MotoGP | GP Catalogna – Sintesi FP2: Zarco strappa a Morbidelli la miglior prestazione. Bastianini coglie l’ottavo tempo ed è virtualmente in Q2

In una FP2 del GP di Catalogna sicuramente più appassionante della sessione mattutina è Johan Zarco a cogliere la migliore prestazione e a beffare un solido Morbidelli. Le Yamaha si confermano le migliori, le Honda possono essere le outsider insieme all’Aprilia di Aleix Espargaro. Nota positiva l’ottavo tempo di Bastianini.

FP2 GP Catalogna MotoGP
Credits: Twitter

La MotoGP scende in pista per le FP2 del GP di Catalogna con i primi riferimenti sul passo gara ma con pochi giri da qualifica segnati. Infatti, nella mattinata i piloti non hanno dato grande peso ai giri secchi, bensì sul ritmo gara che ha visto emergere Morbidelli, Quartararo e Bagnaia.

I tre piloti protagonisti dello stint del passo gara non hanno invece brillato nel giro secco. Solo Morbidelli è riuscito a chiudere la sessione nelle prime cinque posizioni nella classifica dei tempi. Il miglior giro di qualifica lo segna Aleix Espargaro su Aprilia che ha preceduto il fratello Pol su Honda e il già citato pilota di Petronas. Il pilota della casa di Noale, insieme al rientrante Martin nelle retrovie, è stato l’unico a migliorarsi nella seconda metà della sessione. Infatti, i time attack nella prima sessione di prove libere sono stati limitati ai primi dieci minuti.

Come già detto, è rimasto nelle retrovie Jorge Martin. Il rookie di Pramac, al rientro dopo l’infortunio subito a Portimao, ha avuto qualche difficoltà ad ambientarsi nuovamente alla moto e alla categoria che, precedentemente, aveva solo assaggiato. Tuttavia, dopo una sessione passata in ventesima posizione, ha colto un buon giro che gli ha permesso di salire in dodicesima.

Sintesi FP2 GP Catalogna MotoGP


Le FP2 del GP di Catalogna si sono svolte sotto un cielo nuvoloso, temperature atmosferiche di 22°C e vento di 20km/h.

Il primo tempo cronometrato arriva da Maverick Vinales che ferma il cronometro su 1.40.691. Il riferimento del pilota ufficiale Yamaha viene subito eguagliato al termine del primo tentativo da Pol Espargaro che è stato capace di fermare il cronometro sul 1.40.146. Dopo appena sei minuti arriva anche la prima caduta del weekend con Luca Marini come protagonista.

A  differenza delle FP1, in questa seconda sessione di prove libere i time attack sono proseguiti anche dopo i primi dieci minuti che, dopo Pol Espargaro, ha visto arrivare Marc Marquez in testa alla classifica per pochi centesimi. Esattamente dopo dieci minuti arriva Quartararo a mettersi in testa grazie a un 1.40.006 che gli vale la miglior prestazione assoluta e virtuale.

Nei cinque minuti successivi sale in cattedra Morbidelli che si mette primo e tiene lontano i due compagni di marca Quartararo e Vinales. Il riferimento fissato dal pilota Petronas era di 1.39.909.

Nel corso della sessione ha fatto capolino un nuovo parafango montato sulle due Yamaha ufficiali che, a detta proprio dagli uomini della casa, dovrebbe portare a una minore resistenza aerodinamica e a una maggiore efficienza nel convogliare i flussi verso il motore.

A metà sessione, seguendo la classifica dei tempi combinata con le FP1, vede i primi dieci nelle FP2 qualificarsi alla Q2. I piloti erano Morbidelli, Quartararo, Marc Marquez, Vinales, Pol Espargaro, Mir, Zarco, Oliveira, Aleix Espargaro e un sorprendente Lecuona.

Nonostante un’attività più frenetica rispetto alla sessione mattutina, anche le FP2 hanno vissuto un lungo periodo senza alcun cambiamento fondamentale nella classifica dei tempi.

Negli ultimi due minuti si riaccendono i tempi. A rompere gli indugi è Binder che, fresco di rinnovo per tre stagioni, mette il riferimento a 1.39.662. Vinales, Morbidelli e Quartararo si giocano la vetta. A riprendersi il miglior crono è Morbidelli che segna uno stratosferico 1.39.256.

È però Johan Zarco, a sessione scaduta, ad aggiudicarsi il miglior tempo di sessione e della classifica combinata. Il pilota Ducati ha fermato il cronometro in 1.39.401, battendo di soli ventuno millesimi il tempo di Morbidelli.

Dunque, al termine delle FP2 del GP di Catalogna MotoGP, la classifica combinata vede, al momento, qualificati direttamente in Q2 Zarco, Morbidelli, Quartararo, Binder, Bagnaia, Vinales, Miller, Bastianini, Pol  Espargaro e suo fratello Aleix. Tra gli esclusi, virtuali ma eccellenti, appaiono Oliveira, Marc Marquez, Mir e Valentino Rossi.

La MotoGP torna in pista domani mattina per le FP3 del GP di Catalogna.

Seguici su Telegram

MotoGP | GP Catalogna, conferenza stampa – Marquez: “Sto faticando a riabituarmi alla Honda”

Mattia Lisa

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico