MotoGP | GP Austria – Viñales si aggiudica la FP3

Il terzo turno di libere si è concluso con Maverick Viñales davanti a tutti, mentre Rossi rimane escluso dall’accesso diretto alla Q2. Viñales si aggiudica la FP3

Viñales si aggiudica la FP3
Foto: Twitter Yamaha MotoGP

Nella prima sessione di prove libere di ieri il più veloce è stato Pol Espargaro, e quel turno è stato l’unico sull’asciutto. Nelle prove libere due invece Jack Miller ha stampato il primo tempo negli ultimi minuti della sessione. Non tutti i piloti sono scesi in pista per via delle condizioni che c’erano. Viñales si aggiudica la FP3

Le condizioni nel terzo turno di libere non sono ancora del tutto favorevoli affinchè i piloti possano migliorare i propri tempi di ieri fin da subito. Data la bandiera verde per l’inizio del turno, tutti i piloti sono entrati in pista con gomme rain per poi fermarsi ai box e montare gomme da asciutto. Viñales si aggiudica la FP3

Il primo run con condizioni miste ha visto Oliveira con la KTM stampare il primo tempo seguito dalla Yamaha di Viñales e dalla Suzuki di Rins. La prima Ducati in classifica è al quarto posto con Michele Pirro. Le due Ducati ufficiali sono in settima e ottava posizione, più lenti Rossi e Quartararo rispettivamente in diciottesima e ventesima posizione. I piloti si sono fermati ai box aspettando che le condizioni della pista migliorino per poter uscire con le slick e provare l’attacco al tempo.

Quando mancano circa 20 minuti alla fine del turno, Smith è il primo pilota a scendere in pista con gomme slick, una media all’anteriore ed una soft al posteriore. Anche Alex Marquez è sceso in pista con gomme slick e si mette in prima posizione. A poco più di 10 minuti dalla bandiera a scacchi sono tutti in pista con gomme slick per l’attacco al tempo.

I 10 piloti che hanno accesso diretto alla Q2 sono: Viñales, Miller, Dovizioso, Rins, Oliveira, Mir, Pol Espargaro, Quartararo, Nakagami e Morbidelli.

A partire dalle 13:30 le FP4 e le qualifiche della MotoGP.

Richiesta Yamaha: si accedono le polemiche

A seguito della richiesta da parte di Yamaha all’Associazione dei Costruttori di poter lavorare sui motori e sostituire il pezzo difettoso che ha causato la rottura dei motori a Jerez di Valentino Rossi e Franco Morbidelli. Tuttavia il Team Repsol Honda e il Team ufficiale Ducati non hanno dato il loro consenso. Yamaha si è vista costretta a diminuire i giri motore di tutti i piloti per una questione di sicurezza.

Classifica FP3

Foto: motogp.com

Seguici su Telegram, Facebook, Instagram e Twitter

MotoGP | Michelin risponde alle accuse su aiuti a KTM

mm

Silvia Maestrelli

Ragazza appassionata del motor sport da sempre, in particolare di Moto Gp, Moto 2, Moto 3 e F1. Sono uno degli amministratori del gruppo Facebook VALENTINIANIDOC46.