MotoGP | Francesco Guidotti lascia il team Pramac per assumere la gestione sportiva di KTM

Colpo di scena nel panorama dei tecnici del Motomondiale! Francesco Guidotti lascia il team Pramac per sbarcare nella struttura ufficiale di KTM. Il passaggio del manager alla casa austriaca coincide con l’addio di Mike Leitner. Insieme a Guidotti, arriva in KTM anche un ex Ducati: Fabiano Sterlacchini.

Credit: Twitter

Il mercato piloti e i movimenti degli uomini dei team, ormai si sa, non si fermano mai. Anche a stagione finita, con i primi test di fine stagione/prestagionali già svoltisi sul circuito di Jerez, i cambiamenti di ruolo, di casa o di sella non sono mai da escludere a priori. La prova di questa teoria sta nei cambiamenti visti nel corso delle ultime ore: Francesco Guidotti, team manager di Pramac che recentemente ha rifiutato una proposta di Suzuki come sostituto di Shinici Sahara, lascia il team italiano e Ducati per sbarcare in KTM con lo stesso ruolo.

KTM si è messa alla ricerca di un nuovo team manager dopo l’addio a Mike Leitner. Queste sliding doors in casa KTM, hanno portato Pit Beirer a fare spesa in Italia e nelle file del miglior team privato e del miglior costruttore di questi ultimi due anni. Infatti, insieme al passaggio di Guidotti dal team Pramac, KTM ingaggia anche l’ex braccio destro di Dall’Igna, Fabiano Starlacchini, che era fermo da qualche mese.

In questo modo, KTM prende due piccioni con una fava: lasciando il ruolo di Leitner libero, scorpora la sua figura, come avviene in diversi team e case, dividendo la gestione sportiva, da quella tecnica. Questa scelta dovrebbe rinforzare il progetto tecnico e la gestione sportiva della struttura che porta in pista la RC16. A maggior ragione, ad ora non è esclusa la permanenza dello stesso Leitner all’interno di KTM, ma con un nuovo ruolo. Questo permetterebbe alla casa di accrescere ulteriormente gli uomini che lavorano alla qualità del progetto MotoGP e, in seconda battuta, di non consegnare alla concorrenza un uomo capace di portare una casa motociclistica dal debutto alla competitività nel giro di pochi anni.

Seguici su Telegram

Mattia Lisa

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico