MotoGP | Ducati tra Valentino Rossi e Gresini Racing per il nuovo team satellite 2022

ducati team satellite 2022 vr46 valentino rossi fausto gresini racing esponsorama pramac avintia suzuki aprilia bastianini marini
credits: motogp.com

Ducati vuole due team satellite anche con i nuovi contratti che entreranno in vigore dal 2022. Questo è quello che emerge dalle parole rilasciate a Speedweek.com dal Direttore Sportivo Paolo Ciabatti. E le opzioni sono già abbastanza chiare, o Valentino Rossi, con il proprio Team VR46, oppure Gresini Racing, al momento legato ad Aprilia.

Il team VR46

Il team Esponsorama Avintia Ducati abbandonerà il Motomondiale a fine 2021, con il VR46 che ha già iniziato a prenderne il posto durante questa stagione, con Luca Marini che occupa la metà del box. Tuttavia la risposta a quali due piloti formeranno la nuova squadra di Rossi nel 2022, è ancora aperta. E tra i costruttori, Suzuki, Yamaha e Ducati sono in discussione per utilizzare la squadra di Valentino come proprio team satellite dal 2022.

Il team Gresini Racing

Oltre a Rossi, anche Gresini Racing è tra i candidati più probabili per formare un team clienti con Ducati. Fausto Gresini già lo scorso anno aveva negoziato intensamente con Ducati, dopo aver deciso di non proseguire con Aprilia oltre il 2021. Allo stesso tempo Gresini era in contatto anche con Suzuki e, nonostante la sua prematura scomparsa, Gresini Racing ha l’appoggio di tutto il paddock e dei vertici della MotoGP, per poter continuare a gareggiare nel Motomondiale.

MotoGP | Jorge Lorenzo: “Il ritorno di Rossi in Yamaha è dipeso da me”

Le parole di Ciabatti sui team satellite Ducati dal 2022

In passato abbiamo dimostrato di poter gestire abbastanza bene due team clienti, oltre al team ufficiale. Abbiamo esperienza in questo settore, possiamo gestirlo logisticamente in modo impeccabile. Due team clienti ci aiuterebbero anche a collocare nuovamente i nostri debuttanti nei team Ducati per il 2022.”

“Tutti dicono che Valentino e VR46 prenderanno il controllo dei due posti di Esponsorama in MotoGP. Ma è molto presto per dire quale moto utilizzerà. È anche vero che il prossimo anno Gresini non sarà più legato all’Aprilia. Ci sono contatti con entrambe le squadre. Ma dopo la tragica morte di Fausto, che a tutti noi manca molto, dobbiamo essere un po’ pazienti, e aspettare qualche gara. Così vedremo anche se Suzuki è pronta a fornire un team satellite. Non è ancora chiaro. Ma se c’è una possibilità, la Ducati vorrebbe continuare con due team clienti.

“Ad essere onesti, il nostro attuale sistema con un totale di tre squadre è la soluzione ideale in termini di logistica e manodopera. Perché abbiamo cinque tecnici Ducati a Pramac, e cinque a Esponsorama. Abbiamo assegnato due capisquadra, due ingegneri elettronici e un responsabile tecnico a ciascuna squadra. Vorremmo continuare con questa configurazione. Almeno per il 2022“.

Segui la nostra nuova pagina Facebook dedicata alle due ruote.

Simone Frigerio

Vivo per scrivere, mi nutro di MotoGP e Formula 1