MotoGP | Ducati con 8 moto dal 2022: l’accordo con VR46 e Gresini verrà annunciato a breve

Il tanto atteso annuncio è atteso a breve. Ducati dal 2022 correrà in MotoGP con 8 moto, grazie ai nuovi accordi con Gresini Racing e il team VR46.

ducati 2022 motogp vr46 valentino rossi gresini 8 moto marini bezzecchi bastianini di giannantonio

Sono attesi a giorni, se non a ore, due grandi annunci per la casa di Borgo Panigale. Dal 2022 la Ducati infatti porterà in MotoGP ben 8 moto, grazie agli accordi raggiunti con il team VR46 di Valentino Rossi, e il team Gresini Racing.

Il mercato della MotoGP è in fermento da tempo, e a breve verrà confermato un importante tassello per la stagione 2022. Ducati ha battuto la concorrenza di Aprilia per avere anche Gresini Racing come proprio team satellite. Inoltre, anche la nuova squadra di Valentino Rossi inizierà la sua avventura in MotoGP proprio con Ducati. Dopo varie discussioni con Yamaha, la marca Giappone continuerà con Petronas, con Franco Morbidelli che avrà finalmente una moto factory, e con il futuro di Valentino ancora in dubbio.

Resta confermato anche per i prossimi anni l’accordo tra Ducati e Pramac, che anche il prossimo anno vedrà Johann Zarco e Jorge Martin alla guida delle due moto del team satellite.

Chi guiderà le Ducati di Gresini e VR46?

Con il Team che era di Fausto Gresini, ora passato a moglie e figli, l’accordo raggiunto con Ducati è un biennale. I due piloti che guideranno la Desmosedici di Gresini saranno Fabio Di Giannantonio, in arrivo dalla Moto2, ed Enea Bastianini, quest’anno alla guida della Ducati del Team Esponsorama, assente dal prossimo anno. Diggia, avendo già un accordo con Gresini, verrà pagato dal team, mentre Bastianini verrà pagato da Ducati.

Tra Aramco VR46 (il nuovo team di Valentino Rossi in MotoGP) e Ducati è in arrivo un accordo triennale. I piloti saranno Luca Marini, che quest’anno guida una vecchia Ducati nel team Esponsorama, e che avrà a disposizione una Desmosedici factory. E poi il suo ex compagno in Moto2, Marco Bezzecchi, che guiderà una GP21.

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote.

Simone Frigerio

Vivo per scrivere, mi nutro di MotoGP e Formula 1