MotoGP | GP Francia – Sintesi FP1: Pol Espargaro il più veloce in una sessione combattuta

Pol Espargaro, negli ultimi minuti di sessione, coglie la migliore prestazione nelle FP1 del GP di Francia. Lo spagnolo precede Rins e Bagnaia al termine di una sessione estremamente combattuta. Per Bagnaia il risultato è arrivato dopo quarantacinque minuti di sofferenza.

La MotoGP approda in Francia con diverse discussioni e polemiche. Inoltre, nella classe regina, la tappa sul circuito Bugatti può aprire nuovi scenari nelle dinamiche della MotoGP.

Dopo la prova spagnola di Jerèz la classifica generale viene comandata nuovamente da Quartararo. Il francese, con ottantanove punti, gode di un vantaggio di sette punti su Aleix Espargaro e la sua Aprilia. La terza posizione nella classifica generale è nelle mani di Bastianini che, nonostante un weekend difficile in Spagna, rimane in una buona posizione con venti punti da Quartararo. Bastianini, qui in Francia, spera di ritrovare il feeling con la sua moto. Bagnaia, trionfatore a Jerèz, si attesta in quinta posizione con cinquantasei punti all’attivo.

Le due settimane  intercorse tra il GP di Spagna e quello di Francia sono state molto movimentate: prima la questione della pressione dei pneumatici, poi la sorprendente decisione di Suzuki di lasciare la categoria. La polemica intorno alle pressioni dei pneumatici è stata innescata dopo la fuga di (false) informazioni riguardo le pressioni delle coperture montate sulla Desmosedici di Bagnaia. La questione delle pressioni è particolarmente delicata poiché esiste in vigore un accordo segreto tra i costruttori che include un range di tolleranza nei valori rilevati dai sensori.

Archiviata la questione pneumatici, è arrivata la notizia che vede Suzuki prossima all’addio alla MotoGP. Dopo un susseguirsi di voci, recentemente Suzuki ha annunciato l’intenzione di lasciare la categoria. Le risposte di Dorna, tramite le parole di Ezpeleta e un comunicato stampa, sono state molto dure. Suzuki, infatti, aveva recentemente prolungato fino al 2026 il suo impegno nella masterclass. Mir, invece, non ha escluso un suo passaggio in Honda al fianco di Marc Marquez.

Per questi e altri motivi, il GP di Francia MotoGP si presenta come uno dei più delicati della stagione, a partire dalle FP1.

Sintesi FP1 GP Francia MotoGP


A differenza degli ultimi anni, il GP di Francia non dovrebbe andare incontro alla pioggia fino a domenica. Nella giornata odierna il cielo è solo leggermente nuvoloso, mentre le temperature erano di 17°C.

Il primo tempo di riferimento lo segna Miller in 1.55.370, successivamente battuto da Rins in 1.35.314. Marini, nei primi cinque minuti di sessione, si stabilisce in terza posizione.

Inizia nel peggiore dei modi il weekend di Bastianini che, dopo appena sette minuti, finisce a terra in approccio alla nove. Nel mentre Rins si rimette a comandare dopo che, per pochi secondi, P. Espargaro si era portato in testa alla classifica dei tempi.

Dopo nove minuti Rins scende sotto il muro del uno e trentatre segnando un crono in 1.32.545. Sale in classifica anche Vinales. Lo spagnolo di Aprilia coglie il secondo tempo e scalza dai migliori tre Miller. Pochi secondi dopo arriva anche Quartararo in terza posizione. Il francese viene subito scalzato da Vinales e Brad Binder.

La pista, nei primi minuti di sessione, appare in rapido miglioramento e progressione: Vinales coglie il miglior tempo in 1.32.418 dopo solo un quarto d’ora di sessione. Rins rimane secondo, mentre entra nei primi tre Marc Marquez. Negli stessi minuti cade anche Binder. Il sudafricano subisce una chiusura di anteriore in percorrenza di curva 3.

Dopo diciotto minuti di sessione sale in cattedra Jack Miller. l’australiano scalza Vinales grazie a un crono di 1.32.345 e gli rifila un sette centesimi.

A metà sessione Quartararo coglie il miglior tempo, migliorando la prestazione di Miller di soli cinque millesimi. La classifica, sempre a metà sessione, era la seguente: Quartararo, Miller, Vinales, P. Espargaro, Rins, A. Espargaro, Martin, Mir, M. Marquez, Zarco, Bagnaia, B. Binder, Nakagami, Bezzecchi, A. Marquez, Morbidelli, Marini, Di Giannantonio, Dovizioso, Bastianini, Oliveira, Gardner, Fernandez e D. Binder.

Leggi anche:

MotoGP | Jarvis apre a un futuro in MotoGP per Razgatlioglu nel 2023

Miller risponde subito a Quartararo abbassando di due decimi e tre il riferimento posto dal francese e si porta a un passo dal muro del uno e trentadue.

Il tempo segnato dall’australiano fa subito selezione e pone fine al turbinio di piloti in testa alla classifica dei tempi. Rins riesce a salire in seconda posizione, accusando un passivo di sette centesimi dalla Ducati dell’australiano. A un quarto d’ora dal termine cade, alla dieci, Miguel Oliveira. Il portoghese, come Bastianini e il compagno Binder, non ha subito conseguenze.

A otto minuti dal termine arriva la seconda, brutta, caduta di Oliveira alla sei. Fortunatamente, nonostante la brutta caduta, il portoghese si è nuovamente rialzato.

Lo scoccare del quarantesimo minuto di sessione fa partire nuovamente la tempesta di migliori tempi. Rins abbassa su Miller di sei millesimi, mentre l’australiano gli risponde subito girando in 1.31.961. Quartararo, sul traguardo, abbassa ulteriormente di quarantanove centesimi. Miller, dopo un giro al limite, perde la moto in ultima curva e non riesce a migliorarsi.

L’ultimo minuto vede Rins prendere la miglior prestazione per un pugno di secondi, prima che Pol Espargaro, in 1.31.771, gliela tolga. Bagnaia, dopo una sessione nelle retrovie, coglie il terzo tempo. Miglioramento anche per Mir, in quinta posizione.

Pol Espargaro termina le FP1 del GP di Francia MotoGP con la miglior prestazione. Lo spagnolo di Honda, insidiato in ottica 2023 da Mir, segna il miglior giro in 1.31.771, precedendo Rins e Bagnaia.  Quarto tempo per Quartararo, con A. Espargaro, Mir, Miller, Vinales, Zarco e Marini.  Dodicesimo tempo per Bastianini, tredicesimo per M. Marquez.

 

La MotoGP tornerà in pista nel pomeriggio per le FP2.

Seguici su Telegram

Mattia Lisa

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico