MotoGP | GP Europa – Sintesi Qualifiche: Pol Espargaro conquista la prima posizione, deludono le Ducati e i piloti Petronas

Pol Espargaro conquista la prima posizione nelle qualifiche del GP d’Europa MotoGP. Lo spagnolo di KTM batte Rins e Nakagami. Non rispettano le aspettative Miller e Morbidelli. Deludono, invece, Dovizioso e Quartararo.

Foto: profilo Twitter @polespargaro

Le tre sessioni di Prove Libere del GP d’Europa sono state molto diverse tra loro. La prima e la terza sono state contraddistinte dalle condizioni bagnate/umide della pista.  La seconda sessione, svoltasi ieri pomeriggio, è stata l’unica corsa con pista asciutta, ed è stata la sessione che ha determinato i piloti che hanno avuto accesso diretto alla Q2 di oggi.

Le sessioni hanno visto crearsi due situazioni: su pista bagnata, le Ducati, Morbidelli e Bradl sono stati i protagonisti. Più degli altri, Jack Miller si è messo in mostra e, dopo aver segnato il miglior tempo in entrambe le sessioni, non ha preso parte alla FP3 per poter risparmiare sulle gomme. Sull’asciutto, invece, emergevano le KTM ufficiali e, sopratutto, Fabio Quartararo che, in condizioni di bagnato, non è riuscito ad andare oltre alla diciottesima posizione.

Sfortunatamente per il francese di Petronas, le condizioni meteo non sono affatto buone. Infatti, nel corso delle qualifiche di Moto3, la pioggia ha ripreso ha scendere copiosamente sul circuito. In particolare, la pista è bagnata negli ultimi tre settori del circuito.

Saranno delle qualifiche particolari per Vinales. Non è da escludere che lo spagnolo, penalizzato per aver montato il sesto motore della stagione, non prenderà parte alle qualifiche, sapendo di dover partire domani dalla Pit Lane.

Durante le FP4 è arrivato l’annuncio dell’arrivo di Luca Marini in MotoGP con il team Avintia. Il fratello di Rossi correrà con una moto recante la livrea del team VR46, mentre Bastianini correrà con i classici colori della livrea Avintia.

Sintesi Qualifiche GP Europa MotoGP


Nel corso delle FP4, la pista è andata leggermente ad asciugarsi. Tuttavia, nella Q1 i piloti sono scesi in pista ancora con gomme da bagnato.

L’ultima sessione di Prove Libere conferma gli equilibri delle altre sessioni. Le Ducati, Miller in primis, sono tra le migliori insieme alle KTM. Infatti, Miguel Oliveira conquista il miglior tempo, girando in 1.41.571. Si confermano anche le difficoltà di Quartararo,Il francese ha chiuso le FP4 in diciottesima posizione e non filtra ottimismo per le qualifiche dove, grazie ai tempi sull’asciutto segnati nelle FP2, prenderà parte direttamente alla Q2.

Prendono parte alla Q1 Vinales, Crutchlow, Oliveira, Bradl, Petrucci, Marquez, Rabat, Bagnaia, Savadori, Zarco e Rossi.


Rossi parte a razzo e, al primo passaggio, segna subito un 1.42.916 che, come inizio, è sicuramente positivo. Vinales, nonostante sa già come partirà domani, è sceso in pista e ha preso parte alla sessione.

Il pilota più in palla è sicuramente Oliveira. Il portoghese, dopo aver fatto un’ottima FP4, infila tre giri veloci che lo proiettano in prima posizione, grazie a un tempo di 1.40.795. Il portoghese, a metà sessione, è seguito da Bradl, Marquez, Bagnaia e Crutchlow.

La Q1 termina con Oliveira che mantiene lo scettro di migliore pilota di questo sabato, e conquista la Q2 con un 1.40.771. Nel vortice della lotta per il secondo e ultimo posto disponibile per la Q2, esce vincitore Johann Zarco. Il francese ha battuto la concorrenza di Bradl, Marquez, Vinales, Crutchlow e Bagnaia. Non hanno potuto, invece, sperare di qualificarsi per la seconda sessione  Petrucci, Rossi, Savadori e Rabat.

Q2

La seconda sessione di qualifiche inizia con il cielo sereno sopra la pista iberica. Nonostante il tempo sia migliore, la pista rimane umida e difficilmente i piloti monteranno le gomme slick verso il finale di sessione.

Jack Miller è l’ultimo pilota a scendere in pista. L’australiano esce dai box quando tutti sono in pista e hanno già segnato un giro veloce. Nel momento in cui Miller scende in pista, il primo tempo è di Rins che ha fermato il cronometro in 1.41.254.

A metà sessione Nakagami alza l’asticella a 1.40.530. Miller, lanciatosi nel mentre, si mette secondo con pochi centesimi di ritardo sul tempo del giapponese.

A due minuti dal termine succede di tutto: Rins si prende la pole in 1.40.525, Nakagami cade e rovina la pole a Zarco che, prima di passare nel settore con bandiera gialla, godeva di un vantaggio di 7 decimi sul tempo del pilota Suzuki.

All’ultimo minuto, Pol Espargaro si prende la pole con un guizzo e grazie a un tempo di 1.40.434. niente da fare per Rins, che partirà dalla seconda casella domani. Nonostante la caduta, Nakagami limita i danni e mantiene la terza posizione nella classifica dei tempi.

Zarco, rilanciatosi dopo aver trovato bandiera gialla, rovina ancora tutto nel quarto settore e chiude quarto, davanti a Mir e Aleix Espargaro. Deludono nelle qualifiche del GP d’Europa MotoGP Miller, che partirà settimo, Morbidelli, che partirà nono, Quartararo e Dovizioso, che scatteranno undicesimo e dodicesimo.

 

motogp.com

La MotoGP tornerà in domani per il Warm Up e la gara del GP d’Europa.

Seguici su Telegram

Mattia Lisa

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico