MOTOGP | GP Argentina Sintesi Gara – Dominio assoluto di Marquez, secondo Rossi e terzo Dovizioso

Il pilota spagnolo della Honda domina il GP di Argentina sul tracciato di Termas de Rio Hondo, conquistando la vittoria davanti a Valentino Rossi (Yamaha) e Andrea Dovizioso (Ducati). MotoGP Argentina gara

MotoGP Argentina gara
Credit: MotoGP Instagram

Un dominio incontrastato quello che ha permesso a Marc Marquez (Honda) di vincere per la terza volta in carriera il GP di Argentina. Un assolo vero e proprio durato dalla prima all’ultima curva e che ha lasciato agli avversari la sola possibilità di lottare per il secondo gradino del podio.

Posizione questa che viene guadagna da Valentino Rossi (Yamaha) che grazie anche alla scelta di montare una gomma più dura al posteriore rispetto a tutto lo schieramento, riesce proprio nell’ultimo giro a sopravanzare Andrea Dovizioso (Ducati) dopo una battaglia durata più di metà gara.

CRONACA GARA

Partenza strepitosa di Marc Marquez (Honda) che si tiene la testa della gara in curva 1 precedendo Andrea Dovizioso (Ducati), Jack Miller (Ducati) e Valentino Rossi (Yamaha). Pessimo stacco della frizione per Maverick Viñales (Yamaha) che perde alcune posizioni.
Alla fine del primo giro Rossi supera le due Ducati di Miller e Dovizioso e si porta in 2
a posizione alle spalle di Marquez. Dovizioso sfrutta però il motore Ducati e si riporta davanti sul rettilineo della partenza.
Al terzo giro è Miller a sorpassare il pilota di Tavullia che perde anche la 4
a posizione ai danni di Franco Morbidelli (Yamaha).

Nel frattempo viene penalizzato Cal Crutchlow con un drive-through a causa di una partenza anticipata.
Il giro successivo Rossi si riprende la posizione su Morbidelli con una staccata profonda e precisa in curva 5.
Alla fine del quinto giro Rossi sorpassa Miller riprendendosi
così il terzo gradino del podio.
Il giro successivo Rossi sorpassa anche Dovizioso alla penultima curva del tracciato argentino portandosi all’inseguimento di Marquez che ha già 4 secondi di vantaggio sui suoi inseguitori.
Rossi per
ò per evitare il contro sorpasso di Dovizioso nel lungo rettilineo esagera in staccata e va lungo, consentendo allo stesso Dovizioso di ripassarlo. Sale intanto in 4a posizione Morbidelli.

Quando mancano 17 giri alla bandiera a scacchi Rossi ripassa nuovamente Dovizioso. Questa volta il 9 volte campione del mondo riesce a resistere al motore Ducati in rettilineo conquistando definitivamente la 2a posizione.
All’undicesimo giro di gara si accende la battaglia tra Morbidelli e Miller, con l’australiano che prova l’attacco in curva 5 sull’italo-brasiliano ma subisce l’incrocio. Proprio durante questo incrocio Miller è costretto a rialzare la moto
a causa di un contatto e viene infilato da Danilo Petrucci (Ducati).
A dodici giri dal traguardo Dovizioso riguadagna la 2
a posizione sopravanzando Rossi sul rettilineo più lungo del tracciato.

Quando mancano 10 giri dalla fine sono Morbidelli e Petrucci a scambiarsi più volte la posizione con diversi attacchi nel corso di tutto il giro. Nello stesso giro Viñales va lungo in curva 5 e perde contatto con il gruppo in lotta per la 2a posizione.

Il giro successivo Petrucci riesce a guadagnare la posizione ai danni di Morbidelli.
Al terzultimo giro della gara Alex Rins
(Suzuki) dopo una rimonta entusiasmante sorpassa Petrucci per la 4a posizione. All’inizio del penultimo giro l’alfiere della Suzuki cede però il passo a Miller che lo sopravanza in curva 1.

All’ultimo giro Rossi si prende, questa volta definitivamente, la 2a posizione ai danni di Dovizioso con un sorpasso perfetto in curva 7. Nel frattempo c’è una caduta che coinvolge le due Yamaha di Morbidelli e Viñales, con l’italiano che colpisce fortuitamente il pilota spagnolo.
A vincere è Marc Marquez dopo una gara
condotta in testa dalla prima all’ultima curva. Secondo un ottimo Valentino Rossi che precede la Ducati di Andrea Dovizioso.

Per quel che riguarda i colori italiani chiude 6o Danilo Petrucci mentre è 13o Francesco “Pecco” Bagnaia (Ducati) che guadagna così i suoi primi punti in carriera nella MotoGP. Solo 16o Andrea Iannone apparso in grande difficoltà nel corso di tutto il week-end con la sua Aprilia.

Altra gara deludente per Jorge Lorenzo (Honda) che anche a causa di una condizione fisica non ottimale porta a casa una 11a posizione.


MotoGP | GP Argentina – Marquez: “Giornata perfetta.”

Riccardo Orsini

Marchigiano classe '99, sono cresciuto tra una pista di kart e una di motocross. Il motorsport è sempre stato parte integrante della mia vita e spero di condividere la mia passione ai lettori.