MotoGP | GP Andalusia – Sintesi qualifiche: Quartararo si prende la seconda pole di fila

Le qualifiche del GP di Andalusia MotoGP consegnano la seconda pole di fila per Quartararo. Il francese si posiziona davanti a Vinales e ad un sorprendente Bagnaia. Le Yamaha si candidano a migliore moto del weekend, mentre le KTM mancano l’appuntamento con le prime file della griglia. Marquéz, dopo diversi tentativi nelle prove libere, è prossimo a rinunciare alla gara.

Foto: profilo Twitter @FabioQ20

La terza sessione di prove libere ci consegna i nomi dei piloti che dovranno passare per la Q1 per potersi conquistare uno dei due posti disponibili per entrare nella lotta per la Pole Position. Tra di essi troviamo nomi importanti come quelli di Dovizioso, Morbidelli, Zarco e Rins. passerà per la Q1 anche Marc Marquéz. L’otto volte campione del mondo ha segnato il ventesimo tempo ma, dopo le FP4, ha deciso di correre le qualifiche.

Le prove libere 4 consegnano, a sorpresa, Takaaki Nakagami in prima posizione, seguito da Quartararo, Espargarò, vinales e Bagnaia. Confermati, dunque, gli equilibri notati settimana scorsa e nelle prove libere di ieri e di stamattina. Marquéz segna un sedicesimo tempo, lasciando il box ancora prima del termine della sessione.

Q1

La prima sessione di qualifiche del GP di Andalusia mette in palio, come sempre, due posti per la seconda sessione di qualifica dove si decide la pole.

Marquéz fa il giro di riscaldamento ma rientra ai box e si ritira nel suo motorhome. Per lui qualifiche finite.

Il primo tempo segnato è di Aleix Espargarò con un 1.37.907 che si posiziona subito davanti al compagno di team Smith. Il primato glielo sottrae, prima Zarco, e poi Oliveira. Ottimo Morbidelli che, a nove minuti, si infila tra il portoghese e il francese  guadagnando la seconda posizione. Dopo il primo run troviamo Oliveira primo, seguito da Morbidelli, Zarco, Aleix Espargarò, Cal Crutchlow, Lecuona, Smith, Rabat, Dovizioso, Aléx Marquéz e Alex Rins.

Dovizioso continua a non trovare la prestazione nonostante delle diverse soluzioni tecniche, e una diversa scelta delle gomme. Il forlivense non riesce a tenere la moto stabile nelle staccate forti.

Il secondo run lo inaugura ancora Espargarò con un giro che gli regala la conferma in quarta posizione con mezzo secondo di ritardo dal primo tempo

Si migliora anche Morbidelli che si conferma secondo accorciando il distacco da Oliveira a soli due decimi e mezzo.

A un minuto e mezzo dalla fine, Dovizioso trova la confidenza con la sua Desmosedici conquistando la terza posizione.

mezzo minuto più tardi, Morbidelli accorcia a un decimo il ritardo, mentre  Oliveira non riesce a migliorarsi. Il colpo a sorpresa, invece, lo fa Crutchlow che supera Dovizioso e si mette terzo.

Sul finale caduta per Alèx Marquéz che chiude il Q1 in penultima posizione, davanti solo al fratello. Per lui nessun danno.

Il Q1 consegna Miguel Oliveira e Franco Morbidelli alla seconda sessione. Risultato che conferma ulteriormente la forza di Yamaha e KTM su questo circuito. Positivi i risultati per i due infortunati Crutchlow (3°) e Rins (10°).Delusione per la Honda e per Dovizioso che non ha mai trovato il giusto feeling con la sua Ducati.

Q2

La seconda sessione di qualifiche del GP di Andalusia vede una grande pattuglia di piloti candidati al ruolo di poleman. Il primo a scendere in pista è Valentino Rossi. Il dottore ha fatto dei buoni tempi in mattinata, ma la sua R1 sembra soffrire il caldo pomeridiano.

I tempi di riferimento per la pole dovrebbero attestarsi sul 1.36.6.

Al termine del primo turno Vinales segna il primo tempo con 1.37.2, posizionandosi davanti a Bagnaia, Morbidelli e Petrucci. Rossi segna il settimo tempo, mentre Quartararo abortisce il primo tentativo.

Il secondo tentativo consegna una classifica dominata ancora da Vinales che si migliora di un decimo. Dietro si posiziona di nuovo Bagnaia, mentre Quartararo è terzo trovando il giro giusto. Dietro al francese si posizionano Binder, Nakagami e Morbidelli. Ottavo Petrucci, nono Miller, decimo Rossi e ultimo Pol Espargarò, che fatica a trovare il giro giusto. Salta il primo stint Miguel Oliveira per mancanza di gomme morbide.

Prima di rientrare al cambio gomme, Miller si migliora e si posiziona in settima posizione.

Il primo tempo del secondo stint lo segna Quartararo, che sottrae la prima posizione al suo prossimo compagno di squadra. Dietro al francese c’è Morbidelli che si mette in quarta posizione.

a 2 minuti dal termine cade Pol Espargarò. Per lui qualifica finita e domani partirà dodicesimo.

Si migliora Rossi che sale sesto e Nakagami che segna il quinto crono.

Sul finale si scatenano le prestazioni e i tempi: Bagnaia e Rossi si mettono terzo e quarto, Quartararo non si migliora e Vinales si prende la pole. Pole che torna in mano a Quartararo per via del “lungo” sul tratto verde della pista fatto da Vinales in curva 7 che paga con la cancellazione del giro.

Le qualifiche forniscono una prima fila formata da: Quartararo, Vinales e Bagnaia. Dietro di loro partiranno Rossi, Oliveira e Morbidelli.

Buone qualifiche per Yamaha che mette i suoi quattro piloti nelle prime sei posizioni, sorprendente Bagnaia che è risultato molto più competitivo del compagno di team che scatterà settimo. Grande delusione, invece, per KTM che, dopo un venerdì e un sabato mattina al top, c’entra solo la nona posizione con Binder e la dodicesima con Pol Espargarò.

motogp.com

L’appuntamento è per domani alle 8 per il Warm Up e alle 14 per la gara della classe regina.

Seguici su Telegram

MotoGP | Cambia l’interpretazione della regola sulle bandiere gialle