MotoGP | Davide Brivio sull’addio a Suzuki: “Difficile lasciarli adesso, mi aspetta una nuova sfida”

L’incredibile voce arrivata ieri dall’Inghilterra ha trovato conferma questa mattina. Il manager italiano è pronto a sbarcare in Formula 1 alla guida di Alpine.

Davide Brivio Alpine

Un cambio al vertice che ha davvero dell’incredibile, vista la diversità tra i due ambienti che ne sono protagonisti. Davide Brivio, alla guida del team Suzuki di MotoGP, abbandona la squadra giapponese per trasferirsi alla rinominata Alpine F1, nel ruolo di CEO. Come già anticipato nella giornata di ieri, sostituirà Cyril Abiteboul e affiancherà il nuovo team principal Marcin Budkowski.

Di sicuro, non è stato semplice lasciare un mondo come la MotoGP, specialmente dopo i due titoli conquistati nella scorsa stagione. “Dopo averci pensato a lungo, ho deciso di accettare questa nuova sfida professionale“, ha dichiarato Brivio poco dopo l’ufficialità dell’addio. “E’ chiaramente difficile lasciare tutte quelle persone che nel corso degli anni hanno contribuito a costruire questa grande squadra, ma, pur essendo triste per questo motivo, sono pieno di motivazione per il percorso che sto per intraprendere“.

La scelta di Alpine è stata ovviamente supervisionata da Luca de Meo, che aveva conosciuto il manager in Yamaha nel 2002. Fiat, della quale lo stesso de Meo era capo nel settore marketing, era allora title sponsor per il team giapponese.

Davide Brivio vivrà la sua nuova avventura in Alpine al fianco di un nuovo team principal, Marcin Budkowski, nonostante la ex Renault non abbia ancora emanato un comunicato a riguardo. Per Suzuki, sportivamente parlando, è un colpo durissimo, e per loro trovare un sostituto all’altezza potrebbe non essere semplice. Nonostante ciò, Brivio continuerà a supportare il team nel suo percorso in MotoGP.

Ottenere entrambi i titoli in MotoGP dopo un lungo periodo di insuccessi è qualcosa che rimarrà non solo nella storia della Suzuki, ma anche nel mio cuore. Spero vivamente che i risultati futuri siano sempre migliori, perché sarò per sempre un vostro tifoso. Grazie Suzuki!

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

MotoGP | Test 2021 salvi, ma tutti nello stesso hotel

Simone Casadei

I sogni bisogna inseguirli da giovani. Quella che ora è solo pura passione, cercherò di trasformarla al più presto nella mia vita, nel mio lavoro.