MotoGP | GP Francia – Di Giannantonio: “Senza un problema al braccio avrei fatto meglio”

Felice ma Determinato. Così appare Fabio Di Giannantonio al termine del GP di Francia dove, per la prima volta, ha raccolto dei punti iridati. Aiutato anche dalle cadute di alcuni piloti, Diggia è sicuro di essere stato limitato da un piccolo problema al braccio destro.

Di GIannantonio GP Francia
gresiniracing.com

È arrivato finalmente un weekend felice per Di Giannantonio in occasione del GP di Francia. Il pilota, al primo anno nella classe regina, ha concluso la gara in tredicesima posizione, dopo essere partito sedicesimo. Punti preziosi per il pilota originario di Roma che, con questo tredicesimo piazzamento ha colto i suoi primi punti in stagione.

Il weekend del GP di Francia per Di Giannantonio è iniziato con un diciassettesimo tempo nelle FP1, per poi migliorare leggermente nel pomeriggio, dove ha terminato con il quindicesimo tempo, a un secondo e due dal miglior tempo del compagno di team Bastianini.

Le FP3, difficili per entrambi gli alfieri Gresini, non hanno permesso a Di Giannantonio di strappare il pass per il Q2. Il romano ha concluso con diciassettesimo tempo, a un secondo dal tempo di Zarco, primo nella classifica.

Nel Q1 delle Qualifiche, Di Giannantonio non è mai stato in lotta per la promozione alla seconda sessione, andata a Martìn e Mir. Il pilota del team Gresini ha concluso con il sesto tempo, a quasi sette decimi dalla miglior prestazione.

Oggi, grazie a una gara corsa ordinatamente e complici le cadute di Bagnaia, Oliveira, dei due Suzuki e di Martìn, Di Giannantonio ha concluso il GP di Francia in tredicesima posizione. Tale risultato permette al debuttante di portare a casa i primi tre punti nella classe regina. Diggia è anche riuscito a mettersi alle spalle piloti del calibro di Morbidelli e Dovizioso.

Le parole di Di Giannantonio

“Finalmente una gara vera. Abbiamo lottato dall’inizio alla fine e ora siamo consapevoli di poter lottare in MotoGP. Peccato perché ho avuto un problemino al braccio destro e non ho avuto la forza per correre al 100% tutta la gara. Però abbiamo corso bene, superato vari piloti e torno in Italia soddisfatto”.

Seguici su Telegram

Mattia Lisa

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico