MotoGP | GP Doha – Zarco: “Meglio il titolo di una vittoria. Ducati può salire sul podio in tutte le gare.”

Johann Zarco è soddisfatto del secondo posto ottenuto nel GP di Doha. Il francese si gode il doppio podio del team Pramac e la leadership in classifica piloti, ottenuta grazie ai due podi portati a casa nelle prime due gare della stagione.

GP Doha Zarco
Foto: Pramac Racing Twitter

Ancora un secondo posto per Johann Zarco al GP di Doha, seconda prova del mondiale MotoGP. Il pilota del team Ducati Pramac è riuscito a superare Il compagno Martin all’ultimo giro, confermandosi la migliore Ducati al traguardo.

Con questo ottimo risultato, Zarco si issa in testa alla classifica piloti della MotoGP e si candida ad un ruolo da protagonista in questa stagione 2021.

Le dichiarazioni di Johann Zarco

Tanti motivi di soddisfazione per il francese Zarco, che nel parco chiuso ha analizzato quanto successo in gara. “Devo dire che sono contento del fatto che Jorge sia andato in testa. Forse aveva un passo ancora più veloce rispetto a Bagnaia la scorsa settimana.”

“Ho duellato a lungo con Rins. Ogni volta che mi superava sfruttavo il motore della moto in rettilineo. Jorge guidava pulito e volevo stargli dietro per conservare le gomme. Quando è arrivato Quartararo è riuscito a passare Jorge nel punto giusto ed è riuscito a prendere vantaggio.”

“Ho aspettato gli ultimi due giri per superare Martin e cercare di riprendere Quartararo. Non sono riuscito a superarlo subito ma all’ultimo giro ci sono riuscito e ho finito di nuovo secondo.”

“Sono contento che abbia vinto un pilota francese, per il doppio podio della squadra e per la leadership nel campionato.”

Dopo la cerimonia del podio il #5 francese ha aggiunto: “Sono contentissimo che la gara sia stata simile a quella della settimana scorsa. Jorge mi ha sorpreso perché dopo metà gara andava più forte di Bagnaia nello scorso week-end”

“Ogni volta che qualcuno mi passava riuscivo sempre a riattaccarlo anche grazie al motore. Ho usato la mia posizione per proteggere Martin. Fino a quando era davanti sapevo che potevo alzare il ritmo e giocarmi la vittoria.”

“Poi è arrivato Quartararo e non sono riuscito a passare subito Jorge per cercare di seguirlo. Sono contento di essere riuscito a prendermi il secondo posto all’ultimo giro.”

Zarco è convinto che la Ducati potrà ottenere grandi risultati anche su piste in cui la velocità sul rettilineo sarà meno importante. “Considerando come Miller ha concluso il 2020, penso che la Ducati possa salire sul podio in tutte le gare. Bisogna lavorare bene e adattarsi alle diverse situazione. Portimao è una pista nella quale siamo andati bene lo scorso anno. Se riusciamo a sfruttare la moto faremo ancora delle belle gare.”

Dopo il GP di Doha, Zarco si ritrova in tesa al campionato del mondo. Il pilota francese è pronto a giocarsi il titolo fino alla fine. “Un titolo è un titolo ed è meglio di una vittoria. Sarebbe un sogno. Continuo a spingere ogni giro per fare progressi e migliorare il mio livello. Considerando il ritmo che aveva Martin oggi, ci sono ancora alcune cose che possiamo migliorare.”

Il francese è sicuro che i differenti stili di guida dei piloti Ducati potranno contribuire a migliorare la moto. “Io e Martin abbiamo stili di guida differenti. Il mio stile è diverso. Per me è fantastico, perché tutto quello che osservo negli altri piloti lo analizzo con Ducati e questo ci aiuta a crescere.” 

Zarco ha fatto grandi complimenti a Martin che ha ottenuto il suo primo podio in MotoGP alla sua seconda gara e lo ha ringraziato per non aver tentato il sorpasso all’ultima curva. “Martin mi ha detto che voleva provare a superarmi all’ultima curva ma non ha provato perché ha visto che avevo frenato forte. Forse non ha provato l’attacco perché sono il suo compagno di squadra. Lo ringrazio. Oggi Jorge ha fatto una gara da sogno e insieme alla squadra sfrutteremo questa sua velocità.”  

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote.

 

Moto2 | Sam Lowes piega Remy Gardner e fa doppietta in Qatar