare la mia esperienza.”

“Spero di poter lottare per le prime cinque posizioni ad ogni gara, è quello che mi serve dopo una stagione difficilissima. Volevo essere sempre al top nel 2020, così come nel 2019, 2018 e 2017. Quest’anno voglio sicuramente vincere ancora, ma allo stesso tempo non voglio impormi un obiettivo troppo ambizioso.”

La storia di Danilo Petrucci inizia dal paddock della Superbike: dopo un 2011 favoloso, nel quale ha vinto il campionato italiano Stock 1000 ed è arrivato a solo due punti da Davide Giuliano, campione del Mondo della Superstock 1000. Per il 2012 Petrucci passa alla MotoGP, in sella alla Ioda-Suter di IodaRacing Project, ottenendo ben sette piazzamenti nella zona punti, chiudendo la stagione al 29° posto con 27 punti. Stessa storia nel 2013, quando conquista 26 punti iridati. Nel 2014 l’allora ventiquattrenne compete con la ART nella specifica Open, portando a casa solo 17 punti a causa del forfait per tre Gran Premi per la frattura del polso sinistro.

Nel 2015 Petrucci passa alla Ducati di Pramac Racing e nel Gran Premio di Silverstone conquista il primo podio in carriera, in quella che è stata una giornata memorabile per il motociclismo italiano. Sotto la pioggia inglese Valentino Rossi precede proprio Petrucci ed Andrea Dovizioso, chiudendo così una favolosa tripletta tricolore. Al termine della stagione Petrucci conquista 113 punti e chiude 10° in classifica. Nei successivi tre anni in Pramac arriveranno altri cinque podi, che valgono a Petrux la promozione nel team ufficiale Ducati.

Nel 2019 arriva finalmente la prima vittoria in MotoGP per Petrucci, nel Gran Premio d’Italia al Mugello, dopo un duello fantastico con Marc Marquez ed il compagno Dovizioso. Oltre al successo arrivano altri due podi, che gli valgono la riconferma per il 2020 ed il 6° posto nel mondiale piloti.

“Mi manca molto il team Pramac: sono stato in quella squadra per quattro anni. Lì sono diventato un pilota competitivo, sono stati i primi a credere veramente in me, per questo sarò sempre grato. Mi manca soprattutto l’atmosfera dentro il team, ma ho sentito che in Tech 3 sono molto simpatici e disponibili. Non vedo l’ora di iniziare a lavorare con Hervé Poncharal!”

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote.

MotoGP | Le reazioni della Suzuki all’addio di Brivio

 

Aggio Valentino

19 anni, amante di MotoGP e Superbike.