MotoGP | GP Emilia Romagna – Bagnaia: “Oggi o gloria o ghiaia”

I due piloti Ducati, dopo un’ottima partenza, hanno concluso la gara senza vedere la bandiera a scacchi. Jack Miller è caduto nelle fasi iniziali della gara mentre Francesco Bagnaia è caduto quando mancavano pochi giri al termine. GP Emilia Romagna Bagnaia

GP Emilia Romagna Bagnaia
Foto: Twitter Ducati Corse

Grazie ad una buona partenza, Francesco Bagnaia e Jack Miller sono riusciti a mantenere le loro posizioni di partenza. La gara di Jack Miller però è durata pochi giri. Il pilota australiano era in lotta con Marc Marquez per la seconda posizione alle spalle di Bagnaia fino a quando non è incappato in una caduta in curva 15. La lotta per la vittoria tra Bagnaia e Marquez si è interrotta a cinque giri dalla fine quando il pilota italiano è caduto anche lui in curva 15. Con la caduta, Bagnaia ha consegnato il mondiale a Fabio Quartararo. GP Emilia Romagna Bagnaia

Le parole di Francesco Bagnaia GP Emilia Romagna Bagnaia

“Stavo spingendo, oggi o gloria o ghiaia”.

“La scelta della gomma dura era giusta, ma bisognava spingere al massimo dal primo all’ultimo giro. Eravamo più veloci rispetto alla prima Misano: dobbiamo essere contenti perché siamo stati ancora al top, ma frustrati allo stesso tempo”.

“Vedere tanta gente per me è stato incredibile, sono cambiate tante cose. Mi dispiace non avere vinto per loro, è stato emozionante però”. “Fabio Quartararo ha meritato il titolo, sono contento per lui. Nel 2020 ha perso il mondiale, quest’anno ce l’ha fatta. Io mi sono trovato nella sua posizione dell’anno scorso, ovvero lottare per la corona per la prima volta. Ho finito 16° l’anno scorso e non ero neanche costantemente al top. Il target del 2021 non era vincere il campionato: l’obiettivo era imparare e crescere, ma le cose gara dopo gara sono andate sempre meglio”.

“Dopo la pausa abbiamo trovato una bella base: non penso che dobbiamo essere arrabbiati, tutto quello che è arrivato di più era appunto un di più. Le gare chiave secondo me sono state Mugello, Austria 1 e Silverstone. In Italia sono caduto perché non ero troppo concentrato per cosa era successo prima, nelle altre due occasioni ci sono stati vari problemi con le gomme che non funzionavano”.

“Dovremo imparare dagli errori e cercare di essere sempre al top ogni weekend come accaduto in questa parte di stagione. Credo che arriveremo più preparati. Nella prima fase apprendimento fino alla pausa, poi mi è venuto tutto più facile. Abbiamo raggiunto una bella consapevolezza, dobbiamo ripartire da qua, gettando delle belle basi per il 2022. Le ultime 4-5 gare sono state importantissime in questo senso”.

“Tenere aperto il mondiale oggi sarebbe stata comunque dura, il vantaggio di Fabio era cospicuo in ogni caso. Ci abbiamo provato dimostrando di essere forti, ma sapevamo che il titolo era più nelle mani di Quartararo che nelle nostre. Abbiamo fatto comunque un bel salto di qualità nel corso della stagione, credo che il prossimo anno arriveremo più preparati”.

Le parole di Jack Miller

“Abbiamo deciso di utilizzare una gomma anteriore dura per la gara, ma probabilmente non si è rivelata la scelta migliore. Verso le 13 il cielo si è rannuvolato e le temperature sono scese molto più basse di quanto ci aspettassimo. Alla curva 8 , ero abbastanza vicino a Pecco, ho frenato forte e forse questo avrebbe potuto influenzare la temperatura della gomma anteriore, quando sono arrivato alla curva 15 ho perso l’anteriore e non c’era niente che potessi fare per evitare la caduta. sono molto dispiaciuto, sia per la squadra che per me, ma abbiamo dato il massimo per tutto il weekend. Ora andiamo avanti. Non vedo l’ora di finire questa stagione alla grande”.

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote.

MotoGP | GP Emilia Romagna – Rossi: “Questo è stato il modo migliore per salutare il mio pubblico”

mm

Silvia Maestrelli

Ragazza appassionata del motor sport da sempre, in particolare di Moto Gp, Moto 2, Moto 3 e F1. Sono uno degli amministratori del gruppo Facebook VALENTINIANIDOC46.