MotoGP | GP Austria – Binder: “Come guidare sul ghiaccio, ma il rischio ha pagato”

Brad Binder vince in modo spettacolare il Gp di Austria dopo essere rimasto in pista con le gomme slick sotto la pioggia. Per il sudafricano è la seconda vittoria in carriera in MotoGP.

Foto: KTM Factory Racing Twitter

Brad Binder porta a casa la vittoria al termine del GP di Austria dopo una gara rocambolesca partita in condizioni di asciutto e conclusa sotto il diluvio. Il sudafricano della KTM porta la moto austriaca sul primo gradino del podio sulla pista di casa del costruttore di Mattighofen.

Binder, partito dalla decima casella, si è avvicinato al gruppetto dei primi a cinque giri dalla fine, quando la pioggia ha iniziato a cadere sulla pista. A differenza di Bagnaia, Marquez, Quartararo, Mir e Martin, il sudafricano ha deciso di rimanere in pista con le slick e di non rientrare ai box per cambiare la sua moto.

Con tre giri dalla fine, Binder si è trovato al comando della corsa con 8 secondi di vantaggio nei confronti dell’Aprilia di Aleix Espargaro. Il sudafricano ha dovuto gestire la sua moto in assenza di aderenza per gli ultimi due giri della gara, riuscendo a difendersi fino alla linea del traguardo dal ritorno di Bagnaia e Martin che, essendo passati alle gomme da bagnato, avevano un ritmo molto superiore rispetto alla sua RC16.

Con questa incredibile vittoria portata a casa in condizioni difficili, Binder regala a KTM una vittoria, insperata alla vigilia, sulla pista di casa. Il sudafricano centra la seconda affermazione della sua carriera in MotoGP dopo quella di Brno portata a casa nel 2020.

Le parole di Brad Binder

Brad Binder ha espresso la sua grande soddisfazione per questa vittoria ai microfoni dei giornalisti appena arrivato nel parco chiuso.

“È stato davvero spaventoso. Non appena ho visto arrivare la pioggia ho iniziato a calcolare quanti secondi al giro avrei perso nel caso fossi rimasto fuori e avesse iniziato a piovere più forte. Ho deciso di rischiare. Al primo giro riuscivo a spingere tanto ma quando la gomma è calata ho iniziato ad avere paura. Alla fine non avevo più i freni perché si erano raffreddati.”

“Qualcuno oggi ha deciso di aiutarmi a non cadere. Questa era la gara di casa per KTM e ho deciso di azzardare e alla fine ha pagato. Grazie a tutti. Era da tanto tempo che non vivevo una gara così.”

Anche nelle interviste successive alla cerimonia del podio Binder ha ribadito quanto difficili fossero le condizioni della pista negli ultimi giri di gara.

“Quando siamo passati davanti ai box ho visto tutti gli altri piloti che rientravano e ho deciso di provare ad andare fino alla fine. Dopo il primo giro non ero più sicuro della mia scelta perché i freni erano molto freddi e le gomme non avevano più temperatura. Per fortuna avevo il controllo di trazione perché altrimenti sarei caduto.Oggi ho avuto un po’ di fortuna ma volevo fortemente questo podio.” 

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote.

 

Moto2 | GP Austria – Sintesi Gara: Raul Fernandez vince e riapre il Mondiale!