MotoGP| GP Catalogna – Sintesi FP1: Aleix Espargaro si aggiudica una prima sessione soporifera

Aleix Espargaro si aggiudica le FP1 del GP di Catalogna MotoGP. La sessione, dopo i dieci minuti iniziali di time attack, ha assunto dei tratti abbastanza poco spettacolari e dettati dalla necessità di fare le simulazioni di passo gara. Proprio tali simulazioni hanno visto primeggiare Morbidelli, Quartararo e Bagnaia.

FP1 GP Catalogna MotoGP
Foto: profilo Twitter @gponedotcom

La MotoGP approda in Catalogna per l’omonimo GP, valevole come settima prova del Motomondiale 2021. Il programma del GP di Catalogna inizia con le FP1 che, come sempre, sono fondamentali per prendere dimestichezza con la pista prima di, nel pomeriggio, fare il primo attacco al tempo per entrare nella Q2.

Nella settimana che è intercorsa tra il triste GP del Mugello e quello di Catalogna si è acceso il mercato piloti. Infatti, nel corso degli ultimi tre giorni, sono arrivate le prime mosse in vista del 2020: KTM, insieme a non esercitare ‘opzione automatica di rinnovo per Petrucci, ha deciso di comunicare la promozione di Remy Gardner dal team della Moto2. Insieme ai cambiamenti in seno al team Tech3, KTM ha iniziato a programmare il futuro anche del team ufficiale, comunicando il rinnovo di Binder fino al 2024. Anche il team Pramac ha sposato il percorso della continuità, rinnovando il contratto a Zarco e Martin.

Nonostante non c’entri il mercato piloti, va registrata la separazione tra Vinales e il suo storico capotecnico che lo seguiva sin dalla vittoria nel mondiale Moto3. A sostituirlo già da questo weekend sarà Silvano Galbusera che, dopo aver smesso di seguire Rossi, era passato al test team della casa dei tre diapason.

Il giovedì di Barcellona è stato un giorno ricco di notizie. Insieme ad apprendere della caduta in bici di Rins che gli ha comportato la rottura del radio e l’addio al weekend di gara. Il pilota Suzuki non verrà sostituito e la casa giapponese ha scelto di schierare una sola moto. Insieme alla notizia che ha coinvolto il pilota spagnolo, sono state le parole di Marc Marquez che, in conferenza stampa, ha ammesso di avere difficoltà a riprendere il feeling con la sua Honda.

Sintesi FP1 GP Catalogna MotoGP


Le FP1 del GP di Catalogna sono andate in scena sotto un cielo nuvoloso che ha permesso alla pista di godere della temperatura ottimale di 30°C. L’aria, invece, aveva una temperatura di 24, con vento intorno ai 10km/h.

Tra i primi piloti a essere scesi in pista per questa sessione c’è il rientrante Jorge Martin. Lo spagnolo torna così in pista dopo la brutta caduta a Portimao. Il primo giro del rookie di Pramac gli vale, però, solo l’ultimo tempo; segno delle difficoltà del pilota spagnolo al rientro in pista.

Il primo (lento) crono lo segna Aleix Espargaro in 1.42.318. Il tempo del pilota Aprilia viene facilmente battuto nel secondo giro da diversi piloti. Tra questi piloti primeggia Morbidelli che segna il miglior tempo in 1.41.483.

Nei primi minuti di sessione la pista è stata in rapida evoluzione e i piloti si sono costantemente alternati nelle alte posizioni della classifica. Dopo i primi dieci minuti di sessione i tempi sono andati ad attestarsi nella parte inferiore del 1.40. Infatti, in quel momento, la migliore prestazione era in mano a Morbidelli che aveva segnato un giro in 1.40.402.

I primissimi riferimenti raccolti nel corso della sessione sono stati sicuramente positivi per Honda che, con entrambi i piloti, riusciva a stabilirsi nelle parti nobili della classifica dei tempi.

A metà sessione la classifica dei tempi, nelle sue prime dieci posizioni, era così composta: Morbidelli, Pol Espargaro, Aleix Espargaro, Vinales, Zarco, Quartararo, Oliveira, Mir, Miller e Nakagami. Marc Marquez occupava la posizione da undicesimo tempo, Bagnaia il dodicesimo, Rossi il tredicesimo, Martin ventesimo.

Leggi anche:

Classifica MotoGP, Moto2 e Moto3 dopo il GP d’Italia al Mugello

Nella seconda metà delle FP1 del GP di Catalogna MotoGP, a causa di un calo delle temperature e delle simulazioni di passo gara, i piloti non sono riusciti a lungo a migliorare i tempi frutto dei giri veloci della prima metà di sessione.

Nelle simulazioni di passo gara sono emersi soprattutto Morbidelli, Quartararo e Bagnaia che, tra tutti i piloti, sono stati gli unici capaci a mantenersi sotto l’uno e quarantuno.

La sessione va a terminare senza cambiamenti nella classifica dei tempi che, di fatto, è andata a formarsi nei primi dieci minuti di sessione. Quello che è emerso nei venti minuti dedicati al passo gara è il repentino calo delle Michelin che, in quindici giri, perdevano oltre un secondo dai primi riferimenti cronometrici degli stint.

A tre minuti dal termine arriva la prima modifica nella classifica dei tempi dopo oltre 20 minuti. Aleix Espargaro, infatti, ha abbassato il suo miglior crono, prendendosi la seconda posizione, a tre decimi dal riferimento di Morbidelli. Espargaro si migliora ancora nel giro successivo dove conquista il primo crono grazie a 24 centesimi sul crono del pilota di Petronas.

Sul finale solo Martin è capace di modificare profondamente la sua prestazione. Il pilota spagnolo ha concluso la sessione con un giro che, grazie anche alla scia fornitagli da Marc Marquez, lo vede salire dal ventesimo al dodicesimo posto in classifica.

La FP1 del GP di Catalogna MotoGP vanno ad Aleix Espargaro che, come ormai da regola, spinge forte la sua Aprilia nelle sessioni di prove libere. A seguire, nella top ten dei tempi cronometrati, troviamo Morbidelli, Pol Espargaro, Vinales, Zarco, Quartararo, Oliveira, Mir, mIller e Bagnaia. Martin, come detto, termina con il dodicesimo crono, davanti a Marc Marquez. Valentino Rossi, invece, termina con il quindicesimo crono.

La MotoGP tornerà in pista oggi pomeriggio per la seconda sessione di prove libere sul circuito del Montmelo.

 

Seguici su Telegram

MotoGP | Alex Marquez: “Spero di trovare lo stesso feeling dell’anno scorso a Barcellona”

Mattia Lisa

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico