MotoGP | GP Catalunya – Alex Rins: “Questo podio è per Luis Salom”

Alex Rins torna sul podio nel GP di Catalunya. Lo spagnolo non andava a podio dalla vittoria nel GP di Gran Bretagna dell’anno scorso.  Rins ha fatto una gara in salita, ma con grande ritmo e con la volontà di andare a podio per dedicarlo al suo amico scomparso nel GP di Catalunya del 2016.

Foto: profilo Twitter @Rins42

Alex Rins è stato artefice di una prestazione fantastica nel GP di Catalunya MotoGP. Lo spagnolo non era stato protagonista di una bella qualifica. Infatti, il pilota ha chiuso il sabato con l’esclusione dalla Q2, e la tredicesima posizione nella griglia di partenza.

Oggi Rins era chiamato a una gara in rimonta, e così è stato. Il pilota Suzuki è partito molto bene e, inizialmente accodandosi a Bagnaia, è riuscito a entrare nella top ten.

Dopo aver superato Bagnaia, Rins si è subito portato sul duo composto da Miller e dal compagno di team e, con il sorpasso di quest’ultimo sull’australiano, si è subito messo in marcatura del pilota Pramac.

Quando mancavano 5 giri, Rins ha rotto gli indugi e ha superato agilmente Miller. Successivamente, grazie a degli ottimi tempi, si è messo all’inseguimento del compagno di squadra.

Al pilota Suzuki rimane l’amaro in bocca per non essere riuscito a raggiungere e sopravanzare Joan Mir e, di conseguenza, conquistare la seconda posizione.

Infine, Rins è stato protagonista di una bellissima scena durante il giro d’onore: Ha fermato la moto alla curva 14 ed è andato a rendere omaggio a Luis Salom, venuto a mancare in seguito a una caduta in quella curva nelle Prove Libere nel 2016.

Le parole di Rins

Intervenuto nel ring delle interviste del GP di Catalunya, Rins ha dichiarato: “Non è stata una gara facile, così come non lo sono state le gare precedenti. Tre weekend di fila sono difficili e oggi ho corso senza essere al cento percento della condizione. Sono molto contento del risultato. Ero indietro nella griglia ma ho cercato di rimanere concentrato. Vorrei dedicare questo podio alle famiglie in difficoltà per questo virus, a Luis Salom e alla mia famiglia.”

Bisogna ricordare come, nel corso nel primo GP di Jerèz, Rins abbia subito un brutto infortunio al braccio, i cui postumi sono ancora presenti nel corpo del pilota.

Intervistato da Sky. Rins è tornato sulla sua prestazione in gara: “Ho avuto difficoltà nella giornata di ieri. I tecnici sono stati bravissimi a sistemare la moto che oggi era perfetta e mi ha permesso di arrivare a podio nonostante non fossi al top. Sono felice di questo risultato per me e per Luis. In queste ultime gare ho sofferto tantissimo. Però, ogni volta che potevo, mi confrontavo con il team e i tecnici per sistemare la moto, e anche Joan mi è stato d’aiuto. Normalmente non sento dolore alla spalla e mi convinco di essere al cento percento. Però, dopo pochi giri, inizio a sentire tanto dolore e fatico molto. Per questo oggi è stata una gara difficile.”

Rins, insieme a tutti i piloti del Motomondiale, tornerà in pista tra due settimane per il GP di Francia.

Seguici su Telegram

Moto2 | Sintesi GP Catalunya: Marini vince e allunga in classifica. Solo sesto Bastianini

Mattia Lisa

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico