MotoGP | GP Austria – Rossi accusa Zarco: “Lo ha fatto apposta”

Valentino Rossi taglia il traguardo in quinta posizione. Attimi di paura per lui dopo il contatto tra Johann Zarco e Franco Morbidelli. Austria Rossi accusa Zarco

Austria Rossi accusa Zarco
Foto: Valentino Rossi VR46 Official

Valentino Rossi taglia il traguardo in quinta posizione dopo la ripartenza dalla bandiera rossa. Attimi di paura per il pilota italiano che, dopo il contatto violento tra Zarco e Morbidelli, si è visto passare davanti a pochissima distanza entrambe le moto. Austria Rossi accusa Zarco

Nella prima parte di gara Rossi era partito bene recuperando fin dalla prima curva varie posizioni arrivando fino alla settimana prima della bandiera rossa. Nella seconda partenza è riuscito a rimanere in contatto con i primi fino ad un suo errore che gli ha fatto perdere contatto, riuscendo però ad essere la prima Yamaha al traguardo.

Le parole di Valentino Rossi ai microfono di Sky Sport MotoGP Austria Rossi accusa Zarco

“Devo dire che è stata abbastanza tosta, sono un po’ scosso, anche ripartire per la seconda gara è stata dura. Stavo percorrendo quel tornantino insieme a Vinales, stavamo rallentando alla curva 3 e ho visto un’ombra arrivare: pensavo fosse l’elicottero da sopra, a volte capita durante la gara che l’elicottero passi sopra i piloti e faccia ombra. Invece sono arrivati due proiettili: ho visto bene la Ducati di Zarco, mentre la moto di Morbidelli non l’ho neanche vista, l’ho vista dopo nelle immagini. Il santo dei motociclisti oggi ha fatto veramente un grande lavoro, è stata una cosa molto pericolosa”.

“Va bene essere aggressivi, ci si gioca molto, però quello che si sta perdendo un po’ è il rispetto degli avversari”.

“Facciamo uno sport molto pericoloso, devi avere rispetto per chi corre in pista con te. Zarco non è nuovo a queste cose, quello che è successo è chiarissimo: Zarco ha superato Morbidelli nel rettilineo e poi non voleva farsi risuperare da Franco nella staccata, quindi appositamente è andato a frenargli davanti. Ma a 300 km all’ora, trattandosi di una MotoGP, Morbidelli non ha potuto fare niente, come si è visto lo ha centrato fortissimo. Zarco gli ha tagliato la strada apposta e gli ha frenato davanti, Franco non ha potuto fare niente”.

“Bisogna stare attenti perché possiamo farci male. La Direzione Gara deve parlare seriamente con i piloti, devono fare qualcosa di serio a Zarco, perché anche nell’ultima gara a Brno ha steso Pol Espargaró, anche se poteva evitare l’incidente. Anche qui a Spielberg l’ha fatto apposta, ha danneggiato Morbidelli per non farsi superare, il risultato è stato mandare a terra Franco. Alla fine ci potevo andare di mezzo anche io che ero più avanti”.


“Dobbiamo capire che le nostre moto, a queste velocità, sono dei proiettili. Secondo me stiamo andando un po’ oltre”.

“Il Red Bull Ring è una pista velocissima, passi la maggior parte del tempo oltre i 250 km all’ora, la media è altissima, questo alza il rischio. Quando c’è un tornantino così, con la curva da fare a 60 km all’ora arrivando da una staccata a 300 km all’ora, potenzialmente è molto pericolosa. Sono molti i punti così. Più che il layout, sono i piloti che devono avere rispetto degli avversari”. Austria Rossi accusa Zarco

“La moto di Morbidelli mi ha fatto il pelo, anche la Ducati di Zarco mi è passata a qualche metro: è stato un momento molto pericoloso. A volte queste carambole succedono per un po’ di sfortuna, perché un pilota taglia la strada a un altro non volendo, ma quella è sfortuna. Invece questa è una cosa fatta apposta, basta rivedere bene le immagini: Zarco cambia traiettoria nel momento della frenata perché non vuole fari ripassare da Morbidelli, quindi lo fa con coscientemente, pensandoci, è questa la cosa grave che non deve succedere”.

“Ad esempio Bastianini in Moto2 è caduto ma non poteva fare niente, Syahrin è stato sfortunato perché aveva una moto stesa davanti. Ma Zarco va a tagliare la strada a un altro pilota a 300 km all’ora, quando sopra c’è un tornantino: significa che sei matto scatenato”.

Seguici su Telegram, Facebook, Instagram e Twitter

MotoGP | GP Austria – Dovizioso Re al Red Bull Ring. Paura per Zarco, Morbidelli, Rossi e Vinales

mm

Silvia Maestrelli

Ragazza appassionata del motor sport da sempre, in particolare di Moto Gp, Moto 2, Moto 3 e F1. Sono uno degli amministratori del gruppo Facebook VALENTINIANIDOC46.